Canone ridotto per i digital divisi

Varata una nuova petizione online.. chirurgica: contro il canone richiesto dall'incumbent per le linee telefoniche a chi non dispone di banda larga

Roma - Balzello inviso pressoché a tutti gli utenti che ricevono bollette e fatture da parte di Telecom Italia, il canone della linea telefonica è oggetto di una nuova petizione online che ne chiede l'abolizione. L'iniziativa, varata da Fabio Gangemi, si rivolge all'utenza italiana per contribuire alla riduzione - se non all'abbattimento - del digital divide che colpisce una fetta consistente dello Stivale.

Come i lettori di PI Telefonia sanno, non si tratta della prima richiesta di consenso popolare mirata all'eliminazione del canone: le petizioni varate in questo senso, anzi, sono molte e le adesioni per quella organizzata dall'associazione Anti Digital Divide ha toccato quota 11mila adesioni.

Il testo della petizione di Gangemi, accessibile per le adesioni a questo indirizzo, recita testualmente:

"Gentilissimi Italiani;
sappiamo tutti che la politica adottata da Telecom Italia Spa nei confronti dei suoi clienti sopratutto di noi cittadini Italiani, come al solito è sempre molto penalizzante rispetto ai vicini della Germania, o ai cugini Francesi che hanno il più delle volte sempre servizi migliori rispetto a noi italiani e possono contare su infrastrutture all'avanguardia, ci fermiamo senza andare oltre e fare molte polemiche in quanto al momento non è il caso ma ci interessa far valere i nostri diritti da cittadini Italiani e sopratutto Europei, ed e lì che vogliamo arrivare se lo Stato Italiano non ci tutela come deve.
Veniamo al dunque senza perderci in chiacchiere, il motivo per il quale sto effettuando questa petizione e chiedo il vostro appoggio è quello di tagliare il grande divario detto "Digital Divide" che penalizza moltissimi utenti possessori di linee telefoniche Telecom.

Come sappiamo non in tutte le città d'Italia Arriva l'ADSL e sappiamo benissimo quali vantaggi essa porta a chi può utilizzare tale servizio. Quello che chiediamo con questa petizione è semplicemente che Telecom Italia Spa effettui una riduzione del canone pari alla metà dello stesso in tutte le zone dove non vi è copertura ADSL, in quanto tutti noi cittadini Italiani a differenza di quelli dove vi è copertura del servizio ADSL non possiamo usufruire dei molti servizi aggiuntivi che la stessa porterebbe. Si tratta di discriminazione in quanto veniamo trattati tutti in modo diverso e questo non è corretto".
12 Commenti alla Notizia Canone ridotto per i digital divisi
Ordina
  • Cosi' con le bollette dimezzate avranno la scusa di non investire ulteriormente e a chi non ha l'adsl, come me, verra messo un altro palo nel c,,,

    Qua va a finire come le ricariche telefoniche...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enrico Strada
    > Cosi' con le bollette dimezzate avranno la scusa
    > di non investire ulteriormente e a chi non ha
    > l'adsl, come me, verra messo un altro palo nel
    > c,,,
    >
    > Qua va a finire come le ricariche telefoniche...

    Pienamente d'accordo, così si crea un alibi per la Telecom.
    Alla Telecom costa di più attivare una linea ADSL che operare una riduzione di canone... perciò non hai l'ADSL? Beh ti riduco il canone e stai buono.

    Bisogna rompere le scatole affinchè le reti di comunicazione siano e rimangano pubbliche, soprattutto siano un diritto garantito ad ogni cittadino.

    Scarlight
    non+autenticato
  • ...ma almeno non mi prenderanno più in giro facendomi pagare quanto i clienti digitalizzati
    non+autenticato
  • Mi sà invece che per avere i soldi da tutti i potenziali digital divisi (di cui magari solo 1 su 3 richiederà la connessione) saranno ben contenti di portare connettività ovunque.
  • - Scritto da: Enrico Strada
    > Cosi' con le bollette dimezzate avranno la scusa
    > di non investire ulteriormente e a chi non ha
    > l'adsl, come me, verra messo un altro palo nel c,,,

    ...di non investire ulteriormente?
    eh! eh!
    Scusa se sorrido ma quando Telecom decide di non investire nella copertura di una zona non esiste nessun "ulteriormente" perché non esiste nessun investimento punto e basta!

    Calcola che in molte zone si può risolvere soltanto con la messa in posa di nuovi cavi (con costi davvero esorbitanti) perciò al massimo ti possono mettere un ponte radio col quale però ti scordi di avere una banda minima garantita e una velocità oltre 1 Mbps.

    Certo c'è il rischio di ritorsioni come è avvenuto con le ricariche dei cellulari ma è molto difficile che riescano ad attuarle visto che si tratta di una posizione dominante, a differenza dei gestori telefonici.
    non+autenticato
  • al mese è il costo della adsl nuda (linea dati).

    15 euro al mese è invece il costo della classica linea voce+dati.

    invece di dimezzare il canone non è meglio abbatterlo ancora di più a 3€? a queste condizioni mi sa che telecom arriverebbe anche sul monte biancoSorride
    non+autenticato
  • Non e' vietato sognare...
    Peccato che pèoi i sogni non si avverino mai.
    non+autenticato
  • pensare di risolvere queste grosse ingiustizie a colpi di petizioni, dagli esiti peraltro dubbi, è quantomeno illusorio. Queste sono questioni si sacrosante, ma che dovrebbero essere affrontate (e risolte) dal'Authority se le Authority in italia fossero una cosa seria.

    Ma invece abbiamo Authority che dormono. Dormono dalla grossa.

    http://www.aghost.wordpress.com/
  • Ho aderito alla petizione per sostenere qualsiasi iniziativa vada in questa direzione, ma sono certo che la politica (di destra o sinistra, non fa differenza) non le legge nemmeno le petizioni della gente.
    Lo scollamento è totale e, francamente, non so quale "medicina" suggerire. Forse perchè sono intimamente convinto che non ce ne sia.
  • - Scritto da: marcel
    > Ho aderito alla petizione per sostenere qualsiasi
    > iniziativa vada in questa direzione, ma sono
    > certo che la politica (di destra o sinistra, non
    > fa differenza) non le legge nemmeno le petizioni
    > della
    > gente.
    > Lo scollamento è totale e, francamente, non so
    > quale "medicina" suggerire. Forse perchè sono
    > intimamente convinto che non ce ne
    > sia.

    Mostrare i muscoli e scendere in piazza l'8 Settembre...

    bye
  • Ebbene ho chiesto questa petizione per tutti quelli che come me abitano in posti dove l'adsl non arriva penalizzando moltissimi Italiani. ritengo molto ingiusto farci pagare lo stesso canone e darci meno servizi!! molti di voi come ho potuto leggere dai vostri commenti credono che tagliando il canone telecom nei posti dove l'adsl non c'è questo porterà ad un ulteriore penalizzazione nei confronti di quest'ultimi utenti che hanno paura che Telecom avendo meno incassi da quest'ultimi non provvederà ad adeguare le linee con sistemi nuovi e quindi con L'adsl.

    Secondo voi telecom non farebbe prima a mettersi a lavorare onestamente aggiornando le linee dove dovuto e a tenersi stretto il suo bel canone... ? mmmmmm... dubito che rinuncierà ai soldini nostri.... quindi se li vuole che se li guadagni lavorando come facciamo Tutti noi Italiani!! e che ci dia Quello che paghiamo con i nostri soldi che ci sudiamo giorno dopo giorno!!

    io ho chiesto di ridurlo a metà come avete potuto leggere dall'articolo c'è chi chiede di abolirlo del tutto!!A bocca aperta

    http://abolizionecanonetelecom.antidigitaldivide.o.../
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)