UE, indagini oltre Google

Si lavora anche sui competitor dell'azienda, per verificare il trattamento dei dati

Bruxelles - Aveva sollevato rumore la grande attenzione che le autorità dell'Unione Europea hanno voluto riservare alle pratiche sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Google. Ma è un'attenzione che, hanno spiegato, non è rivolta soltanto al colosso di Mountain View.

La Commissione ha infatti confermato che sta estendendo le proprie indagini fino a comprendere anche i rivali di Google. L'idea del Working Group Articolo 29 è di capire quale genere di informazione viene conservato sugli utenti, per quanto tempo e con quali scopi.

Ad essere interessati dal provvedimento, con la conseguenza che dovranno fornire informazioni e tenersi a disposizione, sono senza dubbio Microsoft e Yahoo!, sebbene non possa escludersi che anche altri big player del settore vengano via via coinvolti negli accertamenti in corso.
2 Commenti alla Notizia UE, indagini oltre Google
Ordina
  • Mah secondo me google e gli altri del settore cominciano ad essere scomodi perchè non contrallati e perchè tamite loro si ha accesso ad una vasta quantità di materiali, notizie, discussioni.. Insomma uno dei modi migliori per tappare le ali ad internet è quello di controllarne gli indici ed i meccanismi per trovare le cose.
    non+autenticato
  • - Scritto da: marco
    > Mah secondo me google e gli altri del settore
    > cominciano ad essere scomodi perchè non
    > contrallati e perchè tamite loro si ha accesso ad
    > una vasta quantità di materiali, notizie,
    > discussioni.. Insomma uno dei modi migliori per
    > tappare le ali ad internet è quello di
    > controllarne gli indici ed i meccanismi per
    > trovare le
    > cose.

    Più che tarpare le ali direi che essendo queste multinazionali possono fare il bello e il cattivo tempo e quindi i governio vogliono capire fino a che punto...
    non+autenticato