Gentiloni: rottamiamo le tivų

Annuncio di una nuova policy per spingere il digitale terrestre

Roma - Gli italiani non si sono ancora convertiti sul piano psicologico e tecnico alla televisione digitale terrestre? Il Governo risponde con nuove iniziative pensate per alimentare l'acquisto di nuovi impianti televisivi adatti alla ricezione del segnale digitale.

Se ne è parlato ieri, giornata rilavante perché ha segnato l'inizio delle votazioni sul DDL Gentiloni sulla riforma della Legge Gasparri, quando il Governo ha introdotto la rottamazione dei vecchi televisori come una delle possibili risorse per "spingere" il digitale terrestre.

In una intervista a Radio Radicale uno dei più esperti deputati della maggioranza sul fronte dell'informazione e della televisione, Giuseppe Giuglietti, ha sottolineato come l'idea espressa dal sottosegretario Vimercati a nome del ministro Gentiloni sia quella "di favorire nei prossimi mesi il passaggio al digitale attraverso la rottamazione dei vecchi televisori, per incentivare l'acquisto dei nuovi".
Giuglietti, che nella fase di discussione del DDL Gentiloni sta lavorando per inserire anche un dibattito più ampio sul digitale terrestre, ha sottolineato come a suo avviso "quello che è significativo è che il Governo abbia confermato l'intenzione di fare presto assieme agli altri paesi europei, nel 2012" (il passaggio definitivo al digitale terrestre).

Vimercati d'altro canto ha spiegato che nei prossimi mesi verranno studiati nuovi provvedimenti incentivanti per gli italiani tra i quali, appunto, quelli che consentiranno di rottamare i vecchi televisori per acquistarne di nuovi.
59 Commenti alla Notizia Gentiloni: rottamiamo le tivų
Ordina
  • Ma cosa rottami, io non ho comprato il digitale terrestre perchè nella mia città manca il segnale di mediaset, mi sembra che sia presente però la7.
    Portate prima i segnali e poi compriamo sto decoder. Basta di fare sempre le cose all'Italiana, e cioè al contrario!
    non+autenticato
  • .. per una volta che sia il MERCATO a decidere se una tecnologia va bene, e` tanto brutto?

    Incentivi per le la TV digitale, protezionismo verso la Telecom per l'ADSL, balzelli sui CD/DVD, incentivi al cinema italiano, tasse di importazione sui prodotti USA e giapponesi, incentivi per la rottamazione dell'auto, aiuti alla FIAT, ecc. ecc.

    Mettete l'embargo sulla Cina (e quelli come loro) finche` non smettono di sfruttare i bambini, e liberalizzate tutto il resto (si`, compresa la prostituzione, con apposite norme igieniche). Non e` piu` semplice?

    Tutti uguali, destra, sinistra, centro, sopra e sotto...

    Mah.
    Shu
    1232
  • > Incentivi per le la TV digitale, protezionismo
    > verso la Telecom per l'ADSL, balzelli sui CD/DVD,
    > incentivi al cinema italiano
    Se pensi che pure Sky piglia dal governo incentivi per spedire la sua guida tv ai suoi abbonati...

    se permetti io preferisco che quei soldi vengano usati per incentivare il dtt e non una guida tv!
    non+autenticato
  • Qualcuno è disposto a dare un incentivo per rottamare questa classe politica? TUTTA ma proprio tutta?
    A casa TUTTI QUELLI che sono già stati eletti una volta!
    Questo non garantisce che i prossimi saranno migliori ma almeno saranno diversi!

    ArrabbiatoArrabbiatoArrabbiato
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 27 giugno 2007 17.08
    -----------------------------------------------------------
  • Personalmente non mi frega nulla della Tv e men che meno di quella digitale. Perchè devo essere costretto a comprare un'apparecchio in cambio di quello che ho? Se me lo regala lo Stato ok, sennò mi tengo il mio che va benissimo. Il telegiornale lo vedo lo stesso e tanto mi basta.
    Arrivederci e grazie.
    non+autenticato
  • Dimenticavo... se poi non mi funziona più il televisore, per sentire il TG mi basta una comunissima radio. Quindi la Tv digitale è un ciaffo, una cianfrusaglia inutile e dispendiosa.
    non+autenticato
  • Da sinistra i vetero, proto, ex, post, acheo-comunisti accusano sempre i capitalisti (noi poveri sostenitori del libero mercato) di assere favorevoli alle guerre per poter, dopo la distruzione, ricostruire (che sia falso è avvio, ma c'è gente che ci crede).

    Ma, alla fine, tutte le rottamazioni che fa la sinistra non sono altro che incentivi a distruggere qualche cosa che funziona perfettamente per sostituirlo con qualche cosa di prodotto di cui non c'è il bisogno. Per questo vengono dati incentivi e costrizioni a utenti e produttori. In pratica si tratta di costringere tutti ad una obsolescenza accelerata e completamente innaturale dei propri beni, aumentando i costi e riducendo i benefici per le persone.

    Vogliono che la gente passi al DTT? Facciano mettere il ricevitore in ogni TV, VCR, ricevitore SAT, DVD, etc. E poi spengano la TV analogica.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 22 discussioni)