La grande festa contro le videodipendenze

Annuncio dei Netdipendenza Onlus sulla nuova iniziativa

Roma - La 5° edizione della Campagna nazionale di prevenzione delle videodipendenze, che si terrà dal 5 luglio al 23 settembre, prevede numerose iniziative organizzate da Netdipendenza Onlus in collaborazione con varie associazioni.

Li racconta una nota: "Stage e spettacoli di danza e percussioni per "scuotere i corpi dagli schermi" e favorire la relazione sociale (a cura della compagnia Exprimitive di Nicla Jane Giorgi), tai chi chuan con Paola Wu Min per prevenire le disarmonie che la vita stressante e ipertecnologica può generare, passeggiate nel parco di Martignano e gita in canoa per recuperare il contatto con la natura (lasciando perdere per una sera lo schermo...), il teatro dei burattini con la compagnia Helios per educare i ragazzi ad una creatività "diversa" e alternativa alla "tata-tv", tre settimane di vacanza con la coccoloterapia di Paolo Cericola per prevenire il tecnostress, una serata contro la tv sonnifera animata dal cantautore Alfredo Rocca, un incontro di sensibilizzazione al rischio videodipendenze a cura della psicologa Nunzia Fasano".

"Le iniziative - spiega la nota - sono organizzate per fasce di età: ragazzi, adulti, anziani. Le sindromi correlate alle videodipendenze, infatti, possono colpire chiunque: il primo allarme è il tempo eccessivo trascorso con lo schermo".
Iniziata nel 2003 con una "vacanza per tecnostressati" la Campagna nazionale contro le videodipendenze è ormai da tempo l'iniziativa di riferimento con cui si intende sensibilizzare l'opinione pubblica "sui rischi - sottolinea Netdipendenza Onlus - di ammalarsi di IAd (internet addiction disorder), tecnostress, information overload (sovraccarico di informazioni), multitasking".

L'evento di inaugurazione sarà il 5 luglio a Roma con lo spettacolo Mambaye.
Tutte le info sulla manifestazione e la campagna sono sulla pagina dedicata
1 Commenti alla Notizia La grande festa contro le videodipendenze
Ordina