Alfonso Maruccia

Coltivano generazioni di neonati hi-tech

Bambini tecno-dotati crescono: una ricerca rivela le nuove tendenze dell'adozione della tecnologia avanzata nelle fasce d'età più giovani della società americana

Washington (USA) - Il terzo report annuale Kids and Consumer Electronics Trends di NDP Group svela come i ragazzini americani vengano esposti ai gadget ad alto contenuto tecnologico in età sempre più precoce: a 8 anni e un mese nel 2005 e ora a 6 anni e 7 mesi, come riporta tra gli altri ars technica. I ragazzi tendono letteralmente a crescere con le console next-gen, i telefonini cellulari, i lettori DVD e quant'altro trovano in casa o gli viene messo in mano dai genitori.

Secondo NDP, il "primo contatto" con le tecnologie dell'informazione avviene a quattro o cinque anni per quanto riguarda la televisione e il computer, mentre il resto dei gadget, come radio satellitari e PIM/PDM, finisce in pasto alle "piccole personcine" verso i nove anni. In due anni è diminuito il numero di dispositivi utilizzati dai minori insieme ad altre persone.

Come prevedibile, si rivela centrale nella vita dei ragazzi la presenza di apparati specificamente pensati per il divertimento interattivo come console e PC, che non mancano anche perché i loro genitori, a suo tempo cresciuti con le console a 8/16 bit e il mito del progresso costante delle macchine intelligenti, si trovano a loro agio con le moderne "diavolerie elettroniche".
Sui suddetti adulti gioca poi la spinta a vedere il cellulare come uno strumento di controllo e di fondamentale importanza in caso di emergenza, oltre alla onnipresente considerazione del telefonino come un intramontabile status symbol da mostrare a scuola per non sentirsi esclusi dalle "tribù" o dai gruppi sociali in cui sono soliti assembrarsi adolescenti e pre-adolescenti. In tal caso i ragazzini pressano i genitori che, esasperati, appaiono generalmente ben disposti ad assecondare le richieste della prole.

Per quanto infine riguarda la frequenza di utilizzo medio, NDP registra una notevole riduzione del tempo dedicato ai gadget ultra-tecnologici, probabile segno del fatto che gli sforzi degli adulti di strappare i figli al dominio incontrastato di TV, Internet e cellulare non sono stati del tutto vani.

Alfonso Maruccia
3 Commenti alla Notizia Coltivano generazioni di neonati hi-tech
Ordina