La PA compra sempre più IT online

Lo impone la legge e sembrano confermarlo i dati pubblicati dalla Consip, la società che si occupa degli acquisti. La spesa nel 2006 è salita di molto rispetto al 2005. Il che si traduce in un risparmio

Roma - Computer e dispositivi elettronici destinati a finire in uffici e locali della pubblica amministrazione vengono comprati online sempre di più: si chiama e-procurement e la legge lo impone alla PA quando si tratta di importi di "modesta entità". Ed ora la Consip, la società che gestisce gli acquisti online per conto della PA italiana, fa sapere che in effetti la legge qualche risultato lo sta producendo.

Non si parla di bruscolini: nel 2006 il volume delle transazioni, 11.468 in tutto, hanno comportato una spesa di 38 milioni di euro, con un aumento di quasi il 25 per cento rispetto all'anno precedente.

In quello che viene definito Mepa, acronimo di Mercato elettronico della pubblica amministrazione, spiega Consip, sono stati acquisiti 226.748 prodotti suddivisi in 16 diverse categorie merceologiche. A fornire questi dispositivi e accessori sono state nel complesso 868 produttori.
Ma non sono tutti qui i numeri di interesse: le divisioni della PA che hanno fatto ricorso all'e-procurement per almeno un acquisto sfiorano quota 1.300 mentre nel complesso sono 3.862 quelle che optano per passare da Consip.

Si poteva fare di più? Sì. Basti pensare che le cifre di "modesta entità" di cui si parlava sono tarate sulle medie imposte a livello comunitario, vale a dire che attraverso Consip devono passare tutti gli acquisti fino ai 137mila euro per le amministrazioni centrali e fino ai 211mila per le altre amministrazioni. L'informatizzazione degli uffici e il piano d'arrembaggio all'arretratezza della PA italiana potrebbero far sperare in numeri Consip più elevati. Il dato positivo è che comunque la spesa, come detto, è in aumento.

L'elemento più positivo, però, è quello del risparmio per l'Erario dovuto al ricorso allo strumento telematico. Si parla nel complesso di una riduzione media dei prezzi a listino dell'8 per cento nonché di uno snellimento delle procedure di acquisto, che liberano personale per tutte le procedure.

C'è da chiedersi cosa accadrebbe se l'e-procurement divenisse obbligatorio anche per università, scuole ed altre strutture educative, che oggi sono escluse dall'obbligo, nonché per acquisti di importi maggiori.
12 Commenti alla Notizia La PA compra sempre più IT online
Ordina
  • Il privato fa il doppio gioco : da un parte si lamenta delle tasse e della inefficienza dello stato e dall'altra nelle gare di appalto per lavori pubblici o forniture alla PA ci mangia sopra !
    non+autenticato
  • - Scritto da: francoso
    > Il privato fa il doppio gioco : da un parte si
    > lamenta delle tasse e della inefficienza dello
    > stato e dall'altra nelle gare di appalto per
    > lavori pubblici o forniture alla PA ci mangia
    > sopra
    > !

    solite cose quando si tratta di IMPRESA, LIBERO MERCATO, CONCORRENZA, ecc. ecc...:
    per questi signori (sic!) se c'è da coprire costi o erogare finanziamenti allora vogliono lo stato... se c'è da guadagnare allora si deve privatizzare e basta coi lacci e lacciuoli...
    politici, imprenditori, e compagnia bella: via tutti in miniera a scavare a mani nude!!!
    non+autenticato
  • Si magari noi imprenditori ci andiamo pure in miniera a scavare .... perchè sapiamo trovare il modo di fare anche questo, certi dipendenti pubblici(diciamo pure la maggioranza) invece cosa sanno fare oltre che aspettare il 27? il nulla!
    non+autenticato
  • ciao

    faccio regolarmente acquisti tramite il portale per il mio comune e mi trovo ottimamente.

    Convenzioni blindate, richieste d'offerta gestite in modo trasparente e veloce, risparmio di tempo per le gare, prezzi ridottissimi, ordini ricevuti ed inviati tramite firma digitale.

    L'E-Procurement ha fatto risparmiare al nostro ente migliaia di euro.

    Il pagamento delle fatture avviene 60ggdffm come si è sempre fatto ma con vantaggi indiscutibili.

    Era ora che venisse redatto un articolo del genere. Brava redazione.
    non+autenticato
  • ehm io trovo offerte locali migliori e ho pesantissimi problemi di assistenza guasti e pre-vendita
    non+autenticato
  • ciao

    utilizzi correttamente lo strumento della RdO (richiesta di offerta)?

    Richiedi sempre assistenza e manutenzione onsite in fase di RdO?

    Le convenzioni hanno sempre SLA molto precise relative ai tempi di intervento, basta leggere le guide alla convezione dove si trova anche un numero verde, call center dedicto, email diretta del responsabile di zona...

    Dico questo perchè in anni di esperienza con Consip non ho mai trovato una volta 1 prezzo più basso sul mercato, a patto di fare una RdO.

    Resta comunque il fatto che se si trova un prodotto allo stesso prezzo e condizioni delle Convenzioni/RdO si deve acquitare fuori Consip.

    Il fatto però che per ogni convenzioni vengano messi paletti ben precisi e visto che la gara viene fatta a monte da Consip per tutte la PA per fare risparmiare alla stessa tempo e denaro non deve lasciare spazio a dubbi circa la bontà del progetto.
    non+autenticato
  • è bello leggere che le cose funzionano a dovere da chi le usa quotidianamente Sorride
  • leggo con piacere la tua esperienza, che però contrasta con la mia di consulente in diversi enti pubblici: difficoltà di trovare hardware recente, prezzi molto più alti del mercato, difficoltà di uso del portale da parte degli utenti finali.
    non+autenticato
  • Nn credo che sia una buona cosa per gli enti... dovranno pagare subito cose che prima pagavano con anni di ritardo. Le tasse invece quelle si che le voglion subito.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bla bla
    > Nn credo che sia una buona cosa per gli enti...
    > dovranno pagare subito cose che prima pagavano
    > con anni di ritardo.

    da questo p.d.v. non cambia assolutamente nulla se l'ente acquista o meno utilizzando il mercato elettronico

    > Le tasse invece quelle si
    > che le voglion
    > subito.

    già... ma questo è tutto un altro discorso...
    non+autenticato
  • Io non l'ho visto:
    Lo sconto dell'8% probabilamnte ci sarà... ma sui prezzi di listino.
    Basta andare sul sito www.acquistinretepa.it per vedere di che si tratta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sasino
    > Io non l'ho visto:
    > Lo sconto dell'8% probabilamnte ci sarà... ma sui
    > prezzi di
    > listino.
    > Basta andare sul sito www.acquistinretepa.it per
    > vedere di che si
    > tratta.

    non è proprio così...

    su molti prodotti lo "sconto" rispetto al prezzo di listino è molto più alto, in alcuni casi anche "esagerato" tanto da portare a dubbi circa la "provenienza" dei beni o lo "scopo" reale dell'impresa (cioè: commercio o riciclo???)...

    lo sconto c'è poi sempre in termini di procedure burocratiche, ed è davvero consistente se si pensa alle spese vive (pubblicazione dei bandi, commissioni, ecc.) ed ai giorni/uomo (di dirigenti, funzionari e impiegati) che altrimenti occorrono
    non+autenticato