Texas spinge Wi-Fi su PDA e cellulari

Il chipmaker americano ha svelato un chippetto wireless a basso consumo che potrebbe dare una grossa spinta al Wi-Fi verso il mondo dei PDA e dei cellulari

Tokyo (Giappone) - Texas Instruments ha svelato il suo primo chippetto wireless in grado di portare la connettività Wi-Fi sui dispositivi mobili più piccoli come i PDA e i telefoni cellulari. Il chip è stato specificamente progettato per risolvere due fra i maggiori problemi legati al settore delle smart device: i consumi energetici e lo spazio.

Due problemi che TI risolve con un chip che, oltre a consumare una frazione rispetto alle versioni prodotte per i notebook, è fino al 44% più piccolo. Vista la grande quota di mercato che TI possiede nel settore dei dispositivi mobili, è lecito attendersi che questo chip potrà presto spingere molti produttori di PDA e telefoni cellulari di terza generazione, fra cui gli smart-phone, ad integrare le funzionalità wireless nei loro prossimi prodotti.

TI, che al momento riveste la terza posizione sul mercato dei chip Wi-Fi, rilascerà il proprio chip sul mercato entro 6 mesi, un periodo di tempo durante il quale testerà a fondo il prodotto e la compatibilità con tutte le attuali soluzioni Wi-Fi presenti sul mercato.
Nonostante nel settore della telefonia mobile lo standard wireless che va per la maggiore è Bluetooth, TI si è detta convinta della possibilità, anche per Wi-Fi, di ritagliarsi una grossa fetta di questo mercato: questo sarà possibile proprio grazie all'arrivo di chip sempre più piccoli ed economici e all'aumentare della potenza e delle funzionalità dei telefoni cellulari.
1 Commenti alla Notizia Texas spinge Wi-Fi su PDA e cellulari
Ordina