Pedofilia, Firenze chiede l'oscuramento di siti

Il Consiglio comunale di Firenze crede così di poter impedire l'annunciata celebrazione del Boy Love Day online

Firenze - In rete circolano appelli delle associazioni dei genitori, mobilitazioni web e l'indignazione è alle stelle per l'annunciata prossima celebrazione del Boy Love Day, giornata parapedofila (il Moige la definisce "giornata dell'orgoglio pedofilo") che ogni anno viene festeggiata da reti di persone che si incontrano e dialogano online: oltre a catene email contro la giornata e altre denunce in corso, a livello politico si sta cercando di fare qualcosa.

Almeno così ritengono i consiglieri comunali di Firenze che ieri hanno approvato una risoluzione con cui si chiede di "oscurare tutti i siti internet tramite i quali si sta propagandando la prevista celebrazione del "Boy Love Day", a tutela dei diritti dei bambini contro l'orrore degli abusi e delle violenze". L'idea di oscurare i siti l'ha avuta anche Veltroni, sindaco di Roma.

Ci si riuscirà? Cercando Boy Love Day su Google Italia si ottengono decine e decine di risultati di siti contro quella giornata, mentre è più difficile capire chi sarebbe a favore. Spostandosi sulla ricerca internazionale spuntano invece i siti in questione.
Come ben sa chi si occupa di questi problemi, riuscire a far oscurare siti - spesso posizionati strategicamente in certi paesi privi di politiche specifiche a riguardo - è tutto meno che semplice, tanto è vero che secondo le forze dell'ordine sono molte migliaia i siti che spacciano contenuti pedopornografici e che ancora non si riesce a far chiudere.

Ulteriori info sulla "giornata pro-pedofilia" sono pubblicate da ePolis che propone anche una petizione online dal titolo emblematico: "Fermiamo gli orchi".
17 Commenti alla Notizia Pedofilia, Firenze chiede l'oscuramento di siti
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)