Super efficiente l'OLED magnetico

Un team di ricercatori americani ha messo a punto una nuova tecnologia che potrebbe rendere i display OLED decisamente più efficienti di quelli attuali, abbassandone i consumi di oltre il 30%

Portland (USA) - I display OLED (Organic Light-Emitting Diode), apprezzati soprattutto per i loro bassi consumi, potrebbero presto compiere un importante salto evolutivo. L'Oak Ridge National Laboratory (ORNL) afferma infatti di aver messo a punto una tecnica capace di rendere la tecnologia OLED di oltre il 30% più efficiente di quella attuale, e dunque capace di consumare meno.

I ricercatori di ORLN stanno sperimentando l'utilizzo di nanoparticelle magnetiche per riuscire a potenziare e controllare la luminosità dei display OLED senza l'aggiunta di contatti elettrici.

"Quello che stiamo facendo è migliorare l'efficienza degli OLED nel produrre luce drogando i polimeri organici con una bassissima concentrazione di nanoparticelle magnetiche", ha spiegato Jian Shen, senior researcher di ORNL. "Il drogaggio ci permette anche di controllare l'intensità luminosa degli OLED per mezzo di un campo magnetico, dove negli OLED convenzionali l'intensità è regolata invece da un campo elettrico, che necessita di contatti elettrici".
Shen sostiene che le sperimentazioni siano soltanto all'inizio, e che per il futuro il proprio staff conti di ottenere risultati ancora migliori. Nessuna stima, per il momento, sui tempi che occorreranno a questa tecnologia per raggiungere il mercato.
11 Commenti alla Notizia Super efficiente l'OLED magnetico
Ordina
  • Ieri ho letto sui giornali che i consumi record sono stati pari a 55 mila MWatt... io ho un pannello solare sul tetto che produce annualmente 4500 kWh.
    Adesso vorrei fare un raffronto tra le due unita' di misura:
    55000 MW dovrebbero essere 55 milioni di kW e' corretto?
    Come trasformo in kWh questo dato per raffrontarlo alla produzione del mio pannello solare? O come trasformo i miei 4500 annui (dividendo per 365) in kWatt?

    Volevo raffrontare e vedere almeno concretamente se molti italiani faranno come me quanto peso potrebbe avere la produzione di energia di questo tipo per uso residenziale in percentuale rispetto ai consumi totali e poi magari solo i consumi residenziali. (Le centrali potrebbero servire per produrre energia per le aziende)

    Grazie a qualsiasi anima pia paziente ed espertaOcchiolino
    non+autenticato
  • Il kW o il MW sono misure di potenza, ovvero misurano la quantità di energia consumata nell'unità di tempo (in 1 secondo).

    Il kWh o il MWh sono misure di energia.
    Rappresentano l'energia consumata in un ora (h sta per hour) utilizzando 1 kW o 1 MW di potenza.
    I tuoi 4500 kWh annui se li dividi per 365*24=8760 ti danno 0,51 kW. Questo ovviamente assumendo che i tuoi pannelli possano fornirti energia 24 su 24. Nella realtà avrai una potenza fornita di 1-2kW nei periodi di insolazione e una potenza di 0kW la notte. In media i tuoi pannelli riescono a fornirti 0,51kW di potenza. In realtà questo discorso ha poco senso, come ha poco senso parlare di MW se si vuole parlare di consumi energetici.
    La potenza massima consumata è importante nei periodi di picco perchè potrebbe causa dei blackout. L'energia consumata in un anno è invece importante nelle considerazioni di risparmio energetico.
    Non puoi ricavare questo dato moltiplicando semplicemente 55.000 MW per 8760 perchè non è questa la potenza media consumata ma solo quella di picco.
    In questa pagina puoi vedere i consumi effettivi in GWh dall'inizio dell'anno al mese di Maggio:
    http://www.enel.it/attivita/ambiente/cruscotto_ene...
    138.000 GWh=138.000.000 MWh
    I tuoi pannelli producono 4.5MWh all'anno, cioè circa 1,90MWh nei primi 5 mesi dell'anno. Con circa 70-80 milioni di impianti come i tuoi potremmo soddisfare il fabbisogno energetico italiano.
    Bisognerebbe pero' integrare la cosa con un sistema di accumulo dell'energia per poter erogarla anche di notte o quando il tempo è nuvoloso.
    non+autenticato
  • Grazie sei stato molto preciso e gentile.
    I miei pannelli sono collegati alla rete avendo aderito al conto energia. Io cedo la mia energia e posso ricevere dalla rete anche di notte quando i pannelli non producono.
    Consumo molto di piu' della produzione dei miei pannelli ma economicamente diventa vantaggioso perche' l'energia prodotta mi viene pagata 4-5 volte di piu' di quella che acquisto dal gestore.

    Diciamo che se i centri commerciali (che consumano una quantita' assurda di energia) gli uffici pubblici e privati e le utenze domestiche producessero energia con dei pannelli solari (magari tra qualche anno con qualche tecnologia diversa dal silicio e con rendimenti piu' alti) diciamo che potrebbe essere fattibile una copertura di una bella percentuale significativa di fabbisogno di energia da parte di queste utenze.

    Per fornire energia all'industria o alle emittenti televisive, radio, cellulari questo è un altro discorso i pannelli da soli sarebbero una goccia...
    non+autenticato
  • kW e MW sono unità di misura della POTENZA.
    Il kWh è un'unità di misura dell'ENERGIA (kW * ora).

    Quindi se il tuo pannello funzionasse mediamente 10 ore al giorno (3650 ore all'anno) erogherebbe (sempre mediamente) una potenza di 4500 kWh / 3650 h = 1.23 kW (e quindi 1.23 kWh all'ora)

    Consumare 55000 MW per un'ora significa consumare 55000 MWh, per 2 ore il doppio, per un anno... fatti tu il conto A bocca storta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marco Pigozzi
    > Ieri ho letto sui giornali che i consumi record
    > sono stati pari a 55 mila MWatt... io ho un

    Vuol dire che erano consumati 55 mila MW.
    Ma quella e' la misura istantanea del consumo. Se tale consumo fosse stato costante per un'ora il consumo sarebbe stato di 55 mila MWh

    Non puoi confrontare MW con MWh!

    Volendo fare un paragone idraulico:
    I MW sono quanta acqua passa istantaneamente nel tubo(la portata insomma).
    I MWh sono quanta acqua passa in un'ora.

    Per passare da uno all'altro devi conoscere il tempo...

    > Grazie a qualsiasi anima pia paziente ed
    > espertaOcchiolino

    Figurati, se non si capisce ancora chiedi pure
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paolino
    [cut]

    ops, non avevo vsito che c'erano gia' state risposte piu' complete
    non+autenticato
  • Se il tuo pannello genera 4500kWh annui, significa che in media eroga: 4500[kwh]/8760[h]= 0,513kW
    dove 8760 sono le ore in un anno, e 0,513kW è la potenza media di produzione del tuo pannello.

    Considerando che 55000 MW = 55 milioni di kW, significa che occorrerebbero circa 107 milioni dei tuoi pannelli per generare tale energia. Sembrerebbe che un pannello serva a poco, ma non è corretto fare questo confronto. 55000Mw sono una potenza di picco, mentre per il pannello è una plotenza media. Inoltre il periodo di massimo caldo corrisponde esattamente alla massima resa del pannelli.
    Se produci 4500kWh annui probabilmente i tuoi pannelli hanno una potenza di picco di diversi kW con massima insolazione (saranno decine e decine di metriquadri, immagino). Comunque se l'autoproduzione solare, eolica o quant'altro fosse diffuna nella popolazione, questo avrebbe un ENORME riflesso sui consumi nazionali.
    Una domanda: col tuo pannello produci 4500kWh annui, ma quanti ne consumi?
    non+autenticato
  • > Una domanda: col tuo pannello produci 4500kWh
    > annui, ma quanti ne
    > consumi?

    Ne consumo 8000 nei periodi estivi con condizionatori e 7000-7500 negli altri periodi dell'anno.

    Risulta conveniente perchè 1 kWh lo pagavo attorno ai 10 €cent mentre la produzione con fotovoltaico al kWh mi viene remunerata 44€cent circa.
    Economicamente quindi e' vantaggiosa, conteggiando i kWh invece consumo sicuramente piu' della produzione.
    Una nota positiva e' che adesso pago la fascia piu' bassa di consumi quindi pago ancora meno a kWh e poche centinaia di euro all'anno oltre alla rata del finanziamento del pannello solare che per un po' di anni paghero' come se fosse una bolletta del gestore, ma finito di pagare l'energia sara' quasi gratis.
    non+autenticato
  • domanda da profano:
    se ci passo una calamita sul display si scassano?
  • Credo che abbia un effetto simile a quando passi una calamita su un tubo catodico: non si rompe ma disturba l'immagine.

    - Scritto da: Samuele_C
    > domanda da profano:
    > se ci passo una calamita sul display si scassano?
    non+autenticato
  • ...così tra 4 o 5 anni potrò comprarmi un bel monitor 50" e lasciarlo sempre acceso consumando solo 40W ehehehheh
    non+autenticato