Longhorn arriverà nel 2008, e non sarà solo

Microsoft ha fissato al febbraio 2008 la data di lancio ufficiale delle prossime major release di Windows Server, Visual Studio e SQL Server, tre prodotti che formeranno la futura piattaforma per i web service di BigM

Denver (USA) - Tra meno di un anno Microsoft si prepara a ripetere quanto fatto lo scorso novembre, quando ha introdotto contemporaneamente sul mercato corporate tre prodotti di punta come Windows Vista, Office 2007 e Exchange 2007. La prossima "ondata di lanci", come la chiama BigM, è stata fissata per il 27 febbraio 2008, data in cui faranno il loro debutto ufficiale Windows Server 2008 (nome in codice Longhorn), Visual Studio 2008 (Orcas) e SQL Server 2008 (Katmai).

L'annuncio è stato dato in occasione della Worldwide Partner Conference, dove Microsoft ha chiarito la propria visione sul futuro del software tradizionale e dei web service: due realtà che, secondo il colosso di Redmond, sono destinate a convivere ancora per molti anni.

Il fatto che il lancio di Windows Server 2008 avverrà a fine febbraio potrebbe spiazzare molti: negli ultimi mesi sembrava ormai certo certo che il nuovo sistema operativo di Microsoft sarebbe stato rilasciato verso la fine di quest'anno. In realtà una cosa non esclude l'altra: similmente a quanto fatto con Windows Vista, Microsoft conta di rendere disponibile la Release to Manufacturing di Windows Server 2008 già nel corso di questo autunno, e di presentare ufficialmente il prodotto sul mercato qualche mese più tardi. In quest'occasione verranno organizzati oltre un centinaio di eventi in tutto il mondo. A quanto pare Microsoft ha ormai preso l'abitudine di distinguere il rilascio del sistema operativo a partner e grandi aziende dal lancio del prodotto sul mercato di massa: due momenti a cui l'azienda vuole evidentemente dedicare risorse e campagne più mirate.
Windows Server 2008 potrebbe rivestire un ruolo molto importante anche nel trainare le vendite del fratellino Vista: secondo alcuni analisti sono numerose le aziende che hanno deciso di affrontare la migrazione a Windows Vista in contemporanea a quella di Windows Server 2008. La cosa ha senso non solo dal punto di vista logistico, ma anche da quello tecnico: i due sistemi operativi sono pensati per operare in stretta simbiosi.

Alla conferenza di Denver Steve Ballmer, CEO di Microsoft, ha affermato che Windows Server 2008, Visual Studio 2008 e SQL Server 2008 rappresenteranno la piattaforma su cui costruire i web service di prossima generazione. "Tutti nell'industria stanno riconsiderando la relazione tra software e servizi", ha dichiarato Ballmer. "Noi crediamo che il futuro sia nel software più i servizi, una combinazione che fornisce ai clienti più opzioni e fornisce ai partner le migliori opportunità".

Microsoft dunque non crede nella visione di quei produttori che vedono nel Web 2.0 le potenzialità per spazzare via il software tradizionale. Kevin Turner, COO di Microsoft, ha assicurato che Windows Vista e Office 2007 non saranno gli ultimi prodotti del loro genere: le prossime versioni, Windows Seven e Office 14, saranno ancora software complessi e sostanzialmente monolitici, e tuttavia sempre più integrati con i servizi della piattaforma Windows Live.
66 Commenti alla Notizia Longhorn arriverà nel 2008, e non sarà solo
Ordina
  • Se ben ricordate molte aziende saltarono una versione di quasi tutti i programmi MS anni fa, sia SO client, sia server, sia office.
    Quando usci Windows Server 2003 moltissime realtà giravano ancora su NT4 e si lanciarono solo allora nella migrazione, credo succederà anche questa volta, visti gli enormi investimenti fatti su 2003 (denaro e tempo), per un bel po' se ne staranno fermi in attesa di Windows Server 2012....
    anche perchè diciamocelo, 2003 gira bene, non rompe e non vedo le necessità di cercare altro per qualche annetto.
    Ciao
    Luca
    non+autenticato
  • Quoto in pieno!

    ... anche se a volte verrebbe voglia di saltare una versione si ed una si!Occhiolino
  • se non ho sbagliato link, qui c'e' la versione beta della express.

    http://msdn.microsoft.com/vstudio/express/future/d...


    ciao
    non+autenticato
  • msdn.microsoft.com

    con 1200 euro ti porti a casa la possibilità di usare tutti gli strumenti di sviluppo, i sistemi operativi e tutti i software con licenza PERPETUA (e le versioni fino alla scadenza del contratto MSDN, le successive non sono coperte).

    Se sei un libero professionista e sviluppi software per windows è un costo assolutamente ammortizzabile.
  • - Scritto da: shezan74
    > msdn.microsoft.com
    >
    > con 1200 euro ti porti a casa la possibilità di
    > usare tutti gli strumenti di sviluppo, i sistemi
    > operativi e tutti i software con licenza PERPETUA
    > (e le versioni fino alla scadenza del contratto
    > MSDN, le successive non sono
    > coperte).
    >
    > Se sei un libero professionista e sviluppi
    > software per windows è un costo assolutamente
    > ammortizzabile.

    sono perfettamente d'accordo, olte tutto per esperienza si può perfettamente scegliere di aggiornare la propria base software "una volta si e una no", rimanento perfettamente compatibili e competitivi

    questo vuol dire che le 1200 euro per VS+SqlServer+SO le spendi si e no ogni 5 o 6 anni

    il problema alla base sta nel fatto che la stragrande magioranza degli utenti linux non ha idea di cosa voglia dire lavorare con il software, per loro è solo una passione dalla quale non ci si guadagna nulla

    sento qui gente che lavora in java su linux per aziende che gli passano uno stipendio di 800 euro al mese e poi stanno qui a lamentarsi per i prezzi che fa microsoft, anzichè chiedere al proprio capo il motivo di questo sfruttamento
    non+autenticato
  • ...sono perfettamente d'accordo, olte tutto per esperienza si può perfettamente scegliere di aggiornare la propria base software "una volta si e una no", rimanento perfettamente compatibili e competitivi

    questo vuol dire che le 1200 euro per VS+SqlServer+SO le spendi si e no ogni 5 o 6 anni...


    Ah ho capito, tu aggiorneresti il tuo sw ogni 5 o 6 anni.
    Ma complimenti !Deluso

    ...il problema alla base sta nel fatto che la stragrande magioranza degli utenti linux non ha idea di cosa voglia dire lavorare con il software, per loro è solo una passione dalla quale non ci si guadagna nulla...

    Eh già...

    ...sento qui gente che lavora in java su linux per aziende che gli passano uno stipendio di 800 euro al mese e poi stanno qui a lamentarsi per i prezzi che fa microsoft, anzichè chiedere al proprio capo il motivo di questo sfruttamento...Deluso

    Io conosco, non per sentito dire, gente che guadagna quella cifra lavorando in ambiente sia win che linux/unix.
    Se queste personde dovessero chiede al proprio capo di dargli di più indovina che succede ?

    Ne prende un altro. Semplice.Occhiolino
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 12 luglio 2007 11.44
    -----------------------------------------------------------
  • Noo, ma lui è profescional. Realtà? What a f*ck...
  • Scusa, sarò limitato di comprendonio, ma se posti qualcosa che un essere umano può leggere e capire magari ti rispondo anche.
  • - Scritto da: zerouno
    > Scusa, sarò limitato di comprendonio, ma se posti
    > qualcosa che un essere umano può leggere e capire
    > magari ti rispondo
    > anche.

    Per essere un essere umano sei piuttosto limitato, allora, cominciamo (omg..): la prima parte era ironica, ovvero, "scherzi? ma il tizio in questione (quello a cui hai risposto, ti ricordi?) è un guru informatico, non il solito povero cristo che non sa di cosa parla, oppure no.."; la seconda pone una domanda del tipo "Quale sarebbe invece la situazione reale?", e come risposta del tizio un qualcosa del tipo "ma che cazzo, non lo so!", ovviamente sempre ironica.

    Se si, torna pure a programmare in visual basic e auguri.
  • Se mi pagassero 800 euro al mese per programmare allora mi cercherei un lavoro più rilassante.
    Credo che in un ufficio (con 5-10 persone almeno?) un ex-programmatore si possa rivendere abbastanza bene (risolve i problemi banali al computer in 4+4=8, fa programmini banali che poi sono quelli che gli servono ecc...)
    non+autenticato
  • Si certo... nel paese delle favole.
    Un lavoro più rilassante... ma senti questo e del tipo ?
    Andare a Copa Cabana a vendere le noci di cocco in spiaggia ?
  • Te l'ho detto: lavoro d'ufficio.
    E' un contesto in cui un programmatore può essere visto molto bene come "tuttofare".
    non+autenticato
  • Ok, ma dove vedi il "rilassamento" in questa cosa ?
    Pensi forse di stare li a farti beatamente gli affari tuoi e poi con mooooolta calma seguire i vari problemi che affliggono l'ufficio di volta in volta ?
    Si forse potresti avere dei giorni di tranquillità, ma stai certo che in altri giorni arrivi a rimpiangere di fare questo lavoro. E' vero che dipende molto anche dalle persone che ti circondano però...
  • Come fai notare, ogni ambiente di lavoro è diverso.

    A parte l'ambiente, in generale essere un tuttofare può dare notevoli vantaggi (come relax) se (SE) il soggetto, facendo forza sul fatto che è l'unico lì dentro a fare certe cose, riesce a imporre un ritmo.
    Certo, magari non potrà cazzeggiare ad ore su internet, però eviterà ad esempio le corse a rotta di collo per rispettare tempi di consenga assurdi, lo stress dei cambi di specifiche dell'ultimo momento, le continue contrattazioni sui prezzi e, tornando IT, il doversi aggiornare continuamente.
    E casini come questi non ce l'hai se fai un normale lavoro d'ufficio, nemmeno se sei un tuttofare.

    Tutto ovviamente IMHO.
    non+autenticato
  • ... non vengono mai da soleTriste
    Windows Server 2008, Visual Studio 2008 e SQL Server 2008
    non+autenticato
  • Invece di rilasciare ogni anno verisioni nuove con 650.000 funzionalità in più perchè non lasciano lavorare in pace gli sviluppatori in pace per un po' di anni???? Si è appena in tempo ad imparare alla perfezione uno strumento che ne esce un altro... non sarà mica una questione di marketing??? (autodomanda ironica...) Complimenti Microsoft continua cosi, mi stai perdendo un po' alla volta   e chissà quanti dopo di me!
  • - Scritto da: enricotc
    > Complimenti
    > Microsoft continua cosi, mi stai perdendo un po'
    > alla volta   e chissà quanti dopo di
    > me!

    Forse qualcuno lo sta anche guadagnando...
    non+autenticato
  • il nuovo sistema operativo server uscirà nel 2008, quello attuale è uscito nel 2003, cioè ci sono 5 anni di differenza
    lo stesso discorso vale per office (4 anni tra la versione 2003 e 2007), e Windows (XP è uscito nel 2001, mentre Vista qualche mese fa)
    se per te questo ritmo è troppo elevato non è un problema nostro, il tuo post è totalmente fuori luogo
    cmq nessuno ti obbliga a cambiare o rinnovare lo strumento se per acquisirne le funzionalità ci hai messo appena 5 anni!

    - Scritto da: enricotc
    > Invece di rilasciare ogni anno verisioni nuove
    > con 650.000 funzionalità in più perchè non
    > lasciano lavorare in pace gli sviluppatori in
    > pace per un po' di anni???? Si è appena in tempo
    > ad imparare alla perfezione uno strumento che ne
    > esce un altro... non sarà mica una questione di
    > marketing??? (autodomanda ironica...) Complimenti
    > Microsoft continua cosi, mi stai perdendo un po'
    > alla volta   e chissà quanti dopo di
    > me!
    non+autenticato
  • Peccato che tu non abbia nominato proprio l'unico prodotto di cui stavo parlando cioè Visual Studio 2005 che è uscito nel autunno 2005, quindi quando uscirà quello nuovo saranno passati solo 2 anni.... gli altri li conosco a memoria!!
  • - Scritto da: enricotc
    > Peccato che tu non abbia nominato proprio l'unico
    > prodotto di cui stavo parlando cioè Visual Studio
    > 2005 che è uscito nel autunno 2005, quindi quando
    > uscirà quello nuovo saranno passati solo 2
    > anni.... gli altri li conosco a
    > memoria!!

    maddai.... il passaggio da una versione all'altra di visual studio non comporta alcun problema, anche perchè chi usa visual studio non dovrebbe certo essere un utente medio...

    ovvio che il paragone non regge se parli di Visual studio 6 (1998) contro le versioni .Net
    non+autenticato
  • giuro che è la prima volta che sento uno sviluppatore lamentarsi dei progessi dei compilatori (probabilmente non lo sei)
    in questo ambito gli aggiornamenti sono ovviamente più frequenti dei sistemi operativi, 2 anni è tanto rispetto al ritmo degli aggiornamenti di alcuni compilatori concorrenti a visual studio
    non so cosa stai cercando, prova un compilatore morto .. programma in algol, stai sicuro che per i prossimo 100 anni non lo aggiorna nessuno

    - Scritto da: enricotc
    > Peccato che tu non abbia nominato proprio l'unico
    > prodotto di cui stavo parlando cioè Visual Studio
    > 2005 che è uscito nel autunno 2005, quindi quando
    > uscirà quello nuovo saranno passati solo 2
    > anni.... gli altri li conosco a
    > memoria!!
    non+autenticato
  • Lo sono invece, ma probabilmente faranno come tra il 2003 e il 2005 ossia tra .Net 1.1 e 2.0. In cui poi era un casino se avevi delle applicazione 1.1 e non volevi spostarle sotto 2.0... capita anche questo sai.... Bè si da il caso che sia già uscito il .Net 3.0 e probabilmente, anzi sicuramente la storia si ripeterà!
  • Con Orcas la retrocompatibilità è assicurata grazie al nuovo modello dei Red & Green Bits.
    Inoltre in Orcas al momento della creazione del progetto si può scegliere con quale versione del framework lavorare: .Net 2.0, .Net 3.0 o .Net 3.5
    non+autenticato
  • Se è mantenuta la retrocompatibilità (e di solito è così) puoi continuare ad utilizzare le "vecchie" funzionalità.
    Se la retrocompatibilità non è mantenuta, ti si crea lavoro (leggi: reddito) e un'ottima occasione per aggiornarti alle nuove funzionalità.
    non+autenticato
  • ...Se la retrocompatibilità non è mantenuta, ti si crea lavoro (leggi: reddito) e un'ottima occasione per aggiornarti alle nuove funzionalità...

    Questa storiella ha senso se i tuoi clienti decidono di passare al nuovo sistema e decidano che il tuo intervento debba essere retribuito nel giusto modo, altrimenti ti da SOLO lavoro (nel senso che ti devi tenere in ufficio 10 versioni dello stesso sistema e cmq devi aggiornare, a spese tue, il sw per la nuova versione) e poco, per non dire nullo, reddito.

    Della serie "Affari tuoi se il tuo sw sul nuovo sistema non gira. Sistemalo altrimenti cambio fornitore".

    L'unico reddito lo fa BigM visto che sei praticamente "obbligato" ad acquistare il loro nuovo sistema e relative licenze per studiarlo e adattare i tuoi sw.
  • Finalmente qualcuno di professionale che parla la mia lingua!!
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)