Pubblica un'email, condannato

Succede a Milano, dove il Tribunale ha dichiarato illegittima la condotta di un giornale, condannato a risarcire danni ad alcuni magistrati per aver pubblicato email da una mailing list

Milano - Violazione della privacy. Questo il verdetto del Tribunale di Milano per un giornalista e il suo giornale, che hanno pubblicato integralmente alcune email girate nel 2002 in una mailing list giuridica.

Oltre ai contenuti delle email, sul giornale erano apparsi anche i riferimenti comprensivi di nome e cognome degli autori dei messaggi circolati nella lista. Dati pubblicati senza il consenso degli interessati, ossia di alcuni magistrati iscritti al servizio di discussione via email.

Come sottolinea Anti Phishing Italia, "il giornalista ha pubblicato - quando poteva anche risparmiarselo - i nomi dei singoli magistrati che avevano espresso alcuni loro convincimenti via mail sull'allora primo ministro, oltre che la loro mansione ricoperta all'interno dell'Ufficio del Tribunale".
La sentenza è pubblicata su Diffamazione.it
10 Commenti alla Notizia Pubblica un'email, condannato
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)