Seagate conferma l'addio a EIDE

Dal 2008 tutti i suoi hard disk adotteranno l'interfaccia SATA. Il gigante del disco rigido dà quindi il benservito ufficiale all'ormai obsoleta interfaccia Parallel ATA

Scotts Valley (USA) - Confermando le voci circolate nell'ultimo periodo, un portavoce di Seagate ha dichiarato che a partire dal 2008 il gigante degli hard disk cesserà la produzione di drive con interfaccia Parallel ATA, meglio nota come EIDE, per focalizzarsi sulla più giovane interfaccia Serial ATA.

Il portavoce dell'azienda ha spiegato che, a partire dalla fine dello scorso anno, Seagate ha bandito PATA da ogni nuovo progetto: di fatto, dunque, il noto produttore ha staccato la spina alla vecchia interfaccia di connessione già da molti mesi.

La tecnologia PATA (allora conosciuta semplicemente come ATA o IDE) è stata sviluppata più di 20 anni fa, ed è stata utilizzata dall'industria dei personal computer per oltre 15 anni. Da alcuni anni è stata rimpiazzata da SATA, che rispetto alla sua antenata fornisce un'ampiezza di banda più che doppia e funzionalità di gestione e trasferimento dei dati più sofisticate.
7 Commenti alla Notizia Seagate conferma l'addio a EIDE
Ordina
  • chi ha comprato un guscio esterno per hard disk sarà contentissimo di sapere questo... magari avendo un suo archivio fatto di hard disk... :-/
    non+autenticato
  • Sinceramente io tutta sta differenza abissale tra quando avevo i dischi PATA ad adesso che ho dischi SATA non la vedo, per contro cosi' facendo si e' costretti a buttare via HD ottimi e pure capienti, ho 2 WD da 250 Gb ad 1 da 120 praticamente inutilizzati in un cassetto e sono stato costretto a ricomprare dischi SATA nuovi.
    non+autenticato
  • bisogna però che il "vecchio" sia veramente vecchio, cosa non del tutto scontata per PATA.
    non+autenticato
  • - Scritto da: anonimo
    > bisogna però che il "vecchio" sia veramente
    > vecchio, cosa non del tutto scontata per
    > PATA.

    l'interfaccia SATA attualmente non offre un incremento di prestazioni tale da rendere udma 133 obsoleto al punto da smettere di produrlo,basta fare come per la RAM ossia,una 1 GB di DDR 400 costa parecchio di più di un GB di DDR2 667,se la scheda madre è vecchiotta,basta già il risparmio su 2 GB di RAM DDR2 su 2 GB di DDR per pagare mezza mother board!

    potrebbero fare la stessa cosa con i dischi PATA produrne sempre meno,in modo che il prezzo salga scoraggiando l'acquisto della vecchia tecnologia,ma consentendo l'acquisto a chi ha necessariamente bisogno di un hard disk PATA!

    il vero limite dei dischi fissi sono i tempi di accesso,così come lo sono l'inerzia delle parti meccaniche,quindi ha poco senso un'interfaccia che consente trasferimenti che tanto non avremo mai o perlomeno non avremo prima di 10 anni,quando oramai i dischi fissi saranno tutti su memorie flash

    a breve dovrò cambiare l'hard disk,ne comprerò uno SATA ma non mi aspetto nessun reale aumento di prestazioni
    non+autenticato
  • Con le centinaia di migliaia di PC installati, compreso i server, che hanno interfaccia Parallel ATA (Raid compresi), mi pare un autogol.
    Scommettiamo che rimandano la cessazione della produzione?!?
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippo santoanast aso
    > Con le centinaia di migliaia di PC installati,
    > compreso i server, che hanno interfaccia Parallel
    > ATA (Raid compresi), mi pare un
    > autogol.
    > Scommettiamo che rimandano la cessazione della
    > produzione?!?

    E aggiungiamoci, per fare buon peso, praticamente TUTTI i dischi esterni USB e Firewire, che montano all'interno dischi EIDE, e anche i box vuoti da completare con il disco che si vuole, anch'essi con interfaccia EIDE.
    non+autenticato
  • Se ragioniamo in questi termini allora terremo per sempre tecnologie vecchie di 50 anni solo perché "qualcuno le usa ancora"...

    Purtroppo prima o poi quando si parla di tecnologia bisogna per forza abbandonare il vecchio se si vuole davvero andare avanti.

    Lo stesso ragionamento viene seguito dai produttori di schede madri che piano piano stanno eliminando i connettori PATA a vantaggio di soli connettori SATA.

    E poi... esistono sempre i convertitori.
    non+autenticato