Luca Annunziata

Un grosso e-shop gira su Commodore 64

Da alcuni giorni circola la notizia secondo cui un noto store girerebbe sulla mitica piattaforma. Il trucco c'è, ma il livello di geekness è fuori scala

Roma - "Ebuyer.com runs on a Commodore 64", Ebuyer.com gira su un Commodore 64. Così titolava la scorsa settimana The Register: un giornalista della testata britannica si è preso il disturbo di andare a curiosare tra le statistiche del server web che sostiene uno dei più grandi siti di e-commerce del Regno Unito, scoprendo la incredibile verità. Possibile che dopo un server RealAudio e un browser, sullo storico e celeberrimo personal computer da 64K sia approdato anche Apache?

La faccenda non finisce qui: si vede che quelli di Ebuyer hanno bisogno di potenza di calcolo crescente, e hanno aggiunto al proprio parco macchine anche un Commodore PET 2001 e uno ZX Spectrum 48K con tastiera di gomma, fino ad approdare ad un moderno Toshiba HX-10. Un parco macchine di tutto rispetto, che probabilmente si appoggerà al Cray che compare nella lista per bilanciare gli impressionanti numeri in gioco.

Quali sono le caratteristiche di questi piccoli mostri? Si parte dal megahertz scarso di Dragon 32 e Commodore 64, entrambi del 1982, a salire fino al 1.0 MHz tondo tondo del 6502 dentro al PET del 1977 (che però aveva solo 4 KB di RAM), fino alle vette vertiginose dei 3.5MHz di Spectrum, nella prestigiosa versione da 48K contro i 16 di serie, e HX-10. Quest'ultimo è in grado di stracciare la concorrenza, con i suoi 64 KB di RAM e ben 16 chilobyte di memoria dedicata alla grafica.
Certo, sul piano audio quasi nessuno è in grado di tenere testa al C64 e al suo SID: ma trattandosi di server, forse poco importa. Resta il dubbio di dove sia conservato il database del sito con l'archivio degli articoli e dei clienti: difficile immaginare un admin che cambi la cassetta nel registratore, o che giri armato di giurassici floppy da cinque pollici e un quarto. A guardare bene, c'è anche qualcos'altro che non quadra: il sito girerebbe su una versione di Apache, la 2.0.59, che non è mai esistita.

Uno stand CommodoreScherzi a parte, il "mistero" è stato svelato dallo stesso staff di Ebuyer sul proprio forum: "Beh, vi ci è voluto un anno per accorgervene" ha detto James, amministratore della community: "Abbiamo aggiunto quelle finte stringhe ere fa, in parte per un piccolo scherzo tra colleghi e in parte per confondere gli aspiranti cracker che ficcano il naso dove non dovrebbero".

Non si tratta dunque di un miracolo di Contiki, ma di una semplice goliardata. "Quello che mi fa ridere - conclude James - sono le persone che hanno creduto che fosse vero. Oddio ragazzi, datevi una svegliata".

Per i fanatici del marchio della C, non c'è comunque troppo da disperarsi. In autunno arriveranno anche in Italia, se tutto va bene, i nuovi gadget tecnologici prodotti con il marchio Commodore: gli appassionati potranno dilettarsi con lettori multimediali, top-box da salotto e navigatori GPS con la C in bella vista. Chi è stato al CeBIT ha anche speso una lacrimuccia davanti allo stand con l'enorme marchio che dominava la Hall.

Luca Annunziata
12 Commenti alla Notizia Un grosso e-shop gira su Commodore 64
Ordina