I primi robot dotati di taser

I cingolati intelligenti di iRobot potranno meglio contenere i caratteri più esuberanti e contribuire a mantenere l'ordine sociale grazie alle nuove armi non letali. In futuro faranno tutto da soli

Roma - Chi sconfina in comportamenti antisociali potrà presto trovarsi negli USA dinanzi ad un dispositivo elettronico semovente su cingoli, dotato di cam e sensori di movimento e, ora, anche di taser, la più nota arma non letale, la pistola-elettroshock, in dotazione alle forze dell'ordine statunitensi. Un coso al quale converrà ubbidire.

La ditta che produce i robot coadiuvanti nell'azione delle forze di polizia, iRobot, ha annunciato una partnership strategica con Taser International in base alla quale, spiega una nota, le forze dell'ordine e i militari potranno impiegare la tecnologia taser da un iRobot "per ingaggiare, rendere inoffensivi e controllare da una distanza di sicurezza pericolosi sospetti senza esporre il proprio personale, gli stessi sospetti o i passanti a rischi non necessari".

Il nuovo giocattolo
Il primo passo è dunque l'integrazione di un Taser X26 nel PackBot Explorer di iRobot (vedi foto qui sopra), una integrazione che consentirà ai clienti delle due aziende di provare il sistemino, suggerire le modifiche e giungere così "allo sviluppo di prodotti che possano includere una intera linea di Taser per piattaforme iRobot, fino ad una famiglia di robot pienamente integrati".

Qualcuno potrebbe ritenere inquietante il fatto che secondo il chairman di Taser International, Tom Smith, la propria tecnologia NMI - che sta per Neuromuscular Incapacitation - in futuro potrà essere integrata non solo in robot manovrati da remoto ma anche in sistemi robotici autonomi. Lo sottolinea ad Associated Press John Pike di GlobalSecurity.org, secondo cui il progetto Taser-iRobot è un nuovo passo verso una direzione nella quale "alla fine del prossimo decennio inizieremo a vedere RoboCop, o Terminator... Vedremo robot autonomi dotati di potenza letale".

Una visione che secondo Smith non è affatto quella che l'industria sta seguendo, un futuro che non deve preoccupare. Anzi il dirigente di Taser chiede a tutti di "rimanere in ascolto per quelli che saranno nuovi ed entusiasmanti prodotti e capacità che deriveranno da questo sforzo collaborativo (con iRobot, ndr.)".
28 Commenti alla Notizia I primi robot dotati di taser
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)