Online i biglietti fantasma delle FS

Ne parla un lettore che racconta come sia difficile far passare per vero e valido un biglietto comprato sul pubblicizzatissimo servizio online delle Ferrovie

Roma - Spett. redazione di PI, da vostro aficionado lettore vi scrivo per segnalarvi l'ultima disavventura con i servizi internet delle Ferrovie dello Stato. Non vi parlerò dell'ormai gettonato trenitalia.com, già oggetto di critiche, sia per i problemi rilevati da più parti sia per la totale mancanza di compatibilità con gli standard WAI o più in generale mancanza di webusability.

Vi parlerò, invece, di un sito poco gettonato della galassia FS:
www.abbonamenti.fs-on-line.it.
Su questo sito è possibile acquistare abbonamenti mensili, che vengono comodamente recapitati al proprio domicilio, senza far code inutili in stazione! Un servizio 10 e lode: l'abbonamento è recapitato in posta prioritaria direttamente a casa, senza nessun costo aggiuntivo e in un tempo molto contenuto (3-4 giorni lavorativi). Un servizio sul quale le FF.SS. hanno speso molto: cartelloni pubblicitari nelle stazioni, a bordo dei treni ed anche sulle facciate degli stessi.

Purtroppo il servizio ha riscosso un basso consenso. Faccio un esempio: fra il numero di serie del mio abbonamento mese di aprile e quello mese di maggio (emessi a un mese di distanza l'uno dall'altro) ci sono solo 280 numeri. Non so se questi 280 abbonamenti venduti in un mese si riferiscano all'intero territorio nazionale o alla sola Lombardia (in quanto il servizio dipende dalle "direzioni regionali" delle FF.SS.). Comunque a fronte della imponente campagna pubblicitaria, il consenso raccolto è veramente basso. Mi auguro che anche altri pendolari optino per questo servizio che è veramente ineccepibile, anche se.
"Anche se", c'è un piccolo problema off-line. Infatti, non so per quale balzano motivo - ma un motivo ci sarà - gli abbonamenti acquistati su internet sono stampati con una grafica totalmente differente da quelli che si acquistano in biglietteria. Ed è così che quando io mi presento sul treno col mio abbonamento acquistato on line, i controllori non sono in grado di riconoscerlo. C'è chi se lo legge tutto, c'è chi chiede che cos'è, c'è chi esclama "non l'avevo mai visto" o "è nuovo!"; c'è poi chi lo buca (pensando che bucandolo ha compiuto il proprio lavoro), c'è chi lo gira e lo rigira sbuffando...

Nessuno mi ha obiettato nulla - ad onor del vero - ma non è "simpatico" che il controllore impieghi 3 minuti ogni volta per controllare il tuo abbonamento quando normalmente ci impiega 3 secondi! Non è altresì simpatico che la gente seduta accanto a te, ti guardi "come uno che voleva fare il furbo". Una volta, un mio amico che viaggiava con me, mi ha chiesto: "Ma l'abbonamento te lo sei fatto te con Publisher?"

A quanto pare le FF.SS. non hanno speso una lira in formazione: nessuno ha spiegato ai controllori o agli addetti di biglietteria che l'abbonamento su internet è fatto in quel modo. E' ormai un anno che compro l'abbonamento su internet e nulla è cambiato. Tuttora i controllori non riconoscono gli abbonamenti on-line (fanno eccezione quelli che incontrano me o gli altri 279 tizi abbastanza di frequente).

Vi assicuro la cosa è abbastanza irritante. Spero che le FF.SS. intervengano stampando l'abbonamento on line con la stessa grafica di quelli acquistati in stazione, ovvero spieghino ai proprio personale che esiste un tipo di abbonamento on line, stampato con una certa grafica e così via. Sinceramente, mi eviterebbe fastidi inutili.

Cordiali saluti,
Lettera Firmata
20 Commenti alla Notizia Online i biglietti fantasma delle FS
Ordina
  • sono andato sul sito delle ferrovie per acquistare un biglietto andata e ritorno napoli firenze ma non mi da il ritorno!!!! assurdo !!!! ho provato in tutti i modi !!!
    non+autenticato
  • Anche io stampo i biglietti da internet è molto meglio che fare la colonna in stazione (una volta a momenti perdo il treno) però i controllori su da noi al Nord sono aggiornati!A bocca aperta
    non+autenticato
  • L'importante in fin dei conti è solo che non ti fanno la multa...
    Se ti irrita aspettare 3 minuti invece di 3 secondi (quando di tempo non ne perdi, tanto il treno meno di 15 minuti non ci mette) o che gli altri ti guardino come uno che voleva fare il furbo (sicuro che non sia solo curiosità ?) son problemi tuoi, mica delle FS !

    Suvvia, da come lo descrivi questo servizio è ottimo, inoltre non ha senso sparare contro le FS per qualsiasi cavillo, ma diamo onore al merito quando vi è la possibilità.

    non+autenticato
  • Piuttosto che parlare con quel cane di bigliettaro la mattina presto, che mi irrita non poco, e a momenti mi fa pigliare una multa per una sua negligenza, preferisco comprare online.... altrimenti potrei uccidere qualcuno
    non+autenticato


  • - Scritto da: HateTheWorld
    > Piuttosto che parlare con quel cane di
    > bigliettaro la mattina presto, che mi irrita
    > non poco, e a momenti mi fa pigliare una
    > multa per una sua negligenza, preferisco
    > comprare online.... altrimenti potrei
    > uccidere qualcuno

    ma perche uccidere qualcuno niente cambia ci sarà qualcunaltro da uccidere, poi ancora un altro poi ancora un altro ......., il problema sei tu quindi sparati, staremo più larghi e contenti
    non+autenticato
  • facciamo allora un omicidio suicidio. uccido te e poi mi sparo... così ci sono due clown in meno.
    non+autenticato
  • Qualcuno di voi non ha qualche vagone di nastri per mini-stampante da regalare alla stazione di Milano Lambrate, dove uno oblitera il biglietto e il biglietto se ne esce sano e pulito come mamma l'ha fatto salvo il solo buchetto?

    E non vi passi per la testa di infilarlo nella macchinetta una seconda volta! Guai! Sareste tacciati di frode per aver viaggiato due volte con lo stesso biglietto!

    Possibile che si debba sempre questionare con il controllore?

    "ma no, ma no, scorra la mano dietro la carta, sente che si percepisce la timbratura un po' in rilievo? sente?"
    "ma no, guardi bene, da vicino, vedra' la M di Milano, poi segua i puntini grigi fino in fondo e vede un 9, di settembre; adesso guardi i numeri prima, intravedera' la data di oggi"
    non+autenticato


  • - Scritto da: Smarmittaz

    >   "ma no, ma no, scorra la mano dietro la
    > carta, sente che si percepisce la timbratura
    > un po' in rilievo? sente?"
    >   "ma no, guardi bene, da vicino, vedra' la M
    > di Milano, poi segua i puntini grigi fino in
    > fondo e vede un 9, di settembre; adesso
    > guardi i numeri prima, intravedera' la data
    > di oggi"


    Magari col kit del piccolo chimico anche loro potranno vedere tracce d'inchiostro sul biglietto. tranquillo, anche a Monza è così!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)