Microsoft svela un notebook multi-touch

Nei laboratori di ricerca di BigM è stato assemblato un computer portatile che utilizza una tecnologia multi-touch simile a quella di iPhone e Surface. Un video mostra il sistema all'opera

Cambridge (USA) - Dopo i telefoni cellulari (v. iPhone) e i computer alla Minority Report (v. Surface), le tecnologie multi-touch potrebbero presto fare il loro debutto anche sui notebook. A sperimentare questo inedito abbinamento è Steve Hodges di Microsoft Research, che in un video (vedi qui sotto) ha già mostrato un prototipo di laptop con display multi-touch.

In congiunzione con un'interfaccia grafica ad hoc, i monitor multi-touch permettono di interagire direttamente con le immagini a schermo per mezzo di una o più dita contemporaneamente. Questa nuova modalità di controllo rappresenta un grande passo in avanti rispetto alle tecnologie touch-screen convenzionali, tipicamente in grado di gestire un solo "tocco" (quello dello stilo o del dito) alla volta.

Nel video Hodges mostra come il proprio sistema sia in grado di rilevare e tracciare la posizione di tutte e dieci le dita delle mani, ma all'atto pratico il ricercatore ha mostrato azioni che facevano uso di sole due dita: ad esempio, ha ridimensionato una finestra trascinandone i bordi.
Lo schermo multi-touch del prototipo è costituito da un normale notebook a cui è stato montato un display multi-touch che utilizza, fra le altre cose, dei sensori a infrarossi: oltre che per rilevare il movimento delle dita, questi potrebbero anche essere utilizzati per ricevere comandi da remoto attraverso l'uso di uno o più telecomandi.

L'impressione è che, almeno per quel che riguarda l'hardware, il sistema possa diventare un prodotto commerciale entro pochi anni: rimane da vedere se e quando Microsoft deciderà di implementare un'interfaccia multi-touch in Windows.


29 Commenti alla Notizia Microsoft svela un notebook multi-touch
Ordina
  • Ma in MS sono dei geni! già visto l'anno scorso con beryl
    http://www.youtube.com/watch?v=Yx9FgLr9oTk

    happy linux
    non+autenticato
  • Avete notato come la grafica dell'interfaccia assomigli molto al progetto looking glass di Sun?

    Ma non è finita qui: l'immagine che il dimostratore si diverte a ingrandire muovendo le dita porta, in cima, proprio la scritta "looking glass".

    Chissa a cosa si sono ispirati!
    non+autenticato
  • ottimo, non ci sono parole

    apple non sarebbe in grado di farlo
    non+autenticato
  • Solo due dita?
    ... e ctrl-alt-del come lo premi?
  • parlo da programmatore, già il mouse per tante cose toglie tempo e concentrazione (devo 'vedere' dove punta la freccetta e scegliere il bottonce giusto interrompendo il flusso di pensiero, molto meglio ricordarsi gli shortcut quando ci sono...), figuriamoci un sistema che per essere pilotato ha bisogno non di una ma ben DUE mani occupate...
    E teniamo presente che stiamo parlando di microsoft, succederà che ci saranno operazioni fondamentali (chessò, un elimina file) che bisognerà effettuare per forza con due mani. Già succede ora: pensate ad esempio all'operazione di creazione cartella... ma dico io, ma sarà una delle principali operazioni possibili? Bene, i geni alla ms hanno deciso di NON mettere uno shortcut, ti obbligano a fare "alt+F U C" passando dal menu e dovendo usare sia la mano dx che la sx, quando c'è il menu, spesso devi per forza usare il mouse!!! Non bastava un Ctrl+N??


    Altro dubbio: già ora faccio di tutto per evitare che il display del mio portatile si sporchi, perchè se c'è dello sporco non puoi lavorare seriamente facendo grafica (per esempio), ora, questo nuovo gioiellino sarebbe totalmente incompatibile con le pringlesSorride Peggio di un driver a 64bit installato su winxp32.


    Capisco che la tecnologia del multitouch sia effettivamente un bel passo avanti, ma la microsoft la sta impegnando nel settore sbagliato (imho). Vada per surface, ma per i portatili assolutamente no.
  • Ogni utente ha le proprie necessità. Un programmatore non trae benefici da questo prodotto, ma p.es. potrebbero essere fatte interfacce di gestione finanziaria o di magazzini o di altro che traggano beneficio dall'uso del multi-touch.

    Personalmente ho provato looking-glass sul mio PC ed ho sentito la necessità di un sistema di puntamento diverso dal mouse. Con interfacce spaziali il mouse è limitato e limitante.

    Si può discutere su a cosa serva LG3D, ma ci sono ambienti dove può avere una sua utilità.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)