Dario Bonacina

Nokia e AT&T sfoderano gli anti-iTunes?

Il music store di Apple ha fatto scuola e il mercato sta per fare la conoscenza di due nuovi antagonisti

Roma - Prima ha acquistato Loudeye, la società che ha creato la piattaforma su cui si basano molti servizi di diffusione musicale, poi si è accaparrata Twango. E ora Nokia sembra pronta a lanciare il proprio music store online, gettando un pesante guanto di sfida verso iTunes. Che nel contempo dovrà fare i conti con un altro competitor, frutto della partnership tra AT&T ed eMusic.

Secondo quanto riportato da CNN Money, la novità è esattamente ciò che il colosso finlandese intende presentare in un pubblicizzato evento londinese, previsto il 29 agosto, al Ministry of Sound club, annunciando una discoteca in grado di offrire, fin dall'esordio, un milione di brani musicali. Ed è verosimile che Nokia, con l'occasione, abbia intenzione di presentare anche nuovi cellulari e smartphone dedicati.

L'espressione del business musicale di Nokia è attesa fin dallo scorso anno, da quando il colosso finlandese aveva acquisito - per 60 milioni di dollari - quella Loudeye sulle cui fondamenta (software) molti music store (tra cui quelli di MSN, MTV, Tiscali) hanno basato i propri servizi. Evidentemente il rodaggio attraverso il servizio Music Recommenders ha dato i propri frutti.
Il music store di Nokia - il cui nome non è stato ancora reso noto - non si troverà a competere solamente con il consolidato iTunes: proprio ieri, AT&T ha presentato un nuovo servizio di music-download per offrire ai propri utenti il download dei brani musicali inseriti nel catalogo del distributore di etichette indipendenti eMusic. Il servizio di AT&T-eMusic, ha spiegato la compagnia telefonica, consentirà di scaricare canzoni sul cellulare e trasferirne copia sul computer senza costi aggiuntivi. Ad un prezzo di 7,49 dollari per cinque brani.

Dario Bonacina