Elitel, riavvio appeso alle finanze

I molti servizi dell'apprezzato operatore di telecomunicazione rimangono in bilico ed entro domani tutte le sue linee potrebbero essere distaccate. Per i clienti si prospetta un periodo di limbo

Roma - Il "guasto tecnico" che ha tenuto fuori dalla rete per diversi giorni un numero crescente di abbonati Elitel potrebbe rivelarsi qualcosa di più serio, che potrebbe tradursi in un futuro prossimo di incertezza per la connettività degli utenti dell'operatore. Ai problemi tecnici, infatti, sembrano aggiungersi questioni di natura finanziaria.

Ne accennava Forbes alcuni giorni orsono, spiegando come il gruppo TLC italiano avesse annunciato ai mercati prima di fine giugno di non poter rendere pubblico il proprio bilancio nei termini stabiliti (ovvero il 30 giugno) "perché le trattative con i creditori non sono ancora concluse".

E il suggerimento che ci si trovi dinanzi ad una questione più finanziaria che tecnica, e che tutto questo dipenda dal rapporto di Elitel con Telecom Italia, viene confermato in queste ore.
In un lungo post sul suo blog, Alessandro Longo ricostruisce infatti il problema finanziario che sembra attanagliare l'operatore, in particolare un debito ancora troppo elevato verso Telecom Italia. Quest'ultima, che pure in mesi recenti era parzialmente venuta incontro all'azienda TLC, avrebbe ora intenzione di concludere tra oggi e domani la disconnessione di tutte le linee Elitel, con la sola eccezione di alcuni clienti istituzionali. Tutto questo, evidentemente, solo nel caso in cui Elitel non trovi il modo di far fronte al debito.

Nel complesso, comunque, siamo dinanzi ad una situazione che non sorprende esperti come Stefano Quintarelli, secondo cui le difficoltà economiche sono comuni a pressoché tutti gli operatori TLC italiani. Quintarelli ricorda come tutto questo sia sintomo di un mercato che rende molto più che difficile la vita a chi vuole competere con Telecom Italia, come viene denunciato ormai da molti anni e in molte diverse forme dalla quasi totalità degli operatori alternativi. Tutto fa pensare, in altre parole, che questo caso potrebbe essere solo il primo di una "nuova serie".

Come peraltro è già accaduto in passato con altri operatori debitori di Telecom Italia, sull'intera vicenda pesa anche una contesa legale tra i due operatori coinvolti, che si dipana tra Autorità TLC e Tribunale di Roma: su entrambi i fronti è per ora Telecom ad uscirne nel migliore dei modi.

Rimane da chiarire, evidentemente, quale debba essere il destino degli utenti, molti dei quali, a guardare quel che si legge in giro, già stanno pensando di cambiare operatore. In ogni caso su questo fronte giocheranno un ruolo centrale nei prossimi giorni la stessa Autorità TLC e Telecom Italia.
65 Commenti alla Notizia Elitel, riavvio appeso alle finanze
Ordina
  • Salve,

    le linee sono state liberate dagli ADSL di Elitel.

    Ora potete fare il contratto con chi volete.

    Un saluto e a presto.
    non+autenticato
  • Il panico è finito.
    Io ho risolto, ho trovato questo sito www.risparmiaresultelefono.it di una piccola compagnia, mi pare TLC si chiami, trovata su internet e già ho la cps con loro. L’operatore mi ha detto che stanno lavorando centinaia di richieste di ex utenti elitel e che stanno cercando di accellerail il più possibile, visti i nostri disagi.
    Li ho chiamati al numero verde 800 13 28 24 e, incredibile! mi hanno risposto subito.
    Ora mi manca casa, spero me la attivino entro domani.
    Per l’adsl la cosa è un pò più grave, inquanto si devono aspettare sempre i tempi tecnici.
    Per il numero verde, io ne ho attivato uno nuovo con loro… meglio di niente!
    non+autenticato
  • Perdurando la situazione di non fruibilità dei vostri servizi da ormai troppi giorni, mi vedrò costretto a sospendere i pagamenti.
    Codice cliente: 1648011
    non+autenticato
  • e perche lo dici a noi del blog!!!!!!!!!!!
    dillo alla elitel no!!!!!!
    non+autenticato
  • Sono ignorante in materia di "conti", ma se telecom acquisisse Elitel ? Come dire: mi devi X milioni di euro, invece di pagarli, mi dai la tua azienda. Telecom acquisirebbe centinaia di migliaia di clienti (tra cui io, diavolo....) e gli utenti finali almeno potrebbero usare il telefono. E non lasciare tutti all'acqua come sta succedendo in questi giorni.
    Ma probabilmente non è possibile....
    Alla fine secondo me le colpe sono di Elitel che ha pre dirigenza i soliti mangiasoldi a tradimento (fallirà l'azienda mentre loro se la godranno al sole di qualche paradiso fiscale) ma anche di Telecom che non ha rispetto alcuno per l'utenza finale (ma non è una novità)
    non+autenticato
  • Se per utenza finale intendi un cliente Telecom Italia, allora parliamo di determinate tutele e doveri da parte di Telecom e potrei essere daccordo, se invece ti riferisci ad un cliente telecom che si avvale dei servizi (dati, fonia, VoIP, et alter) di altro gestore, le stesse tutele e diritti sono leggermente diversi e non mi trovi daccordo.
    Nel momento in cui decido di avvalermi dei servizi anche di un'altra azienda sottoscrivo con essa un contratto di fornitura. L'azienda si impegna a fornirmi quella prestazione . Se non lo fa chi è inadempiente? Chi pago per il Servizio? Chi deve assicurarmelo?
    In casi di Preselezione (le mie chiamate in uscita decido di pagarle ad altro gestore) se non riesco a telefonare se non usando il 1033 (prefisso di selezione per il traffico Telecom) con chi me la devo prendere?
    non+autenticato
  • Alla fine chi paga non è tutelato affatto, da nessuno.
    non+autenticato
  • INNANZITUTTO PER COMUNICARE CON TELECOM E' DA IMPAZZIRE PERCHE I TEMPI DI ATTESA AL 191 SONO LUNGHISSIMI, INOLTRE L'OPERATORE CHE RISPONDE SE E' DI BUONA "LUNA" POTREBBE DARTI INDICAZIONI ALTRIMENTI TI SENTI IN COLPA PER AVER CHIAMATO.
    LA NOSTRA VICENDA E' UNICA.
    LA NOSTRA DITTA SI è TRASFERITA IN UN NUOVO CAPANNONE IN UNA NUOVA ZONA INDUSTRIALE DOVE MANCAVA LA LINEA TELEFONICA.
    PER 3 MESI SIAMO RIMASTI SENZA TELEFONO SENZA AVERE NESSUNA RISPOSTA IN MERITO.
    iL CAVO TELEFONICO CE LO SIAMO ANDATI A PRENDERE NOI A VERONA PERCHE' ALTRIMENTI LA DITTA SIRTI CHE SEGUE I LAVORI TELECOM AVREBBE PROLUNGATO ANCORA I TEMPI PER AVERE LA LINEA TELEFONICA.
    INOLTRE C'E SEMPRE IL RISCHIO CHE QUALCHE ALTRO GESTORE SI INTRUFOLI NELLA NS. LINEA TELEFONICA.
    CON eLITEL CI SIAMO SEMPRE TROVATI BENE PERCHè C'ERANO LE RISPOSTE ALLE NS. DOMANDE E GLI ACCREDITI VENIVANO PAGATI SUBITO.
    LA QUESTIONE FINANZIARIA DI ELITEL? E TELECOM?
    SI LEGGONO MOLTE VICENDE SUI QUOTIDIANI.
    NON STUPIAMOCI DI NULLA PERCHE' SIAMO IN ITALIA!
    non+autenticato
  • Primo: NON URLARE. Probabilmente non lo sai, ma scrivere in maiuscolo significa urlare e non è mai una bella cosa.
    Secondo: per tutelarci da abusi, inadempimenti o altre simpatiche situazioni esistono gli strumenti.
    Telecom ha dei tempi precisi entro cui deve attivare una nuova linea (o ripararne una danneggiata), se non lo fa deve pagare un indennizzo al titolare. Al momeno non so a quanto ammonti, ma quando ho fatto causa io i tempi erano 10 giorni lavorativi ed il risarcimento era pari al 50% del canone per ogni giono di ritardo.
    Non è stato facile, ho dovuto andare in giudizio, ma i signori di telecom hanno pagato fino all'ultimo euro (oltre alle spese legaliSorride).
    Morale della favola: DOCUMENTARSI sempre sullenormative, sulle condizioni generali del contratto e sugli strumenti di difesa, poi attivarsi per tutelare i propri diritti.
  • Il Sistema non è sicuramente perfetto!
    Telecom Italia deve affrontare tutti gli ostacoli propri di una azienda molto grossa con strutture in molte zone antiquate e infrastrutture a volte elefantiache nelle risposte alle esigenze degli utenti.
    Quoto in pieno il consiglio a documentarsi prima di agire e soprattutto, cosa che nessuno di noi utenti fa mai (ed è strano quando si parla di utenti business che con economia-contratti-mercato-contabilità-fatture dovrebbero avere dimestichezza!!!)leggere i contratti che stipuliamo.
    L'erogazione del servizo telefonico è regolamentato da un contratto tra utilizzatore finale e gestore-fornitore del servizio. Vi sono clausole che logicamente tutelano il Fornitore ma anche molte che gioco forza tutelano il consumatore-fruitore del servizio.
    Da carta dei Servizi di Telecom Italia una nuova attivazione di linea Telefonica (NIP) ha un tempo di lavoro stabilito in dieci (10) giorni lavorativi. Vi sono delle eccezioni e sono quei casi, come il vostro purtroppo, in cui l'edificio-zona-terreno non è raggiunto dalla rete telecom (nuova zona industriale, nuovo edificio, espansione urbana, Centrale territoriale satura e altri casi particolari) o ancora la toponomastica della zona sia stata variata di recente (strada o civico sconosciuti per i DataBase di Telecom). In quei casi Telecom si riserva di effettuare l'attivazione previo sopralluogo di Squadra Tecnica, spostando i tempi di attivazione a volte e purtroppo anche di mesi (pensiamo ai problemi inerenti alla lentezza dell'aggiornamento delle mappe catastali, dei piani regolatori dei comuni, all'acquisizione dei permessi di scavo e messa in posa delle infrastrutture sia pubblici che privati) Capita spesso che un privato neghi le autorizzazioni per utilizzare il suo suolo, nel suo pieno diritto tra l'altro, o che il regolamento comunale preveda per la zona l'obbligo di indire gara di appalto per l'assegnazione dei lavori in questione (lascio a voi immaginare tempi e conseguenze)
    In ogni caso i tempi dovrebbero, ed uso il condizionale a proposito, essere comunicati al cliente. Condizionale d'obbligo in quanto si ricade ovviamente nella capacità-professionalità dell'operatore in linea e/o del tecnico in questione.
    Nel caso in cui ci si ritrovasse nella casisistica standard e si riscontra un ritardo l'utente ha pieno diritto di inoltrare reclamo formale, seguendo i canali a lui riservati (call center 191/187, Golden fax dedicato, raccomandata alla sede preposta) tutti specificati sulla carta servizi e sulle fatture (queste sconosciute mai lette attentamente!MAHH.) In ultima istanza ci si può rivolgere, se non soddisfatti o non ascoltati alle autorità giudiziarie, ai giudici di pace, alle associazioni di consumatori. Vi assicuro che non sempre si è costretti ad arrivare a tanto.
    Per finire una precisazione sui guasti. Sempre il nostro caro amico contratto ci dice che Telecom si impegna a ripristinare il servizio nelle 48 lavorative seguenti la segnalazione. 48 ore che partono dalla mezzanotte del giorno in cui segnalo (es: chiamo il 10 luglio alle 7.30 am le 48 ore partono alle 23.59 pm del 10 luglio.)Questo non vuol dire che certamente in 48 ore ripareranno la linea, la qual cosa ovviamente dipende dall'entità del guasto (se fondo il motore della macchina difficilmente mi aspetto che il meccanico me la ripari in mezza giornata, soprattutto se la mia non è l'unica macchina che ha da riparare...)ma sempre lui, il contratto mi tutela, in quanto mi dice che se si superano le 48ore, a seguito di formale richiesta attraverso i soliti canali di cui sopra, Telecom è tenuta a rimborsare il 50% del canone mensile applicato alla mia tipologia di linea per ogni, ripeto ogni, giorno di ritardo nella riparazione (due calcoli: due giorni di ritardo un mese di canone rimborsato. Va da sè che seguire l'andamento della nostra segnalazione di guasto nei tempi e nei modi previsti e civili e un buon suggerimento.
    Un ultimo appunto. Avete scritto che con Elitel non avete mai avuto problemi. Sottolineo semplicemente la difficoltà che ora molti utenti hanno a contattare i loro operatori per informazioni su cosa sta accadendo. Gli operatori Telecom sono sempre in risposta, il 187 risponde ogni giorno dell'anno e quasi 24ore al giorno, il 191 tutti i giorni lavorativi sabati compresi dalle 08 am alle 20 pm e il tutto senza costi aggiuntivi per gli utenti da qualsiasi apparecchio chiamino (fisso e mobile di qualsiasi gestore).
    Detto ciò mi auguro che comunque la situazione degli utenti Elitel si risolve nel minor tempo possibile.
    Cordiali Saluti

    Un operatore 191
    non+autenticato
  • Gli operatori Elitel non rispondono perchè Telecom gli ha tagliato i numeri in ingresso. Seppure senza sbilanciarsi sulla situazione, sul sito elitel.biz hanno inserito dei numeri geografici da poter contattare dove gli operatori rispondo dopo circa 30 secondi di attesa (che secondo me per quanto saranno sommersi di chiamate sono pochissimi).
    In condizioni normali, ovvero prima che telecom li tagliasse, gli operatori elitel mi hanno sempre risposto rapidamente, ascoltando i miei problemi e cercando di risolverli. Cosa che puntualmente NON accade al call center del 187 / 191 dove prima devi aspettare dai 3 agli X minuti, e poi quando ti rispondono ti trattano a pesci in faccia.
    Applausi a telecom.
    Disastro a parte, Elitel per la mia personale esperienza era e rimane un operatore serio, almeno nel rapporto con il cliente.
    non+autenticato
  • Bisognerebbe domandarsi prima di tutto a cosa è dovuto l'inconveniente che affligge Elitel in questi giorni.
    Se il problema è squisitamente tecnico è un conto.
    Se dovesse essere finanziario tutto un altro.
    Se mi impegno ad offrire un servizio al mio utente a 1cent a chiamata però gli accordi con il mio fornitore sono per 10cent per la stessa chiamata, sicuramente farò un botto di nuovi contratti con gli utenti (risparmio facile e veloce) ma quanto potrò durare??? Incasso 1 spendo 9. Esempio un pò estremo ma spero chiaro del principio di fondo
    Abbatto i costi di manutenzione, di riparazione, meno stipendi dei tecnici da pagare, meno organigramma ma a lungo andare avrò dei problemi non credi?
    Per quanto attiene al comportamento degli operatori posso rispondere solo per il mio operato personale ma sono perfettamente conscio che per alcuni c'è poca capacità e/o professionalità, come del resto in molti altri campi.
    Per i tempi di attesa purtroppo non ci sono scuse ma è un problema sistemico. Tanti utenti, tanti problemi tanta attesa(Come alle poste nel periodo di paga delle pensioni, permettimi la battuta per sdrammatizzare).
    Ti assicuro che non ci divertiamo a lasciare in attesa un cliente e non possiamo, anche volendolo. Tra una chiamata e l'altra il tempo tecnico è fissato in 5 secondi, chiudo con te e ho cinque secondi massimo per bere un sorso d'acqua che ho già risposto al prossimo.
    Con questo non cerco scuse solo chiarezza
    non+autenticato
  • CARI ITALIANI LA TELEFONIA E' TALMENTE COMPLESSA CHE NON VALE LA PENA RISPONDERE PERCHè SI PERDE SOLO FIATO.
    LEGGIAMO TUTTI I GIORNALI O ASCOLTIAMO LE NOTIZIE AL TG E QUINDI NON SERVONO RISPOSTE IN MERITO.
    non+autenticato
  • INNANZITUTTO SI CHIAMA IL 191 PO SI SCHIACCIA A SCELTA IL N...... POI IL N....... E POI SI ATTENDE L'OPERATORE CHE POTREBBE DARTI UN'ALTRO NUMERO PER METTERTI IN CONTATTO CON UN ALTRO OPERATORE PER AVERE NOTIZIE PIù SPECIFICHE E DI INVIARE RACCOMANDATE ECC. ECC. E SI ASPETTA E ASPETTA PER SAPERE SE TI COLLEGANO IL TELEFONO E OGNI VOLTA TI DICONO FRA 2 GIORNI, DOMANI E SI VA AVANTI 3 MESI.
    POI TI VIENE DETTO CHE LA ZONA NON E' COPERTA DALLA LINEA TELEFONICA E ALLORA SI CHIAMA IL COMUNE, POI LA DITTA COSTRUTTRICE DEL CAPANNONE MA LORO TI DICONO CHE E' DI COMPETENZA DELLA TELECOM E ALLORA SI CHIAMA LA SIRTI E LA SIRTI LAVORA SU ORDINI TELECOM ECC. ECC.
    MI CREDA SE FOSSE STATO LEI AL NOSTRO POSTO?
    MIO FRATELLO PER L'ATTIVAZIONE DELLA LINEA ADSL CON ALICE HA ASPETTATO 1 MESE E MEZZO E HA TELEFONATO NON SO QUANTE VOLTE PER AVERE DELLE RISPOSTE.
    MA LEI NON SA CHE TELECOM HA REGISTRATO UN ALTRA DITTA DI CHIETI CON LA NOSTRA STESSA PARTITA IVA E CHE GRAZIE A SOLUZIONE AZIENDA (GENTILISSIMI) ABBIAMO SISTEMATO LE COSE.

    CORDIALI SALUTI.
    non+autenticato
  • NON URLO PERCHE' CAMBIO CARATTERE DI SCRITTURA E LE FACCIO NOTARE (FORSE LEI HAI AVUTO FORTUNA) CHE ANDARE CONTRO LA TELECOM E' COME ARRAMPICARSI SUGLI SPECCHI.
    PIU' DI UN LEGALE CI HA CONSEGNATO DI LASCIAR PERDERE E ATTENDERE. INOLTRE ABBIAMO UN PACCO DI LETTERE RACCOMANDATE, FAX ED E-MAIL INVIATE ALLA TELECOM.
    SE NON PORTANO IL CAVO TELEFONICO COSA FA? SI DOCUMENTA E PARLA CON CHI? CON QUALE OPERATORE? CHE TASTO SCHIACCIA PER PARLARE AL 191? SE CONOSCE QUALCUNO DI IMPORTANTE CE LO INDICHI.
    CHIEDE I DANNI PER 3 MESI DI MANCANZA DI SERVIZIO A DANNO VERSO LA DITTA?
    ORMAI LA NS. VICENDA E' FINITA E CI FACCIAMO UNA RISATA QUANDO APRIAMO LA CARTELLINA TELECOM E OSSERVIMO LA BOLLA DEL CAVO TELEFONICO CHE E NS. SPESE SIAMO ANDATI A PRENDERE.
    non+autenticato
  • > NON URLO PERCHE' CAMBIO CARATTERE DI SCRITTURA E
    Le faccio notare che si tratta di una convenzione riconosciuta da tutti gli utenti: scrivere in maiuscolo equivale ad urlare... Non capiscopoi che bisogno ci sia di utilizzare il maiuscolo, fose il tasto CAPS LOCK è bloccato?
    In ogni caso faccia pure come crede.

    > LE FACCIO NOTARE (FORSE LEI HAI AVUTO FORTUNA)
    > CHE ANDARE CONTRO LA TELECOM E' COME ARRAMPICARSI
    > SUGLI SPECCHI.
    Non si tratta di fortuna. Si tratta di leggere i contratti ed andare fino in fondo.

    > PIU' DI UN LEGALE CI HA CONSEGNATO DI LASCIAR
    > PERDERE E ATTENDERE.
    Bei legali che avete! E l'hanno in qualche modo motivato oppure è solo che non se lasentivano di affrontare quella cattivona di TeleKom?

    >INOLTRE ABBIAMO UN PACCO DI
    > LETTERE RACCOMANDATE, FAX ED E-MAIL INVIATE ALLA
    > TELECOM.
    Bene. Mettele a frutto. Tentativo di conciliazione presso il Corecom e, eventualmente, causa.
    Sempre che il problema fosse efettivamente soltanto portare un filo e non altro.

    > SE NON PORTANO IL CAVO TELEFONICO COSA FA? SI
    > DOCUMENTA E PARLA CON CHI? CON QUALE OPERATORE?
    > CHE TASTO SCHIACCIA PER PARLARE AL 191?
    Allora guardi è molto semplice. Se parlare non serve a nulla si scrive, se neanche questo funziona ci si rivolge all'AGCOM (autoritàGarante Comunicazioni) per il tentativo di conciliazione, se questo fallisceci si rivolge al Giudice (tra l'altro nel 99% dei casi basta il GdP il che consente di contenere notevolmente le spese legali).

    >SE CONOSCE QUALCUNO DI IMPORTANTE CE LO
    > INDICHI.
    Ancora con la mentalità da "raccomandazione". Ce lo vogliamo ficcare in testa che siamo cittadini con dei diritti e non sudditi che devono mendicare un favore?
    Conosco il Codice Civile, so leggere un contratto e so che se il contratto stabilisce che la linea deve essere attivata entro 10 giorni e controparte non adempie ho diritto al risarcimento del danno (come prevede lo stesso contratto alle condizioni generali).

    > CHIEDE I DANNI PER 3 MESI DI MANCANZA DI SERVIZIO
    > A DANNO VERSO LA DITTA?
    Esatto. Ripeto non ho sottomano le nuove condizioni generali di contratto, ma in base alle vecchie vi spettail 50% del canone mensile per ogni giorno lavorativo di ritardo, salvo il danno maggiore.
    Se vi "acomntentate" della penale contrattuale non dovete fare altro che dimostrare che il giorno X avete chiesto la linea ed il giorno X +3 mesi ve l'hanno attivata. Non mi sembra impossibile.
    Sarà Telecom a dover dimostrare eventi ESTERNI e NON DIPENDENTI DA ESSA che le hanno impedito di adempiere.
    A spanne nel vostro caso si tratta di ottenere circa 1500 euro di risarcimento.

    > ORMAI LA NS. VICENDA E' FINITA E CI FACCIAMO UNA
    > RISATA QUANDO APRIAMO LA CARTELLINA TELECOM E
    > OSSERVIMO LA BOLLA DEL CAVO TELEFONICO CHE E NS.
    > SPESE SIAMO ANDATI A PRENDERE.
    Mi scusi, ma preferisco ridere guardando l'assegno con il risarcimento di telecom ed il dispositivo di condanna della sentenza.
  • GRAZIE DEI SUOI CONSIGLI!
    MI STAMPERO' LE SUE RISPOSTE E DARO'DELLE COPIE A TUTTI GLI AVVOCATI DI NOME CHE ABBIAMO INTERPELLATO.
    BUONA SERATA!
    non+autenticato
  • > GRAZIE DEI SUOI CONSIGLI!
    > MI STAMPERO' LE SUE RISPOSTE E DARO'DELLE COPIE A
    > TUTTI GLI AVVOCATI DI NOME CHE ABBIAMO
    > INTERPELLATO.
    Buona idea. Non dimentichi i recapiti, nel caso avessero bisogno di un consiglio.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 23 discussioni)