Turisti spaziali anche in Europa

Ci pensa la maggiore industria privata di settore: già pronti i progetti per un aereo dalle capacità inedite, capace di portare un grappolo di turisti oltre l'atmosfera terrestre. Turisti che sborseranno una bella sommetta

Roma - L'eccitazione spaziale di gente come Jeff Bazos (Amazon) e imprenditori come Richard Branson (Virgin) fa proseliti: la maggiore società aerospaziale privata europea, EADS, ha annunciato che intende partecipare a un mercato che si annuncia esplosivo, quello del turismo spaziale.

Stando a quanto riportano le cronache, EADS avrebbe già realizzato i progetti di un velivolo dalle speciali qualità, capace di portare al di fuori dell'atmosfera terrestre un nugolo di opulenti turisti, per consentire loro di sperimentare l'assenza di peso per almeno alcuni minuti e, soprattutto, di vedere la Terra da un altro punto di vista, posizionati come saranno a 100 chilometri di altitudine.

Perché tutto questo si realizzi, però, EADS, che è il maggiore fornitore dei razzi Ariane 5 e che ha le mani in pasta in quasi tutti i progetti spaziali europei, compresa una partecipazione alla Stazione Spaziale Internazionale, deve recuperare soci finanziatori che credano nello sviluppo del business del turismo spaziale, ormai avviato da diverso tempo e che ha già avuto numerosi diversi protagonisti e gustosi rumors.
Si prevede che il volo con EADS costerà 200mila euro a cranio e che sia destinato a durare almeno 90 minuti, la stragrande maggioranza dei quali passati all'interno dell'atmosfera terrestre.
6 Commenti alla Notizia Turisti spaziali anche in Europa
Ordina