WD lancia un nuovo HDD da 750 GB

Western Digital introduce un nuovo modello di hard disk con capacità di 750 Gb rivolto alle workstation e ai server aziendali

Roma - Western Digital ha esteso la propria famiglia di hard disk di fascia alta con un nuovo modello Raid Edition 2 (RE2) da 750 GB dotato di interfaccia SATA2 con Native Command Queueing (NCQ) e di 16 MB di cache.

Il nuovo disco, chiamato WD7500AYYS, è indirizzato ai sistemi di storage e ai server aziendali (file, email e Web), dove fornisce un MTTF (Mean Time To Failure) di 1,2 milioni di ore e le tecnologie proprietarie SecurePark, che protegge il disco da danni provenienti da forti scosse o urti, StableTrac, che riduce le vibrazioni del disco al fine di migliorarne velocità e affidabilità, e IntelliSeek, che controlla i movimenti degli attuatori per ridurre i consumi, migliorare la silenziosità e allungare la vita del drive.

Il WD7500AYYS viene venduto al prezzo indicativo di 270 euro.
17 Commenti alla Notizia WD lancia un nuovo HDD da 750 GB
Ordina
  • Da quando pure Maxtor non è più indipendente ho notato un certo ristagno, sia come ritmo di rilascio delle novità, sia riguardo ai ribassi dei modelli più maturi, per esempio i prezzi dei modelli da 250, 300-320 e 400GB, ormai non più certo novità o modelli di lusso, ma neanche obsoleti o di nicchia, fluttuano più o meno attorno agli stessi valori da mesi, tanto che per certi modelli recensiti da Chip a Marzo, quindi con prezzi al più tardi rilevati a Febbraio, il prezzo negli shop online principali è ancora più o meno uguale a quello indicato dalla rivista.
    So che qualcuno ha avuto delusioni da Maxtor, io no, per mia fortuna, ma quel che è certo è che le sue politiche quando era indipendente avevano ottimi riflessi sulle tasche di noi consumatori.
    non+autenticato
  • Se consideri una buona politica vendere HD con meccaniche scadenti...
  • - Scritto da: nattu_panno_dam
    > Se consideri una buona politica vendere HD con
    > meccaniche
    > scadenti...

    Probabilmente i miei Maxtor li ho presi quando ancora le ciufeche erano un'eccezione... a quei tempi sfornava novità a ritmo sostenuto e quando un modello non era più l'ultima novità il prezzo calava rapidamente, con riflessi benefici anche sulle innovazioni e i prezzi dei concorrenti.
    Ma la situazione attuale... potrei capire un ristagno di novità e prezzi fra inizio Luglio e metà Settembre, per le pause estive, ma un ristagno che si protrae da Febbraio a metà Luglio e quindi, verosimilmente, fino a metà Settembre, mi sembra un segno di scarsa concorrenza.
    non+autenticato
  • In effetti è vero, anche seagate con la nuova serie 7200.10 ha calato di molto poco il prezzo dei vecchi tagli (320 160) e reintroducendo pure l' obsoleto 80GB, che non conviene assolutamente.
  • io ho sempre usato maxtor, negli ultimi tempi ho evitato le schede madri con nvidia incorporato per via di certe incompatibilità, almeno così ho visto sui forum. sempre negli ultimi tempi ho sempre sentito dir male di questi hard disk ma a me hanno sempre fatto un ottimo servizio. i dischi barracuda erano troppo costosi, ora sembrano abbordabili, la prossima volta li provo.
    leggendo gli altri commenti viene da chiedersi, ma c'è ancora bisogno di distinguere i comp da scrivania dai server? ok dal punto di vista del sistema operativo, ma da quello hardware che differenza c'è? componenti affidabili li vogliono tutti, potenti pure, il mio comp è sempre acceso, scarico di tutto, faccio montaggi video e audio, ci gioco, navigazione e copie di sicurezza programmate. non uso il raid, non so cosa farmene, i miei blog li ho affidati a qualche servizio esterno, ma per il resto l'affidabilità deve essere la stessa.
    non+autenticato
  • Non sempre le dimensioni contano, serve anche la durata e l'affidabilità...
    OK
    ora lo "stupido" di turno faccia la battuta ..
    non+autenticato
  • Per quello esistono i raid e soprattutto i backup su nastro.
  • - Scritto da: nattu_panno_dam
    > Per quello esistono i raid e soprattutto i backup
    > su
    > nastro.

    Mi sembra giusto.
    E magari, visto che ci siamo, possiamo fare anche senza ridondare alimentatori e schede di rete sui server ... tanto c'è il raid e il backup.
    Va bene il raid, ma è sempre meglio farlo con quello che di piu affidabile c'è sul mercato.
    E ora come ora, su tecnologie economiche (leggi SATA) chi offre maggiore affidabilità è Western Digital.
    non+autenticato
  • - Scritto da: adorno

    > Mi sembra giusto.
    > E magari, visto che ci siamo, possiamo fare anche
    > senza ridondare alimentatori e schede di rete sui
    > server ... tanto c'è il raid e il
    > backup.

    Col backup, puoi fare a meno di quello che vuoi. Il raid ti garantisce un rischio in meno, come un buon alimentatore ridondante sovradimensionato, due controller, etc...

    > Va bene il raid, ma è sempre meglio farlo con
    > quello che di piu affidabile c'è sul
    > mercato.

    Ovvero niente, la possibilità di rottura cè _sempre_ e mai molto bassa.

    > E ora come ora, su tecnologie economiche (leggi
    > SATA) chi offre maggiore affidabilità è Western
    > Digital.

    Come no, su che basi?
  • contenuto non disponibile
  • Si a parte quello... che ci sono i nas che costano poco rispetto alle unità di backup "tradizionali"... ma vuoi mettere (prima di arrivare a un restore da un backup) la comodità e l'affidabiltà di un raid (1 o 5) fatto con dei dischi affidabili e un controller con le contropalle?

    Non bisogna dimenticare che alla "sicurezza dei dati" vanno sempre affiancate affidabilità dei dispositivi hw e tempi di downtime limitatissimi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nattu_panno_dam
    > Per quello esistono i raid e soprattutto i backup
    > su
    > nastro.

    Già, ma il restore di uno storage, diciamo da una decina di tera, quanto tempo richiede?
    Senza contare, e quantificare, il disservizio dato.

    Saluti
  • Finchè penserai seriamente che esistono HD affidabili, che non siano quei 3/4 su 100 che arrivano ai quattro anni, allora non fare mai un backup. Incrocia le dita e spera, non ti resta altro.
  • - Scritto da: ilgorgo
    > - Scritto da: nattu_panno_dam
    > > Per quello esistono i raid e soprattutto i
    > backup
    > > su
    > > nastro.
    >
    > Già, ma il restore di uno storage, diciamo da
    > una decina di tera, quanto tempo
    > richiede?
    > Senza contare, e quantificare, il disservizio
    > dato.
    >
    > Saluti
    Se uno ha backup da una decina di tera e non ha almeno un cluster di server ridondanti non mi ispirerebbe molta professionalità, se ha un cluster il tempo di downtime del servizio è 0
  • Il backup non serve solo per preservare da danni hardware ma anche per prevenire l'errore umano; metti che ti cancelli la directroy dove stai lavorando... ahhh ma tanto c'è il raid Occhiolino
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 20 luglio 2007 17.05
    -----------------------------------------------------------