10 modi vecchi e nuovi per perdere dati

Li elenca Kroll Ontrack, che racconta le sciagure, gli incidenti e le incredibili evenienze in cui si sono imbattuti i suoi clienti, quelli che sperano di recuperare dati anche dopo eventi limite. Ecco come

Milano - È una curiosità ma è anche un monito: i dati digitali, soprattutto quelli importanti, vanno conservati con cura perché ci sono incidenti, sempre inattesi ma spesso prevedibili, che possono provocarne la perdita. E Kroll Ontrack, società che si occupa di data recovery, ha deciso di rendere pubblici i 10 modi più curiosi con cui dati, a volte di grande importanza, sono andati perduti. Sono 10 casi del 2006 scelti tra gli oltre 50mila trattati dall'azienda, tutti casi in cui, a sentire Kroll Ontrack, i dati sono stati alfin recuperati.

Ma eccoli qui sotto:
Giù dall'elicottero
Alcuni dipendenti di una società di telecomunicazioni hanno fatto cadere un laptop da un elicottero in volo nel cielo di Montecarlo.

Dati lavati
Un passeggero in volo da Londra a Varsavia aveva inserito nello stesso bagaglio il suo laptop e il beauty case. Sfortunatamente il flacone dello shampoo si è aperto, danneggiando l'hard disk del computer. Per poter recuperare tutti i dati, i tecnici hanno dovuto ripulire accuratamente l'hard disk e altri componenti in modo da ristabilire il funzionamento del drive.
Il caso Dom Joly
L'attore britannico Dom Joly aveva lasciato cadere in modo accidentale il suo laptop, danneggiando l'hard disk su cui erano memorizzate cinquemila fotografie, seimila canzoni, mezzo libro in fase di stesura e tutti i suoi vecchi articoli pubblicati sui giornali.

Una biblioteca in fiamme
Un'importante università britannica aveva subito una disastrosa perdita di dati causata da un incendio che si era sviluppato nella facoltà di informatica durante un weekend; tutti i computer avevano subito ingenti danni sia per il fumo che per l'acqua usata dai vigili del fuoco.

Attenti alle banane
Un cliente aveva lasciato su un hard disk esterno una banana matura, che marcendo, ha danneggiato l'apparecchio.

Una cunetta? No, un hard disk
Accade tutti gli anni, ma le persone continuano a lasciare computer e hard disk sulla rotta di veicoli in movimento. Anche quest'anno Kroll Ontrack ha recuperato dati da un laptop che era stato schiacciato dai rulli di una corsia mobile di un aeroporto e diversi hard disk esterni che si trovavano in uno zaino su cui è passato un camion.

La decima volta è...quella giusta
Un utente ha riformattato il proprio hard disk ben dieci volte prima di rendersi conto che conteneva informazioni di cui aveva assolutamente bisogno.

Alla ricerca di Nemo
Al rientro da una meravigliosa vacanza alle Barbados un cliente ha scoperto di non poter accedere alle foto scattate in immersione con la sua nuova macchina fotografica digitale "subacquea" perché sembra che il dispositivo non fosse a tenuta stagna.

Drive rumoroso? Mettici un po' d'olio
Un docente universitario si era accorto che il drive del suo nuovo computer era un po' troppo rumoroso. Per ovviare all'inconveniente ha pensato di aprire il cabinet e irrorare l'interno del disco con WD-40, un potente lubrificante. Il drive ha smesso di cigolare, ma anche di funzionare!

Spedizione... in una calza
Un cliente ha deciso di spedire a Kroll Ontrack un drive malfunzionante, mettendolo in un paio di calzini sporchi, che ovviamente non hanno garantito la protezione necessaria durante il trasporto. I danni che ne sono risultati si sono rivelati più gravi di quelli provocati dall'incidente originale.
21 Commenti alla Notizia 10 modi vecchi e nuovi per perdere dati
Ordina
  • :D

    Anche un mio collega trasportando il suo desktop da un tavolo all'altro è inciampato nel filo del telefono... Dopo quattro barcollamenti avanti e indietro nel disperato tentativo di salvarsi e salvare il pc, è caduto perdendo tutti dati inseriti nell'hd...
    Noi ridavamo e lui bestemmiava ...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 15 giugno 2007 10.47
    -----------------------------------------------------------
    gaia75
    1791
  • Ma in che mondo i VdF usano acqua per spegnere incendi su apparecchiature elettriche (c'è il CO2)???
    HDD danneggiati dal fumo?
    Oppure utenti danneggiati dal fumo che a loro volta compiono azioni idiote a danno degli strumenti elettronici?

    Mah...mi sanno di comiche panzane.
  • > Mah...mi sanno di comiche panzane.

    Anche a me. Ed in più, si tratta di una smaccata pubblicità, che Punto Informatico ripropina, ogni tanto.

    Kilian
    non+autenticato
  • Hanno usato l'acqua per spegnere un incendio in una casa, non in una sala macchine. In una sala macchine non c'è neanche bisogno dei pompieri, bastano i già obbligatori impianti di soffocamento delle fiamme.

    Se non ne avete mai visto uno in azione, beh, vi assicuro che non è una esperienza da effettuare con voi all'interno della sala macchine stessa...
  • Ritorno dalla Cina, penso... se mi viene fame in aereo? e schiaffo una banana nello zaino.
    Dopo qualche ora di volo mi viene fame e cerco la banana, ma non la trovo... mah... penso ancora... l'avrò tirata fuori prima di uscire.
    Torno in italia, dopo qualche giorno mi serve il laptop, e apro lo zaino.... mhhhhh.... odore di big-babol alla banana!
    Tiro fuori il laptop, e la banana in realtà era nello zaino, ma si era messo SOTTO il laptop, e durente i giorni in estate che l'ho lasciata lì, è diventata praticamente una marmellata infestante che è penetrata in tutti i pertugi del laptop!
    Ovviament enon si accende...
    Lo smonto, tolgo le ram (tutta bananose) la lavo, le asciugo, controllo su un altro ocmputer ma una è fottuta. Bene, mi rimane 1 Gb.
    Procedo e salvo il laptop, succhiandone via la banana con la bocca da tutti i buchetti di ventilazione comne fosse stato il veleno di un serpente!!! esilarante...
    Il laptop ha miracolosamente ripreso a funzionare! Però ho perso 1G di ram, e il masterizzatore ovviamente, che neanche si apriva più, cementano...
    Quindi ragazzi non scherziamo...
    Altro che virus, OCCHIO ALLE BANANE!!!

    www.bloggers.it/mavvaffancina
    non+autenticato
  • Ma come è possibile che possa accadere tutto ciò a degli apparecchi elettronici ? La colpa è sempre e comunque da additare all'utente che in maniera sbadata tratta gli oggetti delicati o comunque in generale nella più assoluta consapevolezza di quello che hanno in mano; olio sull'hard disk, "accidentalmente" cade un portatile da un elicottero, chi ci mette su la banana, chi lo appoggia sul davanzale della finestra...ma stiamo scherzando ?? Ma non ci si rende conto che stiamo impazzendo ?

    A questo punto non dovrei neanche più stupirmi se ci sono persone che dimenticano i ragazzini in macchina sotto al sole o quelli che li "dimenticano" al centro commerciale. Ho fatto solo una delle tante ipotesi che ci si può avvicinare, gli apparecchi elettronici non si muovono da soli eppure sembra che il buon senso su cui (cose o persone) bisogna avere delle responsabilità vadano a farsi benedire altrove.

    Ah, che mondo !!!
    non+autenticato
  • Vogliamo parlare di una mia parente, che ha ricevuto una finestra (si, proprio una finestra) sul suo laptop, proprio sul punto dov'è l'hard disk, grazie ad un amministratore di condominio... eccessivamente solerte? Questi, per arrampicarsi sul tetto per controllare dei danni, ha ben deciso di passare per la sua camera da letto... ma evidentemente i cardini della finestra non erano d'accordo, e BUM! Ma c'è da dire che la Kroll Ontrack ha recuperato TUTTO alla grandissima.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)