Intel si prepara all'era dei nanometri

Il big di Santa Clara ha illustrato i suoi piani per il passaggio, il prossimo anno, alla tecnologia di produzione da 90 nanometri, la stessa che porterà il Pentium 4 oltre i 3,2 GHz. Anche AMD è pronta al balzo

Intel si prepara all'era dei nanometriMilano - Il prossimo anno alcuni dei più grandi colossi dei microchip migreranno i loro processi produttivi dalle attuali tecnologie a 0,13 micron verso quelle a 0.09 micron, ossia 90 nanometri (nm): un nanometro corrisponde a un miliardesimo di metro. Intel, che la scorsa settimana ha illustrato i propri piani in merito, sarà una delle prime ad adottare la nuova tecnologia a 90 nm, tecnologia per altro già impiegata nella produzione di chip SDRAM da 52 Mbit: questi chip di memoria racchiudono 330 milioni di transistor nello spazio di 109 mm quadrati, più o meno le dimensioni di un'unghia.

"Mentre alcune aziende stanno lentamente passando al processo di produzione a 130 nm (0,13 micron) su wafer da 200 mm, Intel si sta evolvendo verso la più avanzata tecnologia a 90 nm impiegando esclusivamente wafer da 300 mm", ha affermato Sunlin Chou, Senior Vice President e General Manager del Technology and Manufacturing Group di Intel. "Questa combinazione consentirà a Intel di realizzare prodotti migliori e ridurre i costi di produzione".

Questo nuovo processo a 90 nm combina transistor a prestazioni più elevate e a minore consumo di energia con la tecnologia "strained silicon", connessioni in rame ad alta velocità e un nuovo materiale dielettrico a bassa costante k. Per la prima volta tutte queste tecnologie verranno integrate in un singolo processo di produzione che, a partire dalla seconda metà del prossimo anno, verranno utilizzate per spingere i Pentium 4 con core Prescott a frequenze di clock superiori ai 3,2 GHz.
Più o meno nello stesso periodo anche AMD ha pianificato il passaggio, per la sua famiglia di chip ClawHammer, ad un processo produttivo a 90 nm. ClawHammer, la cui introduzione è attesa per la fine dell'anno, sarà il primo membro della linea di chip a 32/64 bit Hammer, e adotterà inizialmente un processo a 0,13 micron con tecnologia Silicon On Insulator (SOI). L'adozione dei 90 nm consentirà anche ad AMD di spingere le proprie CPU oltre i 3 GHz e, in futuro, di integrare due core Hammer sullo stesso chip (una tecnica simile a quella HyperThreading di Intel). Fra circa un anno AMD conta di rilasciare un modello di ClawHammer 4400+, ossia capace di offrire prestazioni paragonabili a quelle di un ipotetico Pentium 4 a 4,4 GHz.

Ecco ulteriori dettagli sulla tecnologia a 90 nm di Intel.
TAG: hw
14 Commenti alla Notizia Intel si prepara all'era dei nanometri
Ordina