Apple D-User/ Leopard e gli Ipovedenti

di Carlo Filippo Follis - Un utente con disabilità o che non sia dotato di una buona vista può rallegrarsi per l'ultima incarnazione di Mac OS X? Sì e no, ecco perché

Roma - Questo articolo viene sviluppato basandosi sul primo "colpo d'occhio" che si ha alla prima schermata di Leopard. Mi sono limitato poi a lanciare Safari ed aprire il pannello Preferenze del Finder. Oggi il D-User è protagonista e così l'Ipovedente che potrebbero essere delusi e preoccupati per alcuni aspetti e che invece possono gioire per la Resolution indipendence di OS X 10.5.

Primo impatto
Premo il tasto di accensione del MacBook, compare l'erba ancora bagnata dalla rugiada come sfondo della scrivania, un Dock tutto nuovo ed una barra dei menù tutta "riveduta e corretta". L'insieme è gradevole, piace, il primo pensiero va all'erba che interrompe l'evoluzione di un'immagine che simboleggiava nei suoi cambiamenti il passaggio da un felino all'altro, mi ricorda il prato di Windows ed un po' mi disturba... C'è però qualcosa che nel complesso non mi convince affatto, penso ad un amico Ipovedente è comprendo cosa c'è che non va: la GUI nella sua complessa totalità.

Come Utente la approvo e son convinto che "facendoci l'occhio" la apprezzerò più della precedente, ma come D-User la boccio per buona parte e mi intristisco al pensiero che durerà un quinquennio o forse più.
Durante la lettura di quanto segue tornate a vedere l'immagine che appare qui sotto, guardatela ingrandita e comprenderete meglio molte considerazioni. Tenete però presente che, lavorando, le problematiche descritte si accentuano anche per via dell'ambiente che sempre interagisce con il monitor. Ottimizzando l'immagine su un PowerBook a schermo opaco ho avuto sensazioni migliori di quelle avute lavorando sul MacBook a schermo lucido.

Leopard - Finder

La barra dei menù
La barra dei menù diventa trasparente. Il nero con i toni di grigio toglie colore anche all'icona della Mela e di Spotlight. Tutto raggiunge un "tetro" minimalismo accentuato proprio dalla trasparenza della barra. Non è brutta, è sbagliata.
Apple ha sempre fatto scuola, per una volta che pare aver copiato sbaglia su un elemento fondamentale del sistema.

Fortunatamente il software non è realizzato con stampi in acciaio ottenuti per costosi passaggi di elettroerosione. Sarà quindi semplice collocare un cursore nelle Preferenze di Sistema che regoli l'opacità della barra affinché un utente possa renderla più Old Style. Navigando le varie aree non ho travato nulla che consenta questa opzione.

Il Dock
Il Dock è certamente vincente per le funzionalità aggiunte e per l'aspetto 3D. Al triangolo nero che indicava l'applicazione in esecuzione si sostituisce una forma ellittica che però risulta poco contrastata con il fondo (base Dock).
Molto utile e pregevole il supporto all'etichetta di applicazioni, cartelle e stacks che essendo abbastanza scura mette in evidenza il testo che nei precedenti OS X non aveva questo tipo di balloon. Non si capisce però il perché il balloon debba diventare chiaro, quasi inesistente, se dietro c'è una finestra aperta.
Gli stacks presentano eguali vantaggi e svantaggi relativamente al balloon delle icone.

Le finestre e le cartelle
Le finestre sono fra i principali soggetti di questa "GUI rivoluzione". La finestra attiva ha un colore troppo scuro che rende veramente difficile la lettura dei testi delle icone. Guardate per esempio questa immagine.

Finestra Prederenze Finder

Ingrandite l'immagine per una corretta visione.



Le etichette General, Labels, Sidebar ed Advanced risultano veramente poco leggibili. Sull'eleganza non si discute, è comunque una scelta pesante per gli occhi di tutti e non solo degli Ipovedenti.
Per il Web esistono precise regole per calcolare contrasti e differenze colore, è vero che pochi le rispettano però bisognerà pur iniziare... O no?!

Ad aggravare la situazione sono le nuove icone per le cartelle, talmente soft e "tono su tono" per le grafiche da essere tristi e scarsamente distinguibili.

Resolution indipendence
Leopard introduce però una funzione che renderà felici gli Ipovedenti, si tratta di "Resolution indipendence". L'innovazione consiste nell'utilizzare una unità di misura differente dal pixel per evitare che un elemento risulti troppo piccolo in funzione di una alta risoluzione del monitor.
Una seria valutazione dell'opportunità non può essere fatta prima del rilascio di Leopard, la base concettuale è indubbiamente ottima. Ciò che importa è che testi ed immagini vengano ben correlati nel dimensionamento voluto dall'utente. Il Web, ad esempio, raramente gestisce in egual misura gli effetti di immagini e testi dovendo accettare valori differenti come pixel, em, pt e...

In conclusione
Leopard sarà un gran sistema operativo, evolverà certamente con rapidità. Ho come l'impressione che sarà un OS X di transizione, come un'anteprima di cose già pensate per un futuro che sta maturando, ma già definito.

Carlo Filippo Follis
Norisberghen.it
Progetto Apple D-User

Tutti gli interventi del Progetto Apple D-User sono disponibili a questo indirizzo
32 Commenti alla Notizia Apple D-User/ Leopard e gli Ipovedenti
Ordina
  • Ma le avete viste le finestre del Mac Leopard??? Ovunque regna il colore grigio. Ma come fate a dire che è bello tutto ciò???? Come fate a dire che Vista a copiato dal Mac??? Mah
    non+autenticato
  • Da non credere!

    Beata ignoranza.
  • prova un mac e ti accorgerai della differenza.

    Piu' o meno come tra una fiat uno e una bmw serie 3 ultima serie.
    non+autenticato
  • Signori rendete i sitemi operativi apple per qualunque pc e vedrete che una gran fetta di persone proveranno e passeranno al vostro sistema.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Tony
    > Signori rendete i sitemi operativi apple per
    > qualunque pc e vedrete che una gran fetta di
    > persone proveranno e passeranno al vostro
    > sistema.

    La Apple, può farlo, se vuole chiudere
  • OSX si può già installare sulla maggior parte dei pc...Sorride
    Io ho un asus a7jc e ti sto scrivendo da osx, serve un pò di smanettamento (neanche troppo) ma alla fine gira che è un piacere. Io ormai uso principalmente osx e winzoz solo per i giochi. Per ora gira solo Tiger e precedenti, per Leopard ci stanno lavorando...

    http://forum.insanelymac.com/

    Non so se si può mettere il link di un altro forum, se non si può scusate e cancellatelo pure.
  • - Scritto da: Tony
    > Signori rendete i sitemi operativi apple per
    > qualunque pc e vedrete che una gran fetta di
    > persone proveranno e passeranno al vostro
    > sistema.

    E perche' scusa?

    OSX va come un gioiellino proprio perche' gira su hw apple, ultracertificato e ottimizzato.

    Questo significa qualita' superiore, non cessi di Trony da 399 euro.
    non+autenticato
  • Trovo l'analisi decisamente superficiale; già ora, infatti, per gli ipovedenti sono a disposizione diversi strumenti, nelle preferenze di sistema. Zoom, nero su bianco, bianco su nero, scala di grigi, contrasto regolabile... Che ne è dell'uso delle finestre di sistema con questi accorgimenti? E ce ne sono altri? Capisco che Leopard sia ancora... top secret, ma non citare neppure gli elementi vecchi per capire come reagisce l'ultima GUI mi pare un po' poco.
  • - Scritto da: Lana
    > Trovo l'analisi decisamente superficiale; già
    > ora, infatti, per gli ipovedenti sono a
    > disposizione diversi strumenti, nelle preferenze
    > di sistema. Zoom, nero su bianco, bianco su nero,
    > scala di grigi, contrasto regolabile... Che ne è
    > dell'uso delle finestre di sistema con questi
    > accorgimenti? E ce ne sono altri? Capisco che
    > Leopard sia ancora... top secret, ma non citare
    > neppure gli elementi vecchi per capire come
    > reagisce l'ultima GUI mi pare un po'
    > poco.

    ... a me graficamente piace molto di più il 10.4, sinceramente vedendo questa immagine sono un pò deluso
  • Be', qui si tratta di qualcos'altro che di piacereOcchiolino
    Comunque devo dire che a me invece piace abbastanza. Se devo dire la verità, uso già un dock pieno zeppo di icone per richiami rapidi, più una distribuzione di icone 'secondarie' sulla barra delle finestre, perciò sono decisamente contenta della sistemazione degli stack. Quanto allo sfondo... bah, uso già un sacco di immagini in sostituzione, stando molto al computer dopo un po' è inevitabile stufarsi, per cui non mi fa molta sensazione vedere l'erbetta anziché un fondo più o meno omogeneo di colore. Ma penso che comunque nasceranno i soliti programmi di personalizzazione più o meno 'virulenta' del finder Sorride
  • - Scritto da: Lana

    > Quanto
    > allo sfondo... bah, uso già un sacco di immagini
    > in sostituzione, stando molto al computer dopo un
    > po' è inevitabile stufarsi, per cui non mi fa
    > molta sensazione vedere l'erbetta anziché un
    > fondo più o meno omogeneo di colore.

    Io lavoro con un fondo grigio…
    Che scompaia il colore della mela e le icone in alto a destra siano coerenti mi solo che piacere.
    non+autenticato
  • Ciao Lana,

    Tutti gli effetti che citi li ho provati con risultati che sono improponibili. Avrei voluto mostrarti gli screenshots, purtroppo Mela+Shift+3 non cattura gli affetti applicati come la scala di grigi e ... Puoi provara anche con Tiger.

    Il problema è un altro: i vari filtri che si possono citare devono valere per “estremizzare” una resa in base alla specifica necessità.
    La base di partenza, quella “collettivamente usata” non può esimersi dal tener conto di vaolori medi comunque utili a tutti.

    Quando userai Leopard comprenderai ciò che ho scritto.

    A presto, ciao!
  • Mi fa piacere apprendere qualche informazione in più. Di solito, parlando di ipovedenti, non ci si riferisce ad un semplice utilizzo di zoom... i problemi sono più complessi di un semplice deficit da miopia (limitazioni del campo visivo, mancata percezione dei colori, visus distorto... sono problemi piuttosto comuni a chi soffre di patologie oculari). Perciò mi interessava molto sapere quale fosse l'impatto in Leopard della resa che tu definisci "estrema". Mi pare che ora il quadro sia più completo...

    Grazie, e un saluto.
  • Domanda volante: pensi di provare anche voice over e come interagisce col sistema? In particolare con iCal, visto che attualmente è illeggibile... Scusa se... approfittoSorride
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 06 luglio 2007 12.17
    -----------------------------------------------------------
  • Mi hai dato un'idea ... Provero per te!

    Ti anticipo comunque una notizia non bella (in base a ciò che so), continua il supporto alla sola lingua inglese salvo colpi di scena.

    A presto, ciao!
  • Sì, il solo supporto all'inglese è confermato, ma ci sarà supporto per i gruppi di lingue esterni, prodotti da terze parti, che è già cosa buonaOcchiolino Se hai occasione, prova la voce HQ Chiara, della Convenience Ware - è la migliore disponibile sul mercato al momento.
    Intanto grazie per la prova!
  • Ciao Lana,

    Volentieri, dammi sollo maggiori infomazioni su HQ Chiara. Riconosco la mia ignoranza ...

    A presto, ciao!