Se un sito ministeriale non funziona

Come bisogna comportarsi? Possibile che non si possa neppure comunicare quando riprenderà il servizio? E' giusto prendersela con chi gestisce il sito?

Roma - Salve, sono un vostro lettore, vi seguo da qualche anno e devo dire che siete sempre in costante miglioramento e per questo mi complimento con voi. La questione che vorrei portare alla vostra attenzione è questa: sono oramai 2 giorni che per esigenze personali provo ad entrare nel sito del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture (www.infrastrutturetrasporti.it) e non riesco a farlo.

Dopo 40 secondi di ricerca mi viene comunicato un messaggio di errore che certifica l'impossibilità di reperire il server remoto. Questo errore sarà facilmente verificabile per voi.

Le mie riflessioni sono amare, come è possibile che non si riesca a tenere in piedi nemmeno il sito di un ministero così importante?
A chi è stata affidata la gestione del sito? Possibile che, per quanto il problema sia serio, non si riesca ad avvertire in qualche modo l'utente/cittadino di tale disagio indicandogli i tempi necessari alla risoluzione definitiva dello stesso? Più semplicisticamente, il webmaster di quel sito su cosa sta lavorando?

Che senso ha affermare l'importanza del collegamento diretto fra cittadino e istituzioni, grazie agli infiniti strumenti che la tecnologia di internet ci offre, quando vi sono dei disservizi così plateali contro i quali nulla è possibile fare, se non rivolgersi ad un giornale online?

Cordiali Saluti
Gabriele Capasso

Salve Gabriele, i casi in cui un sito ministeriale sia risultato irraggiungibile a lungo sono rari, a quanto ci risulta. E' invece accaduto che per alcune ore siti di notevole importanza come quelli governativi non siano stati disponibili, per problemi tecnici o, più di rado, come risultato di aggressioni informatiche.

Le cose sono talvolta state diverse nei week-end, periodi nei quali, a quanto risulta a Punto Informatico, non tutti i siti istituzionali sono "presidiati" sul piano tecnico e dunque più facilmente a rischio di interruzione di servizio.

Se domenica sera, mentre scriviamo queste righe, infrastrutturetrasporti.it risulta off-line è probabile che già entro la mattinata di lunedì le cose cambino. Il problema che affligge alcuni siti di rilievo va cercato nella mancata allocazione delle necessarie risorse tecniche 24 ore su 24, un elemento che deve far riflettere vista l'importanza assunta da questo servizio pubblico con la diffusione dell'accesso ad internet.

Credo vada in ogni caso dato atto che negli ultimi anni la quantità di servizi e informazioni offerti online dalle istituzioni è aumentata enormemente.
Ora, e forse proprio per questo, è senz'altro giusto chiedere un ulteriore "salto di qualità".

Un saluto, Lamberto Assenti
TAG: italia
10 Commenti alla Notizia Se un sito ministeriale non funziona
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)