CD protetti, arriva il nuovo Cactus

Midbar porta sul mercato una nuova protezione per i CD audio che, a suo dire, garantirà la riproducibilità dei dischi su PC e Mac e sarà invulnerabile alle più note tecniche di cracking, compreso il trucchetto del pennarello

CD protetti, arriva il nuovo CactusRoma - Proclamando il grande successo ottenuto dalla sua tecnologia anti-copia nota come Cactus Data Shield (CDS), la stessa impiegata su 30 milioni di CD audio in tutto il mondo, l'israeliana Midbar ha annunciato di aver iniziato la commercializzazione, a partire dallo scorso luglio, di una seconda versione dei propri sistemi di protezione, conosciuta come "CDS-200".

Midbar ha spiegato che i CD che impiegano lo schema di protezione CDS-200 possono essere riprodotti sui computer, fra cui finalmente anche i Mac, attraverso un player proprietario. In futuro, dunque, la famigerata tecnologia Cactus non dovrebbe più creare guai - come il blocco del sistema - a chi volesse ascoltare la musica appena acquistata sul proprio PC o Mac.

Come più volte spiegato in passato, la tecnologia CDS fa in modo di alterare i dati registrati su CD in modo tale da renderne "impossibile" - o forse sarebbe meglio dire difficoltosa - la masterizzazione.
Midbar ha poi orgogliosamente affermato che la nuova versione del suo meccanismo anti-copia non è più vulnerabile a quel banale trucchetto con cui, come si è riportato lo scorso maggio, era possibile "sproteggere" un CD protetto con CDS o Key2Audio semplicemente applicando un post-it o tracciando una riga di pennarello su di una certa area del disco.

La piccola azienda israeliana si è ora detta al lavoro sulla messa a punto di una terza versione della propria tecnologia anti-copia, la CDS-300, che, grazie all'adozione di un meccanismo di digital rights management, consentirà agli utenti di copiare la propria musica su hard disk all'interno di "un ambiente sicuro": questo significa che se non si avranno i diritti per riprodurre i brani e non si disporrà di un player (hardware o software) in grado di gestire il DRM, si rimarrà a bocca asciutta. Cracker permettendo, naturalmente...

Midbar sostiene di aver appena "risolto tutti i problemi di riproduzione fino ad oggi conosciuti" nella protezione CDS-200, la stessa che è stata adottata per la prima volta da UMG in alcuni dei suoi più recenti album. Con questo aggiornamento Midbar sembra pronta a sfidare tutti i detrattori della sua tecnologia e smentire le lamentele che consumatori e audiofili avevano avanzato nei confronti di una protezione che non sembrava garantire la riproducibilità dei CD su tutti i player in circolazione e che, a parere di alcuni, comprometteva la qualità della musica.

"Il risultato dell'aggiornamento al CDS-200 - afferma Midbar in un comunicato - mostra come questa protezione sia ora vicina a garantire la compatibilità al 100% su una larga scala di dispositivi differenti inclusi lettori CD, car stereo, dispositivi CD portatili, DVD, PC e sistemi audio professionali".

"Il sistema - continua Midbar - ha anche dimostrato di mantenere la qualità del suono della registrazione originale".

Ora la parola passa al mercato.
63 Commenti alla Notizia CD protetti, arriva il nuovo Cactus
Ordina
  • si legge su questi sistemi? se è un cd standard si deve poter leggere
    non+autenticato
  • ...si copia, non c'è modo di fare altrimenti.

    Passerà poco, tanto, ma prima o poi.....
    non+autenticato
  • Esta già crackeado da una semana!
    non+autenticato
  • Dove l'hai visto?
    non+autenticato
  • qualche prova?

    qualche link?

    qualche procedura?

    sei solo uno sborone
    non+autenticato
  • non che m'interessi, ma un paio di minuti su google mi hanno dato almeno tre soluzioni diverse (alcune funzionano - sembra - anche su player che non leggerebbero "volentieri" il disco)...

    pero il DRM fa i suoi danni:
    Our tests showed that CDS200 is a really effective CD protection that will prevent you from making perfect backups of your AudioCDs when not a proper reader is being used. From our tests only two drives managed to read the CDS200 without any problems: AOpen's CRW2440/RW5120. The produced backup with CloneCD had some issues with standalone players so we can recommend just ripping the CD and re-making it (without the second session). You better use EAC 0.9 beta1 (or higher) an a AOpen drive as the reader.

    - Scritto da: stronzate
    > qualche prova?
    >
    > qualche link?
    >
    > qualche procedura?
    >
    > sei solo uno sborone
    non+autenticato
  • Leggo che la protezione è "vicina a garantire la compatibilità al 100% su una larga scala di dispositivi differenti"...
    Mi sembra un capolavoro dell'arrampicata sugli specchi!
    La protezione NON è compatibile al 100% ma solo "vicina". Non sono: è vicina non a TUTTI i dispositivi ma solo ad una "larga scala".
    Come dire che (e sono MOLTO ottimista) se è compatibile al 90% con il 90% dei dispositivi in commercio esiste una possibilità del 19% che, anche con la nuova e perfezionatissima protezione della Midbar, il CD comprato non funzioni sul mio sistema. Che culo!

    AC
    non+autenticato
  • E' inutile che vai a cercare il pelo nell'uovo cmq.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Lucas
    > E' inutile che vai a cercare il pelo
    > nell'uovo cmq.

    Balle, molte volte sono i vari peli qui e la'
    che fregano i pecoroni.
    non+autenticato
  • Anche se i CD costassero meno, nessuno li comprerebbe se può trovare le stesse canzoni gratis... io per primo!
    non+autenticato
  • Ognuno è libero di spendere i propri soldi guadagnati come vuole. Io almeno 1-2 Cd originali alla settimani li prendo e li prenderò sempre!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lucas
    > Ognuno è libero di spendere i propri soldi
    > guadagnati come vuole. Io almeno 1-2 Cd
    > originali alla settimani li prendo e li
    > prenderò sempre!

    Io al mese, anche per momentanea mancanza fondi, che spero muti al più presto, però!Sorride
    Personalmetne io ho comprato svariati CD di cui avevo tutti gli mp3 o persino la copia diretta fatta da amici!
    Se un CD i soldi li merita l'acquisto lo faccio e lo farò sempre!
    E credo ragioni come me chiunque ami veramente la musica! (Tutti quelli che conoscono che rientrano nella categoria non hanno mai smesso di comrpare CD originali)

    Gli altri sono solo commercialoni che ci vedono un divertimento per passare il tempo e niente più. Meglio perderli che trovarli,per quel che mi riguarda!
    non+autenticato
  • Beh... calma con le parole, quando si comincia a generalizzare il discorso perde di serietà...

    Hai perfettamente ragione sul fatto che chi ama la musica ha un approccio ben diverso rispetto chi ascolta le canzoni perchè "fa figo". Però ti invito a riflettere sul fatto che esistono molte persone (studenti, operai, neoassunti...) che semplicemente non possono permettersi di acquistare tutta la musica che vorrebbero per il fatto che inciderebbe pesantemente sul loro reddito...

    - Scritto da: Ekleptical
    > - Scritto da: Lucas
    > > Ognuno è libero di spendere i propri soldi
    > > guadagnati come vuole. Io almeno 1-2 Cd
    > > originali alla settimani li prendo e li
    > > prenderò sempre!
    >
    > Io al mese, anche per momentanea mancanza
    > fondi, che spero muti al più presto, però!
    > Sorride
    > Personalmetne io ho comprato svariati CD di
    > cui avevo tutti gli mp3 o persino la copia
    > diretta fatta da amici!
    > Se un CD i soldi li merita l'acquisto lo
    > faccio e lo farò sempre!
    > E credo ragioni come me chiunque ami
    > veramente la musica! (Tutti quelli che
    > conoscono che rientrano nella categoria non
    > hanno mai smesso di comrpare CD originali)
    >
    > Gli altri sono solo commercialoni che ci
    > vedono un divertimento per passare il tempo
    > e niente più. Meglio perderli che
    > trovarli,per quel che mi riguarda!
    non+autenticato
  • > Hai perfettamente ragione sul fatto che chi
    > ama la musica ha un approccio ben diverso
    > rispetto chi ascolta le canzoni perchè "fa
    > figo". Però ti invito a riflettere sul fatto
    > che esistono molte persone (studenti,
    > operai, neoassunti...) che semplicemente non
    > possono permettersi di acquistare tutta la
    > musica che vorrebbero per il fatto che
    > inciderebbe pesantemente sul loro reddito...

    Seppure io sia contrario a queste protezioni, e all'altissimo prezzo dei cd imposti dalle majors, il discorso che fai e' viziato nei fatti.
    Infatti queste persone "poco abbienti", spesso li vedo con impianti stereo milionari e sistema di casse 5+1. Se uno vuole risparmiare per farsi l'impiantone, puoi star sicuro che lo fanno, anche se sono poco abbienti. (strano eh?)

    Io non posseggo un impianto stereo, faccio girare la musica sul computer e sul lettore di cd/mp3 portatile.

    Giusto sabato scorso ho comprato originale un cd di un gruppo chiamato Nightwish, dei quali ho scaricato gli mp3 che mi piacevano. Ho pagato 18 euro, ma li ho pagati volentieri sapendo che parte di quei soldi andavano all'etichetta e al gruppo, senza troppi intermediari, come fanno le majors grosse.

    Tre settimane fa ho preso 2 cd "vecchi" dei bling guardians alla FNAC per 10 euro l'uno. Erano album di 10 anni fa, ma tutt'ora validi e sui P2p faticavo a trovarli.

    Insomma, credo che ci vada equilibrio in tutto.

    non+autenticato


  • > Tre settimane fa ho preso 2 cd "vecchi" dei
    > bling guardians alla FNAC per 10 euro l'uno.

    BLIND GUARDIAN. Dopo una certa ora il cervello va in tiltSorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: lord auberon
    > il discorso che fai e'
    > viziato nei fatti.
    > Infatti queste persone "poco abbienti",
    > spesso li vedo con impianti stereo milionari
    > e sistema di casse 5+1. Se uno vuole
    > risparmiare per farsi l'impiantone, puoi
    > star sicuro che lo fanno, anche se sono poco
    > abbienti. (strano eh?)
    >
    Beh, non credo che la pensiamo in maniera tanto diversa io e te, però vorrei chiarire che non parlavo di chi risparmia nei cd per sputtanare i soldi altrove, ma proprio di chi risparmia perchè con i soldi deve arrivare a fine mese ma lo stesso ama ascoltare della musica ogni tanto... O credi che in Italia sono tutti benestanti se non ricchi? Sorride
    non+autenticato
  • Parla per te...
    non+autenticato
  • - Scritto da: BlueMoon
    > Anche se i CD costassero meno, nessuno li
    > comprerebbe se può trovare le stesse canzoni
    > gratis... io per primo!

    Bravo al ladro.
    Al limite, parla per te stesso senza citare tutti.
    Io, come molti altri qui, a prezzi onesti (10? al max, e di buona qualita' non mp3 stampati) li comprerei volentieri.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 20 discussioni)