Ubuntu equivale a Windows. Lo dice Microsoft

Un utente Ubuntu racconta come sia riuscito ad aggirare il sistema di sicurezza Windows Genuine Advantage facendo passare la propria copia di Ubuntu come un Windows originale. E tutto senza particolari trucchi

Roma - Che il meccanismo di protezione Windows Genuine Advantage (WGA) avesse molte crepe era risaputo, ed il numero di crack in circolazione lo dimostra, ma pochi si aspettavano che il "guardiano digitale" di Microsoft potesse scambiare una distribuzione Linux per una copia autentica di Windows.

Č quanto testimoniato da un utente di Ubuntu che, facendo girare Internet Explorer su Linux per mezzo dello script IEs4Linux), è riuscito a passare il controllo WGA e scaricare una copia del software antispyware Windows Defender.

L'aspetto che più ha intrigato gli utenti è che, per bypassare WGA, non si sia avvalso di crack o trucchi di qualsivoglia natura: ha semplicemente seguito la procedura di verifica alternativa, ossia quella prevista da Microsoft per chi non dispone di un browser compatibile con la tecnologia ActiveX. Tale procedura consiste nel download di un piccolo tool che verifica il sistema e fornisce un codice da copiare all'interno di un'apposita form online: ebbene, questo tool ha riconosciuto Ubuntu (per la precisione, Xubuntu) come una versione originale di Windows e, soddisfatto, ha generato in cambio il lasciapassare per il download di un software Microsoft.
Il tutto è stato documentato in un video scaricabile da qui in formato OGG Theora (riproducibile, fra gli altri, con il player gratuito VLC).

Alcuni hanno ironizzato sul fatto che questo potrebbe essere un effetto degli accordi stipulati in questi mesi da Microsoft con diversi distributori di Linux, accordi che tra le altre cose prevedono progetti per migliorare l'interoperabilità tra Windows e Linux. Altri burloni sostengono invece che questo è un modo con cui Microsoft vuol far capire che Linux è di sua proprietà.
81 Commenti alla Notizia Ubuntu equivale a Windows. Lo dice Microsoft
Ordina
  • Se volete Microsoft allora pagate, se no state rubando, non ce ne son di balle.

    Ci sono un casino di alternative a Windows e i relativi programmi. Il 70% degli utenti potrebbero passare a Linux e non accorgersi della differenza. Ma se questi preferiscono non passare perché "ormai sono abituato così" allora che paghino per potersi permettere la pigrizia.
    non+autenticato
  • Confermo, l'avevo già fatto con altre app wine compatibili e succede proprio così. Verifica il sistema e conferma, anche se scarichi un sw presente nel sito ms.
    ciauz e w linux
  • guarda che anche adesso se scarichi l'aggiornamento WGA , sei costretto a formattare....un mio amico a dovuto farlo perché l' ha installato con gli aggiornamenti automatici , e il WGA ha avuto effetto....altroché sciocchezze.

    a me non interessa , uso Mandriva e Slackware , ma chi ha la copia piratata , e non vuole incombere in cattive sorprese disattivi gli aggiornamenti automatici , altrimenti il WGA funziona eccome.

    per quanto riguarda il software libero e il dover pagare Windows:
    ognuno é libero di farsi pagare oppure no.
    chi scrive il codice decide.....é e deve essere così , le magagne sono intorno , e cioé la cupola Microsoft , amica di società informatiche che buttano fuori annualmente versioni di software per Microsoft senza nemmeno curarsi degli utenti GNU/linux ,m vedasi ad esemio i software CAD/cam , che nessuna società informatica ha mai tirato fuori per Linux
    non+autenticato
  • E chi lo dice che non esiste cad cam x linux .
    Le soluzioni cadcam più potenti girano proprio in ambiente linux , chiaramente non sul Pc di casa e non sono gratuite , costano carissime e non son rilasciate in soluzione opensources.
    non+autenticato
  • Ma dai ragazzi, almeno Windows paghiamolo!
    Se si usa un attimo di testa può restare l'UNICO software a pagamento che abbiamo.

    Non è piratando il software che si otterrà mondo [informatico] migliore.
    Certo, utilizzare sistemi liberi è preferibile, ma se proprio vogliamo usare Windows mi sembra giusto pagarlo.
    E poi possiamo avere tutto il software che ci serve per qualsiasi cosa a gratis, senza bisogno di piratare niente.

    Solo 5 anni fa chi voleva qualcosa che sostituisse Office senza doverlo pagare, doveva ricorrere a delle fetenzie inusabili.
    Ora sappiamo tutti com'è finita....
    E così anche per qualsiasi altro software "casalingo".
    Siano player, programmi di fotoritocco o tool di sviluppo web..
  • - Scritto da: Pejone

    > Solo 5 anni fa chi voleva qualcosa che
    > sostituisse Office senza doverlo pagare, doveva
    > ricorrere a delle fetenzie
    > inusabili.

    Ma che cacchio stai a di'????? 10 anni fa, c'era StarOffice della starDivision che andava da Dio... tutto prima che lo prendesse la Sun... parliamo di 10 anni fa e fischia...

    > Ora sappiamo tutti com'è finita....

    ROTFL! cioe'???

    > E così anche per qualsiasi altro software
    > "casalingo".
    > Siano player, programmi di fotoritocco o tool di
    > sviluppo
    > web..

    cioe' cioe' cioe' ????? Non capisco che vuoi intendi ...
    Anche tu sei allergico a linux?
    ROTFL! Ci sono centinaia di programmi, con altrettante interfacce grafiche, se sei allergico alla shell...
    non+autenticato
  • StarOffice, WordPerfect, Lotus SmartSuite, 602 Office System, sono solo alcuni dei nomi di prodotti semplicemente splendidi che hanno fatto la storia della produttività personale e dell'ufficio.

    E come sono morti?
    Con la pirateria tollerata e anzi "incoraggiata" da Micro$oft... Quando il suo Office non se lo cagava quasi nessuno lei letteralmente lo regalava con codici di attivazione del tipo 602-1234567 funzionante su tutte le installazioni.

    Mi ricordo ad inizio anni '90 che era WordPerfect il wordprocessor più venduto su Mac, Unix e Windows 3.11.
    non+autenticato
  • Vallo a chiedere a quelli che hanno avuto la sfiga di essere nei falsi positivi....
    Sgabbio
    26177
  • *Office stai scherzando vero??
    Star Office dove andava da dio????
    Che se solo provavi a disinstallarlo ti lasciava porcate nel disco che non rimuovevi neanche col badile...

    Io non sono affatto allergico a Linux, sto solo dicendo che se qualcuno -magari per pigrizia o abitudine- preferisce usare Windows non avrà praticamente mai bisogno -almeno nell'utilizzo domestico- di comprare costosi software proprietari visto quanto c'è di open perfettamente funzionante in ambiente Microsoft...

    Riguardo alla mia frase "sappiamo tutti com'è finita" intendevo dire che se 10 anni fa eravamo quasi costretti a scegliere software proprietario per poter avere qualcosa di valido, attualmente le offerte free software hanno un pari livello qualitativo se non migliore........
  • > *Office stai scherzando vero??

    Affatto, sono piu' che convinto di quel che dico

    > Star Office dove andava da dio????
    > Che se solo provavi a disinstallarlo ti lasciava porcate nel disco > che non rimuovevi neanche col badile...

    E' quello che sostengo e come puoi notare, non sono l'unico (vedi l'amico Roberto sopra). Per cio' che riguarda la disinstallazione no n ricordo affatto quel che dici, chiaro che bisognerebbe parlare piu' specificamente di versione/OS ecc... Ricordo che nei nostri uffici con linux e kernel 2.0 andava da Dio, come ripeto.
    Beh, allora vogliamo parlare della disinstallazione degli MS Office degli anni passati??? che praticamante ti invalidavano parte dei service pack, e ottenevi una versione "ibrida" senza classificazione precisa che intaccava anche gli altri programmi, oppure che installavano componenti piu' obsolete di quelle presenti (togliendo le piu' recenti) con tutte le conseguenze che puoi immaginare, questo lo ricordo benissimo, oltre le solite pesantezze i mille crash, virus, ecc...
    Come ricordava Roberto sopra comunque, oltre a StarOffice, c'era anche WordPerfect e molta altra roba, che funzionava egregiamente, quello era il discorso. Ho citato StarOffice perche' e' delle prime suite complete che personalente ho proposto e abbiamo utiliazzato a livello professionale in ufficio senza alcun danno collaterale.

    Per l'ultima parte del post.. OK, qui siamo sulla stessa lunghezza d'onda, straquoto!
    non+autenticato
  • *Office penso ti sarai accorto di come su Win95, 98 e sul 2000 non appena installi MSOffice il sistema diventa molto più lento e pesante anche se Office non lo lanci e non lo usi.

    Fa delle modifiche strutturali importanti e tutto ad un tratto necessita del doppio di ram per funzionare.

    Un vecchio PIII a 800Mhz con 128M di ram e con Windows 2000 è utilizzabile con OpenOffice.org ma se installi Office 2000 non si muove più e devi espanderlo a 256M per usarlo e 384/512MB di ram per usare bene l'Office che hai installato.
    non+autenticato
  • Roberto.... uuhhhhhhhhhhh, altro che'...... ti moltiplica le chiavi di registro e installa un sottositema di dll (con dipendenze ASSSURDE e PESANTISSIME) che ti smontano il sistema. Piuttosto di quello prendo carta e penna!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pejone
    > Ma dai ragazzi, almeno Windows paghiamolo!

    Se lo usi, è disonesto non pagarlo. Detto questo, con i soldi di chi M$ rompe le scatole con FUD, brevetti, formati volutamente incompatibili? chi compra windows danneggia anche te, digli di smettere.
    non+autenticato
  • Il controllo l'ho sempre passato anche all'epoca dei primi WGA con Mandriva 2005... Non mi pare nulla di eccezionale. Il tool controlla la chiave del SO se è una delle famose corporate nella lista nera genera un codice di output "negativo" altrimenti si ottiene come nel caso specifico l'OK.
  • Veramente tutta la gente con il Windows OEM fornito col PC che non dovrebbero avere la chiave nella famosa lista nera non sono daccordo con te.

    A costoro che hanno la possibilità di aggiornamento bloccata gli hanno consigliato di ricomprarsi a spese proprie un'altra licenza ma retail.
    non+autenticato
  • Che sia capitato che qualche chiave di qualche innocente sia finita nella lista nera è possibile... Trovo assurdo che debbano ricomprarsi la licenza, anzi non esiste proprio. Basta chiamare a mamma microcozz e ti risolvono la cosa.

    Cmq il mio commento riguardava il fatto che tale possibilità di bypassare il controllo con linux esisteva ed era già possibile da tempo...
  • - Scritto da: CHKDSK
    > Il controllo l'ho sempre passato anche all'epoca
    > dei primi WGA con Mandriva 2005...

    ma nel 2005 c'era gia' il wga???
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)