ADSL, Tiscali accusa gli ex monopolisti

L'azienda parla di una situazione europea

Roma - Tiscali non ci sta e dichiara con forza che la posizione di mercato degli operatori ex monopolisti ("incumbent") sui mercati europei sta pregiudicando il rapido sviluppo del broadband ADSL nel Vecchio Continente, a causa anche di una situazione regolamentare non soddisfacente.

"Tale situazione - spiega Tiscali in una nota - ha reso finora non economicamente fattibile, per un operatore alternativo come Tiscali, la concorrenza con tali soggetti, spingendo pertanto il gruppo a non competere efficacemente su tale mercato in attesa di condizioni economiche migliori, focalizzando l'attività operativa al conseguimento di soddisfacenti livelli di profittabilità sul mercato narrowbrand".
TAG: adsl