Worm dimostrativo per Mac OS X

Un ricercatore di sicurezza afferma di aver messo a punto un worm proof of concept capace di sfruttare una falla tuttora aperta di Mac OS X e propagarsi in modo automatico all'interno di una LAN

Roma - Un anonimo ricercatore di sicurezza afferma su questo blog di aver creato un worm dimostrativo per Mac OS X, battezzato Rape.osx, capace di sfruttare una vulnerabilità ancora non corretta di mDNSResponder, un componente della tecnologia Bonjour di Apple per la configurazione automatica dei servizi di rete.

Sebbene Apple abbia rilasciato una patch per mDNSResponder lo scorso maggio, l'autore del worm sostiene che la casa della Mela non abbia corretto tutti i bug presenti nel codice di questo componente, lasciando aperte alcune falle. Quella sfruttata da Rape.osx permetterebbe di eseguire del codice con i massimi privilegi.

Su InfoWorld il ricercatore ha dichiarato che il suo worm è in grado di propagarsi all'interno di una rete locale e infettare i Mac in modo del tutto automatizzato. "Non è dissimile dagli altri worm che ho visto (sulla piattaforma Windows, NdR)", ha commentato l'esperto.
Secondo quanto riportato da Slashdot.org, l'autore di Rape.osx segnalerà ad Apple le vulnerabilità da lui scoperte dopo aver completato i test del suo worm: test che sono stati condotti in una rete di 1.500 sistemi con Mac OS X.

Il worm è stato sviluppato solo come proof of concept, e dunque non si trova in circolazione. In ogni caso gli esperti sostengono che, in attesa di una patch, gli utenti possano prevenire eventuali attacchi disattivando il demone mDNSResponder tramite il comando sudo launchctl unload -w /System/Library/LaunchDaemons/com.apple.mDNSRespon der.plist.
98 Commenti alla Notizia Worm dimostrativo per Mac OS X
Ordina
  • Il caro amico è scomparso.
    http://www.engadget.com/2007/07/19/infosec-sellout.../

    Come mai?

    E, andando al discorso sulla diffusione: come mai la notizia si costruisce anche solo su un POC? Appena si diffonde la notizia di un POC per un qualche attacco ad OSX scoppia la notizia e viene riportata su ogni organo di stampa del ettore con grande rilievo.

    Questa è la dimostrazione che un hacker che volesse far del danno otterrebbe nella comunità una risonanza enorme. E allora perchè ogni cosa rimane in laboratorio e NULLA esce? 3% di diffusione dei sistemi? No. Sono di più. Sono il 5% in USA. In crescita. E notoriamente i possessori di hw Apple si scambiano i files senza precauzioni eccessive, proprio per la certezza die ssere tranquilli. Se qualcuno volesse rilasciare un qualche virus otterrebbe un'infezione notevolissima nella comunità apple. Diciamo un 90%.
    Sarebbe un disastro. Ed invece nulla. Tutto rimane nei laboratori. Questo non ha logica. Se fosse altrettanto facile infettare un OSX la cosa sarebbe uscita, in tutti questi anni.
    NULLA. Tutta roba in laboratorio spesso forzata (una password per installare un virus:D:D:D)

    Mah...
    non+autenticato
  • >test che sono stati condotti in una rete di 1.500 sistemi con Mac OS X.



    Buffissimo che PI ci caschi con tutte le scarpe. Quante reti con 1500 mac esistono al mondo??
  • Secondo me sono passati alcuni sicari con tatuata una mela morsicata sul braccioSorride
  • Mi duole informarti che NON esiste HW Apple. I pezzi dentro sono UGUALI a quelli di altri PC.
    non+autenticato
  • Mi duole informarti che le schede sono progettate da Apple, e che la fabbrica che li produce li produce per la Apple su specifiche Apple. Mi duole informarti che se prendi un PC e vuoi montarci OSX questo funzionerà piuttosto maluccio, dopo essere un po' impazzito per farcelo girare.
    Mi duole informarti anche che Apple produce HW. Come la SONY, come la DELL, la IBM, etc etc.
    Quindi non mi duole particolarmente informarti che il tuo intervento è assolutamente inutile.
    non+autenticato
  • - Scritto da: liosandro
    > Mi duole informarti che le schede sono progettate
    > da Apple,

    cut cut

    ma tu lo sai che fino a poco tempo fa, molti portatili della Apple uscivano dagli stabilimenti della Asus? apri un mac e ci trovi le solite nvidia, le solite ati, i soliti hd ibm o altri, non so quali usi... a parte la scheda madre (bios solamente, che rende non compatibile osx con i comuni PC), il resto è hardware standard.

    lascia stare ipod iphone cicci e pucci.. si sta parlando di hardware da computer.
    non+autenticato
  • - Scritto da: simone
    > - Scritto da: liosandro
    > > Mi duole informarti che le schede sono
    > progettate
    > > da Apple,
    >
    > cut cut
    >
    > ma tu lo sai che fino a poco tempo fa, molti
    > portatili della Apple uscivano dagli stabilimenti
    > della Asus? apri un mac e ci trovi le solite
    > nvidia, le solite ati, i soliti hd ibm o altri,
    > non so quali usi... a parte la scheda madre (bios
    > solamente, che rende non compatibile osx con i
    > comuni PC), il resto è hardware
    > standard.
    >
    > lascia stare ipod iphone cicci e pucci.. si sta
    > parlando di hardware da
    > computer.

    Oh, ma allora non capite.
    TUTTI I COMPONENTI di un QUALSIASI computer sono prodotti da terzi. Eccetto alcuni processori embedded.
    Ma quello che conta è LA PROGETTAZIONE.

    Le schede madri Apple sono PROGETTATE da Apple. Perchè, forse una volta i processori dei mac erano Apple? Le schede video erano Apple?

    Ma guardacaso non puoi entrare in un negozio di componenti e costruirti un mac.
    non+autenticato
  • ma che cacchio dici? secondo te i processori intel odierni che monta mac e i vecchi ibm che montava mac, li ha progettati apple???
    ma tu vivi nel mondo delle nuvole!
    leggiti le specifiche dei computer apple e poi ne riparliamo...
    ma se per te una scheda Ati radeon 7900 montata su un mac è diversa da una Ati radeon 7900 montata su un pc... allora è meglio che smettiamo subito di parlare.
    non+autenticato
  • Beh, i processori Intel Xeon Quad-Core da 3 GHz che monta i Mac Pro non esistono nel mercato PC.

    Significherà qualcosa?
  • RIPETO:
    NON ESISTE UN COMPUTER PRODOTTO IN OGNI SUA COMPONENTE DA UN'AZIENDA HARDWARE.
    Come per qualsiasi azienda produttrice, anche i componenti Apple sono prodotti da terzi. Il fatto di affermare che Asus produce parti di computers Apple non significa però che se compri un Asus ti ritrovi con la stessa scheda madre.
    Mettiamola così: se entri in un negozio di hw puoi in qualche maniera mettere insieme un qualsiasi computer che fa girare win come un qualsiasi altro.

    Ma una scheda madre Apple non la puoi comprare. E' progettata da Apple. Punto.Magari prodotta da Tyan, ma su specifiche e progetto Apple. I componenti del computer sono identici, eccetto la scheda madre. Ed è la Apple che ti mette insieme i componenti del computer. Esattamente come la IBM, come la Asus, come la Dell...
    Solo che, RIPETO, la Apple progetta il computer, il case, il suo sistema di raffreddamento, il suo sistema di alimentazione, l'architettura...
    non+autenticato
  • Mi duole informarvi che NON esiste HW Apple, l'HW è fatto da terzi.
    PUNTO
    Tutte le altre cose che avete detto sono solo tentativi infantili di arrampicat!!!
    non+autenticato
  • questo sedicente hacker ha dichiarato di essere stato pagato per realizzare questo proof of concept

    http://www.computerworld.com/action/article.do?com...

    chi portrebbe avere interesse?... vediamo...Microsoft, Sony, Sony Ericcson, Motorola, IBM, Nokia, Dell, ... la lista di nemici è lunga...
    A bocca apertaDelusoIndiavolato

    e poi ci sono una strana serie di comportamenti:
    http://www.computerworld.com.au/index.php/id;18829...
    http://www.pcworld.idg.com.au/index.php/id;7375322...

    che trovate riassunti qui:
    http://macdailynews.com/index.php/weblog/comments/.../

    Apple è un concorrente scomodo per molti... sarà meglio che sistemino le cose alla svelta e non facciano passi falsi perché i colpi bassi arriveranno da tutte le parti

    IndiavolatoFan AppleFan Linux
    non+autenticato
  • a parte i bambocci che si divertono, tu pensi che tutti quelli che fanno virus per windows non abbiano degli interessi? lavorano gratis per il gusto di fare danni?
    non+autenticato
  • - Scritto da: simone
    > a parte i bambocci che si divertono, tu pensi che
    > tutti quelli che fanno virus per windows non
    > abbiano degli interessi? lavorano gratis per il
    > gusto di fare danni?

    Secondo me si, puoi dimostrarmi il contrario ?
    krane
    22544
  • solo un mentecatto lavora gratis per fare ste stupidate. ergo, il mondo è pieno di mentecatti. ma... chi ha le capacità di fare queste cose, stupido non è... quindi almeno qualcuno ci sarà che lo fa a pagamento. C.V.D.
    non+autenticato
  • - Scritto da: simone
    > solo un mentecatto lavora gratis per fare ste
    > stupidate. ergo, il mondo è pieno di mentecatti.
    > ma... chi ha le capacità di fare queste cose,
    > stupido non è... quindi almeno qualcuno ci sarà
    > che lo fa a pagamento.
    > C.V.D.

    Ho detto "dimostramelo", non mi interessa la tua opinione, mi interessano link, interviste, confessioni di gente arrestata.
    krane
    22544
  • ah perchè invece le interviste e i link sono una fonte certa.... me per favore
    non+autenticato
  • - Scritto da: simone
    > ah perchè invece le interviste e i link sono una
    > fonte certa.... me per
    > favore

    Sicuramente più che la tua opinione.
    Di fatto, storicamente, le notizie riguardanti cracker sono per la maggior parte di persone che lo fanno per loro "piacere" personale, per il gusto di dimostrare qualcosa, o semplicemente per rompere le scatole.

    Non si fanno soldi con i virus (a parte le compagnie che fanno gli antivirus), si fanno soldi con tecniche miste che danno l'accesso a dati sensibili con i quali si può passare a fare soldi. Vedi phishing
    non+autenticato
  • - Scritto da: kimu

    > Non si fanno soldi con i virus (a parte le
    > compagnie che fanno gli antivirus)...

    Bhe, bhe potrebbe essere un inizio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: kimu

    > Non si fanno soldi con i virus (a parte le
    > compagnie che fanno gli antivirus), si fanno
    > soldi con tecniche miste che danno l'accesso a
    > dati sensibili con i quali si può passare a fare
    > soldi.

    e come vengono notati quelli che poi passano allo stadio successivo? come vengono ingaggiati gli haker che poi lavoranoper la sicurezza delle grnadi compagnie... molte volte si fanno pubblicità facendo vedere quanto sono bravi ad eludere la sicurezza.... poi dopo arrivano i soldi.
    come in tutte le cose, per guadagnare, devi dimostrare di saperci fare.
    occhio che gli attacchi DoS fatti attraverso virus, all' origine hanno interessi commerciali o politici.. e qualcuno paga. negarlo significa essere ingenui.
    non+autenticato
  • - Scritto da: simone
    > - Scritto da: kimu
    >
    > > Non si fanno soldi con i virus (a parte le
    > > compagnie che fanno gli antivirus), si fanno
    > > soldi con tecniche miste che danno l'accesso a
    > > dati sensibili con i quali si può passare a fare
    > > soldi.

    > e come vengono notati quelli che poi passano allo
    > stadio successivo? come vengono ingaggiati gli
    > haker che poi lavoranoper la sicurezza delle
    > grnadi compagnie... molte volte si fanno
    > pubblicità facendo vedere quanto sono bravi ad
    > eludere la sicurezza.... poi dopo arrivano i soldi.
    > come in tutte le cose, per guadagnare, devi
    > dimostrare di saperci fare.

    Quindi, secondo il tuo ragionamento a nessuno interessa andare a lavorare per apple o fare software apple...

    > occhio che gli attacchi DoS fatti attraverso
    > virus, all' origine hanno interessi commerciali o
    > politici.. e qualcuno paga. negarlo significa
    > essere ingenui.

    Ma non si parlava di quelli, si parlava di virus per mac, se e' cosi' facile farli perche' non ce lo dimostri facilmente ?
    krane
    22544
  • > Quindi, secondo il tuo ragionamento a nessuno
    > interessa andare a lavorare per apple o fare
    > software
    > apple...

    infatti dimmi i programmi ad uso ingegneristico che esistono su mac.... non fanno neppure autocad per mac.. ci si deve accontentare di surrogati. figuriamoci programmi altamente specializzati per i progetti ingegneristici.
    io uso windows perchè tutti i programmi che mi servono li fanno solo per windowse fino ad ora nessuno si sogna neppure lontanamente di dare una data di rilascio per mac.
    ah già.. ma sembra che per gli utenti mac il computer serva solo per photoshop e per i filmini...
    tu che ci fai col mac? ci lavori o ci fai l'alternativo all'università?
    sinceramente non ho nulla contro mac, ma non mi piacciono quelli che lo usano perchè credono di avere la verità assoluta in tasca e credono che tutti gli altri siano solo dei poveri mongoli che penano per lavorare con il loro fallato windows.



    >
    > Ma non si parlava di quelli, si parlava di virus
    > per mac, se e' cosi' facile farli perche' non ce
    > lo dimostri facilmente
    > ?

    io non sono certo capace e non voglio certo esserne capace. ma a quanto pare, iphone è stato hakerato dopo solo 72 ore dall'uscita... ed è solo l'inizio. non è osx quello? o è osx solo quando pare a voi? a quanto pare, una falla in safari poteva permettere ad un malintenzionato di prendere possesso del telefono. se ti pare poco.
    la vostra visione è quanto mai ottusa, ma il sistema intrinsecamente sicuro lo devono ancora inventare, tanto è vero che i capoccioni fanno quello che vogliono anche coi computer più protetti del pianeta. non è certo un osx che li ferma.
    tu sei uno di quelli che 1000 anni fa avrebbe bruciato chi diceva che la terra era tonda. se dovesse succedere che osx dovesse soppiantare windows, vedi quanti casini che saltano fuori. ma steve NON vuole che osx soppianti windows o linux e applica politiche atte a perseguire il suo intento. se così non fosse, osx sarebbe compatibile anche coi pc. ma all'idea di entrare in qualche miliardo di pc, steve se la fa addosso e ovviamente non vuole. gli basta stra vendere gli ipod, adesso iphone, ma vuole mantenere il suo osx nella nicchia, così che non vengano scoperte più di tanto le sue vulnerabilità.
    pura, semplice, schietta verità.
    non+autenticato
  • anche io ho creato decine di worm per mac os...solo che sono prove dimostrative e nn le metto in circolazione ma fidatevi che sono veri worm...sisi come no..finche nn vedo nn credo gente mia
    non+autenticato
  • allora spera che osx rimanga di nicchia e non pubblicizzarlo più di tanto... perchè appena diventerà numericamente interessante, siete fregati.   ahahahahah
    non+autenticato
  • Una notizia che riporta che un "ricercatore anonimo" ha creato un proof of concept per dimostrare la vulnerabilità di Mac Osx meriterebbe solo di non essere presa in considerazione.
    Se io fossi un ricercatore e avessi avuto esito positivo dalla mia ricerca, il mio nome lo sbatterei in calce alla notizia.
    Questa notizia sembra solo un polverone mediatico.

    Per quanto riguarda gli accaniti sostenitori di windows, come qualcuno ha detto in questo thread, su linux si basano almeno il 50% dei server che fanno girare qualsiasi cosa a questo mondo, non solo server web. Si tratta di milioni di macchine. Se questo bacino di utenza non è appetibile ditemi voi?! Quindi la questione della diffusione non è reale...
    Un virus writer che riesce a sfruttare una vulnerabilità di apache (e ce ne sono...) per fare eseguire sul server linux un virus non è un ipotesi poco appetibile se fosse facile farlo. Ma così non è.
    E' vero che ormai i virus writer sono professionisti al soldo di qualcuno, ma ci sono ancora molti "wannabe" per i quali fare notizia con il loro virus è il primo obiettivo. Se questo poi fosse possibile farlo su Mac Osx, dove lo smacco sarebbe ancora maggiore proprio per la decantata sicurezza dei prodotti Apple, non esiterebbero un secondo.
    La realtà è che l'architettura dei sistemi *nix non rende le cose facili, al contrario di quella windows.
    MS ha avuto un'occasione lunga 6 anni per poter fare qualcosa di simile a Apple e riscrivere il proprio OS basandosi su una architettura più sicura ed efficente. Ma ha voluto rilasciare Vista.

    E' certo che nessun sistema è sicuro al 100% (chi ti può salvare poi dall'utonto?!?), ma l'unico motivo per cui non ci sono virus per i sistemi *nix è che il sistema è sicuro. Per lo più è possibile sfruttare le falle dei sistemi per condurre attacchi in prima persona, ma non usare dei virus (da qui l'esistenza dei firewall, ma non degli antivirus. Gli antivirus per linux girano più che altro sui server di posta per eliminare i virus per Windows).

    Se i MS fan boys vogliono continuare a basarsi su questa favola della diffusione facciano pure. I dati di crescita di linux e mac dei prossimi anni saranno in continua ascesa e voglio vedere se continueranno a sostenerla anche quando sarà a 2 cifre o a cosa si attaccheranno. Non dico che non abbiano ragione a sostenere che prima o poi qualche vero virus possa saltare fuori, ma almeno cercate una scusante migliore. Se poi vogliamo vedere cosa significa oggi avere il 2-3% (che a me risulta essere il 5-8%) della utenza dei computer mondiali, ci si rende subito conto che non si tratta di qualche decina di macchine, ma di milioni, sufficienti a fare gola a qualsiasi virus writer.
    non+autenticato
  • allora se sono in crescita, aspetta e vedrai che quando capiscono bene come farli facilmente anche per *nix, ne salteranno fuori un bel po'.

    e poi io non sono un fan boy di windows... gli os li ho provati tutti, anche il QNX Neutrino così per provarlo.... sono solo contro a quelli che danno per certa una cosa che certa non lo è proprio. non so se lo sai... ma un po' di anni fa tutti credevano che la terra fosse piatta... poi............
    non+autenticato
  • - Scritto da: simone
    > allora se sono in crescita, aspetta e vedrai che
    > quando capiscono bene come farli facilmente anche
    > per *nix, ne salteranno fuori un bel
    > po'.
    >
    Sono proprio curioso, spero che non ci mettano troppo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: kimu

    > Sono proprio curioso, spero che non ci mettano
    > troppo...



    anch' io A bocca aperta
    non+autenticato
  • che ignoranza in sto luogo!!!! unix è in giro da un sacco di tempo e se virus e worms nn ce ne sono ancor in giro un motivo c'è:che è sicuro a differenza che mondezza windows che è la casa dei virus
    non+autenticato
  • è già numericamente interessante...solo che sei talmente accecato dalla tua indimostrabile teoria "grande diffusione = grande insicurezza" che non te ne sei accorto.

    qui si tratta di come è strutturato un OS non di quanti lo usano.

    bah
    non+autenticato
  • Affermazionii come

    "la sicurezza di MacOSX era legata esclusivamente alla scarsa diffusione di tali sistemi"

    oltre a non essere dimostrabili in alcun modo, sono soprattutto smentite dalla semplice nozione che la notizia di un un virus funzionante e realmente PERICOLOSO per OSX farebbe rapidamente "prima pagina" in tutto il mondo, dando al suo creatore immediata notorietà, prestigio nell'ambiente, ecc, proprio per la fama di sistema sicuro che il Macintosh si è meritato.

    Apple fa notizia, eccome, oggigiorno; basti pensare all'enorme hype mediatico di iPhone (che guarda caso è basato su OSX)

    il fatto che nessuno a tutt'oggi sia ancora riuscito a sfruttare a suo vantaggio tale ENORME cassa di risonanza con un malware funzionante è la prova provata della bontà della sicurezza di OSX; ma chiaramente non è possibile fare previsioni sul futuro.

    Gabriele
    non+autenticato
  • "prima pagina" , notorietà, prestigio, sistema sicuro, si è meritato, mediatico, cassa di risonanza, bontà della sicurezza

    = automontatura da macfanboy conclamato

    > ma chiaramente non è possibile fare
    > previsioni sul futuro.
    ah ecco
    non+autenticato
  • automontatura?
    ma come mai per Mac Osx esistono solo proof of concept di laboratorio, vulnerabilità piu' presunte che vere e- in ogni modo- spesso le notizie di falle si vengono a sapere solo quando arriva il system security update della Apple???
    Da 8 anni i miei sistemi - collegati costantemente in rete via hdsl- senza il bisogno di Antivirous e firewall (un rispirmai di 99Ç l'anno, giusto per informare chi dice che il Mac e' troppo caro) funzionano senza aver mai subito un attacco... questo e' il punto.
    Punto
    non+autenticato
  • mi spieghi come fa a diffondersi un worm in modo massivo quando solo un 2 o 3% dei sistemi è Mac? I concept worm non sono altro che delle dimostrazioni fatte in laboratorio su come i sistemi testati si comporterebbero in caso di diffusione massiva. Nella pratica probabilmente sarà difficile che qualcuno la sfrutti sul TUO Mac, ma ciò non esclude che questo possa avverarsi. Diciamo che sto tizio ti ha fatto un favore, lo stesso favore che fece l'inventore di Blaster per i sistemi Windows: si limitò a fare un virus che riavviava i pc quando avrebbe potuto usare la vulnerabilità che scoprì per scopi ben meno nobili e distruttivi.
    non+autenticato
  • A parte il fatto che Mac ha già superato il 7% (poco ma in costante crescita, googla un po'), pensi che questo sia l'unico vero motivo per cui Mac OS X sia più sicuro?

    Un po' banale come risposta, tenendo presente che X è al centro di tutti i punti focali, nel bene e nel male.

    Non sarà per caso che dietro a X c'è UNIX, e questo basta per dire tutto?
  • Il punto è che mac è un sistema di nicchia e nessuno si sbatte per creare un codice maligno che avrebbe una diffusione ridicola, non per la bontà di osx, ma per la scarsissima diffusione di questo sistema. questo è proprio l' esempio opposto di quello che hai detto, e cioè che mac NON è sicuro esattamente come nessun sistema del giorno d'oggi. se questo ricercatore, al posto di dire a Steve che c'era sto problema, lo avesse usato per scopi loschi, avreste avuto il vostro bel primo virus per mac... ma sarebbe stato il primo non perchè mac è così sicuro che nessuno prima ce l' aveva fatta, ma solo perchè prima nessuno aveva avuto la sbatta di crearne uno.
    questo è il punto.
    punto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: simone
    > Il punto è che mac è un sistema di nicchia e
    > nessuno si sbatte per creare un codice maligno
    > che avrebbe una diffusione ridicola, non per la
    > bontà di osx, ma per la scarsissima diffusione di
    > questo sistema.

    http://punto-informatico.it/b.aspx?ticks=633204455...

    > questo è proprio l' esempio
    > opposto di quello che hai detto, e cioè che mac
    > NON è sicuro esattamente come nessun sistema del
    > giorno d'oggi.

    Qualcuno e' peggio di altri...


    > se questo ricercatore, al posto di
    > dire a Steve che c'era sto problema, lo avesse
    > usato per scopi loschi, avreste avuto il vostro
    > bel primo virus per mac... ma sarebbe stato il
    > primo non perchè mac è così sicuro che nessuno
    > prima ce l' aveva fatta, ma solo perchè prima
    > nessuno aveva avuto la sbatta di crearne
    > uno.

    http://punto-informatico.it/b.aspx?ticks=633204455...
    krane
    22544
  • mi puntano tutti e due a questa stessa news.. non mi hai dimostrato nulla.... e cmq se volevi farmi vedere che 5 persone su 100 usano osx in america......... se per te è una percentuale alta.....
    ti ricordo che quelli sono dati ufficiali che tengono solo conte delle vendite ufficiali degli OS. ma i windows in circolazione sono 3 o 4 volte tanto quelli dichiarati nelle vendite, quindi quella % si abbassa notevolmente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: simone
    > mi puntano tutti e due a questa stessa news.. non
    > mi hai dimostrato nulla....

    Puntano qua perche' e' gia' stato detto migliaia di volte che non e' un problema di diffusione, pensa che ai tempi dell'amiga i virus giravano come adesso su windows nonostante internet praticamente assente e 2 milioni di macchine al mondo.

    > e cmq se volevi farmi vedere che 5 persone su 100 usano
    > osx in america......... se per te è una percentuale
    > alta.....

    Secondo te sono piu' di 2 milioni al mondo ?
    Bhe, con quelle percentuali su amiga senza neanche passare per internet si era invasi dai virus.

    > ti ricordo che quelli sono dati ufficiali che
    > tengono solo conte delle vendite ufficiali degli
    > OS. ma i windows in circolazione sono 3 o 4 volte
    > tanto quelli dichiarati nelle vendite, quindi
    > quella % si abbassa notevolmente.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane

    > pensa che ai tempi dell'amiga i virus giravano
    > come adesso su windows nonostante internet
    > praticamente assente e 2 milioni di macchine al
    > mondo.


    non sono così giovane come forse tu credi.. lavoro sui pc da quando c'erano i 286 e come dici tu, saranno state 2 milioni di macchine ... tutte con dos. quelli che usavano sistemi diversi lo facevano per lavori particolari.
    cmq, nonostante questo dilagare dei virus, io ne ho sempre presi pochissimi, basta usare il pc con un po' di testa.


    > Secondo te sono piu' di 2 milioni al mondo ?
    > Bhe, con quelle percentuali su amiga senza
    > neanche passare per internet si era invasi dai
    > virus.

    c'era solo quello... o ti diverti con quello o non ti diverti per nulla....
    c'è anche da dire un'altra cosa, che di solito quelli che hanno un mac osannano il proprio sistema e quindi non credo proprio che si mettano a fare dei virus per demolire ciò che amano tanto. sarebbe come uno che compra una ferrari e poi si diverte a graffiarla con la propria chiave.
    quelli a cui non gliene frega una cippa di osx, non si stanno a comprare un mac per scrivere un virus... e anche qui lo zio steve ha fatto bene i suoi conti per non farlo girare su milioni di macchine comuni. è furbo il marketing man!
    non+autenticato
  • - Scritto da: simone
    > - Scritto da: krane
    > > pensa che ai tempi dell'amiga i virus giravano
    > > come adesso su windows nonostante internet
    > > praticamente assente e 2 milioni di macchine al
    > > mondo.

    > non sono così giovane come forse tu credi..
    > lavoro sui pc da quando c'erano i 286 e come dici
    > tu, saranno state 2 milioni di macchine ... tutte
    > con dos. quelli che usavano sistemi diversi lo
    > facevano per lavori particolari.

    > cmq, nonostante questo dilagare dei virus, io ne
    > ho sempre presi pochissimi, basta usare il pc con
    > un po' di testa.

    Non si stava parlando di quelli che hai preso tu o io, si parlava di diffusione in base al numero di macchine presenti in giro.

    > > Secondo te sono piu' di 2 milioni al mondo ?
    > > Bhe, con quelle percentuali su amiga senza
    > > neanche passare per internet si era invasi dai
    > > virus.

    > c'era solo quello... o ti diverti con quello o
    > non ti diverti per nulla....

    Questa frase proprio non l'ho capita !!!

    > c'è anche da dire un'altra cosa, che di solito
    > quelli che hanno un mac osannano il proprio
    > sistema e quindi non credo proprio che si mettano
    > a fare dei virus per demolire ciò che amano
    > tanto. sarebbe come uno che compra una ferrari e
    > poi si diverte a graffiarla con la propria
    > chiave.

    E questo impedisce ai winari di fare virus per mac o conferma che se usi windows sei ignorante ? Cosa vuoi dire ? Esprimiti...

    > quelli a cui non gliene frega una cippa di osx,
    > non si stanno a comprare un mac per scrivere un
    > virus... e anche qui lo zio steve ha fatto bene i
    > suoi conti per non farlo girare su milioni di
    > macchine comuni. è furbo il marketing man!

    Secondo me sei tu che:
    O non capisci.
    O non ti sai fare capire.
    krane
    22544
  • Probabilmente l'hanno tappato a metà. Ma credo che lo tapperanno definitivamente al prossimo aggiornamento sulla sicurezza.

    http://securitytracker.com/alerts/2007/May/1018123...

    mDNSResponder
    CVE-ID: CVE-2007-2386
    Available for: Mac OS X v10.4.9, Mac OS X Server v10.4.9
    Impact: An attacker on the local network may be able to cause a
    denial of service or arbitrary code execution
    Description: A buffer overflow vulnerability exists in the UPnP
    IGD (Internet Gateway Device Standardized Device Control
    Protocol) code used to create Port Mappings on home NAT gateways
    in the OS X mDNSResponder implementation. By sending a
    maliciously crafted packet, an attacker on the local network can
    trigger the overflow which may lead to an unexpected application
    termination or arbitrary code execution. This update addresses
    the issue by performing additional validation when processing
    UPnP protocol packets. This issue does not affect systems prior
    to Mac OS X v10.4. Credit to Michael Lynn of Juniper Networks
    for reporting this issue.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)