Convention/ La fine del digital divide

Organizzano gli 84 comuni italiani che aderiscono a SIC1 e che intravedono la luce alla fine del tunnel, naturalmente grazie al wireless

Roma - Una convention dal titolo ambizioso, La fine del Digital Divide, quella organizzata da SIC1, Società pubblica alla quale hanno aderito 84 Comuni di quattro Regioni italiane: Marche, Emilia Romagna, Veneto e Puglia (mentre altri 50 sono in delibera per diventare soci), un evento che si terrà il prossimo 6 luglio alle 16 presso il Teatro Misa del Comune di Arcevia.

"La Conferenza - spiega una nota - è realizzata per presentare i primi frutti del Progetto A9.Wireless, che ha visto la realizzazione di due dorsali per la fornitura di banda larga a 21 Comuni della Regione Marche non coperti da ADSL (e cioè Chiaravalle, Santa Maria Nuova, Agugliano, Polverigi, Camerata Picena, Morro D'Alba, Belvedere Ostrense, Ostra, Ostra Vetere, Barbara, Castelleone di Suasa, Monterado, Corinaldo, Ripe, Castelcolonna, Fratte Rosa, Monte San Vito, San Paolo di Jesi, Monte Roberto, Staffolo ed Arcevia), offrendo la connettività non solo agli Enti Pubblici, ma anche e soprattutto ai cittadini ed alle aziende del territorio".

"Inoltre - continua la nota - si prevede che per altri trenta Comuni marchigiani sarà possibile abbattere il digital divide in tempi molto brevi. Nella Regione Emilia Romagna siamo invece pronti per coprire con una rete wireless il Comune di Longiano (Provincia di Forlì-Cesena), che ha aderito alla Sic1 lo scorso 31 maggio. A livello nazionale ci sono invece pervenute oltre 700 richieste di copertura, sia dai Comuni di piccole dimensioni che dalle amministrazioni di grandi centri urbani".
Si parlerà dei progetti attuati, peraltro senza utilizzare fondi pubblici, delle prospettive a livello nazionale e di tutte le problematiche e le opportunità relative della copertura wireless.

SIC1 è a questo indirizzo