Gaia Bottà

Eolas, Microsoft capitola

Accordo top secret quello raggiunto dai due contendenti su uno dei più controversi brevetti della storia internettiana. Ora Eolas, che sarà pagata da Microsoft, può perseguire tutti con animo più leggero

Roma - Eolas, spin-off dell'Università della California che ha minacciato di mettere sotto scacco il Web per anni, ha chiuso amichevolmente il tormentato contenzioso intrattenuto con Microsoft con un accordo di cui non si conoscono ancora i dettagli.

Eolas da anni rivendica, in sostanza, il concetto di embedding, assumendosi la paternità delle tecnologie descritte nel cosiddetto brevetto '906 che permettono al browser di gestire plugin e applet.

Eolas ha tentato di sfilare a Microsoft 521 milioni di dollari e ha minacciato di bloccare la distribuzione di Internet Explorer. Ora, dopo anni di schermaglie, dopoché il Patent and Trademark Office statunitense ha riconosciuto la validità del brevetto Eolas e Microsoft ha apportato modifiche ad Internet Explorer, il contenzioso sembra essere stato sanato.
È una lettera recapitata agli azionisti Eolas, ripubblicata da Seattle Post Intelligencer ad annunciare il raggiungimento dell'accordo. Si promette agli azionisti un dividendo che va da 60 a 72 dollari per quota, ma non è dato conoscere l'entità totale del rimborso concesso da Microsoft. Ars Technica presume però che la quota pagata da Microsoft per chiudere la questione sia inferiore al rimborso di 520 milioni di dollari previsto dal tribunale nel 2003. Eolas, al di là del rimborso, ha infatti molto da guadagnare dalla risoluzione della contesa con Microsoft: per lo scorso luglio era prevista un'indagine dell'Ufficio brevetti che avrebbe dovuto ridiscutere la validità del brevetto '906, ma l'indagine è stata procrastinata, e ora probabilmente verrà ritenuta superflua, legittimando di fatto la posizione di Eolas.

Per Eolas, nella parole di Mark Swords rivolte agli azionisti, il futuro si preannuncia roseo: Eolas ritiene che "la fine del contenzioso con Microsoft rappresenti l'inizio di una nuova fase di crescita e sviluppo". Una fase in cui Eolas "potrà concentrare ogni risorsa nel commercializzare il suo portfolio di proprietà intellettuale e sviluppare nuove fondamentali tecnologie".

Un proposito che trova sostegno presso Microsoft, che ora sembra non avere nulla da temere: in una dichiarazione raccolta da Information Week, BigM afferma attraverso un portavoce di "credere nella valorizzazione della proprietà intellettuale, la cui protezione e il cui sfruttamento permettono a soggetti ed aziende di ottenere ritorni d'investimento capaci di sostenerli e di incoraggiare innovazioni ed investimenti nell'ambito dell'industria dell'IT.".

Non altrettanto entusiasti potrebbero rivelarsi gli sviluppatori e gli altri player del settore: Eolas, hanno già osservato il W3C e il padre del web Tim Berners Lee, potrebbe minacciare il futuro della rete e degli standard che la sostengono, imponendo il pagamento di una licenza per lo sfruttamento dei suoi brevetti. La sezione Licensing, in bella mostra sul sito di Eolas, sembra dirla lunga in proposito.

Gaia Bottà
39 Commenti alla Notizia Eolas, Microsoft capitola
Ordina
  • Beh basta leggere la pagina del sito di Eolas linkata nell'articolo.
    Dice circa che sono disponibili a concedere delle licenze d'uso per prodotti non a fini commerciali ecc ecc ma potrebbero sempre cambiare idea...
  • Possibilmente quando in tanti avranno già aderito...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Possibilmente quando in tanti avranno già
    > aderito...

    Per quanto dice la legge, in Italia non si potrebbe fare. In caso contrario, verrebbe ad essere compromesso il requisito di novità assoluta:

    http://www.studio-zizzari.com/brevetti.html
  • L'oggetto mi pare parli da soloSorride

    Quello che non capisco è come mai ci sia ancora qualcuno (oltre quelli che ci speculano sopra) a spingere per i brevetti software.. danneggiano tutti quelli che lavorano davvero, sia grandi che piccoli, sia open che closed.
    non+autenticato
  • Vediamo se ti dice qualcosa questo vecchio proverbio:

    Chi sa, fa
    Chi non sa, insegna
    Chi non insegna, comanda

    Quindi chi fa, non conta una mazza, chi comanda tutto può...

    Dal momento che i brevetti sono voluti da chi comanda e non da chi fa, cosa t'aspetti ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Vediamo se ti dice qualcosa questo vecchio
    > proverbio:
    >
    > Chi sa, fa
    > Chi non sa, insegna
    > Chi non insegna, comanda
    >
    > Quindi chi fa, non conta una mazza, chi comanda
    > tutto
    > può...
    >
    > Dal momento che i brevetti sono voluti da chi
    > comanda e non da chi fa, cosa t'aspetti
    > ?

    Mettiamola così.... e se "chi fa e non conta una mazza" smette di fare?
    E se chi compra e paga smette di comprare?...
    C'è un limite oggettivo a tutto questo "chi comanda" e tira troppo la corda finisce male e non da ieri!
    Basta leggere un libro di storia!
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > L'oggetto mi pare parli da soloSorride
    >
    > Quello che non capisco è come mai ci sia ancora
    > qualcuno (oltre quelli che ci speculano sopra) a
    > spingere per i brevetti software.. danneggiano
    > tutti quelli che lavorano davvero, sia grandi che
    > piccoli, sia open che
    > closed.

    ... da un paese la cui idea di sicurezza é "almeno un'arma per ogni abitante"
  • .. da un paese la cui idea di sicurezza é "almeno un'arma per ogni abitante"

    E' merito delle loro armi se non parliamo tedesco e non passeggiamo al passo dell'oca....
    non+autenticato
  • Se da una parte è vero quel che dici, dall'altra il fatto che gli USA abbiano conquistato l'Italia (e buona parte dell'Europa) non è che ci debba rallegrare poi molto... abbiamo perso la guerra, ed ora siamo quel che siamo: una colonia americana in Europa.
    non+autenticato
  • >>E' merito delle loro armi se non parliamo tedesco e non >>passeggiamo al passo dell'oca....

    Se ricordo bene i morti dello sbarco in normandia devono ringraziare Prescott Bush (il noono di George W.) per l'acciaio dei cannoni tedeschi che li macellava dalle scogliere, senza contare la Union Banking Corporation, che ha in larga perte finanziato il riarmo della Germania.
    Comunque, se rischiavamo di parlare Tedesco era a causa delle alleanze di chi ci eravamo scelti come Duce, al quale Hitler aveva pure preso ispirazione.

    Comunque, non ha senso il tuo ragionamento, tipico di chi senza nemmeno pensare, da' sempre ragione all'America.
    E comunque, siamo entrambi LARGAMENTE in OT Sorride
    non+autenticato
  • Non credo Firefox faccia testo visto che è gratuito.
  • EOLAS a suo tempo dichiaro' che non avrebbe preteso nulla dai progetti os. Ma tra il dire ed il fare...
    Questa e' la volta che si trasferiscono tutti in Europa.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: fante76
    > > Non credo Firefox faccia testo visto che è
    > > gratuito.
    >
    > non fa testo perchè la fondazione non ha la grana
    > di
    > M$.
    > Il fatto che sia gratuito è irrilevante.
    > Anche IE è gratuito: se hai un Windows senza IE
    > lo puoi scaricare gratis dal sito di M$, se hai
    > una versione vecchia, lo puoi aggiornare
    > gratuitamente.

    pensi che non siano in grado di pretendere il sangue da una rapa?
  • contenuto non disponibile
  • Ma credete ancora alle favole ??

    Mozilla è una coporation che fattura diversi milioni di dollari all'anno:

    http://blog.libero.it/CSOE/view.php?reset=1
    CSOE
    728
  • - Scritto da: CSOE
    > Ma credete ancora alle favole ??

    > http://blog.libero.it/CSOE/view.php?reset=1

    e bella lì, da oggi sappiamo che abbiamo il vittorio feltri della programmazione che ci segue:

    "Visto che sono tra quelli che i programmi li scrivono e non uno dei tanti che ne parlano e basta (venditori, installatori, sistemisti, studenti, politici ecc..), ho aperto questo blog per contrastare uno dei fenomeni più strani e stupidi della storia : Il movimento Open Source."
    cit. http://blog.libero.it/CSOE/view.php?reset=1

    E come dice una massima zen: chi fa i programmi con in testa il solo codice, non ha capito una fava.
    non+autenticato
  • - Scritto da: CSOE
    > Ma credete ancora alle favole ??
    >
    > Mozilla è una coporation che fattura diversi
    > milioni di dollari
    > all'anno:
    >
    > http://blog.libero.it/CSOE/view.php?reset=1

    ...e tu sei quello che usava gopher quando google ancora non c'era... e fai un blogghettino su "libero"? ahahah
    non+autenticato
  • ...alcunché per violazione di proprietà intellettuale.
    non+autenticato
  • GRAZIE UE per non farmi rischiare alcunché le balle di MS sulla sua finta proprietà intellettuale
    non+autenticato
  • - Scritto da: ------
    > ...alcunché per violazione di proprietà
    > intellettuale.

    Grazie alla GPL3 che non mi fa rischiare alcunché per violazione di proprietà intellettuale
    E come se non bastasse, qui siamno in Europa: qui non valgono i folli brevetti software USA.
    non+autenticato
  • Sempre che le lobby europee non riescano a spuntarla. Ci siamo tutti battuti per evitarlo e per ora abbiamo vinto un paio di battaglie... ma la guerra è lunga.
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione

    > > Ci siamo tutti battuti per evitarlo e
    > > per ora abbiamo vinto un paio di battaglie... ma
    > > la guerra è
    > > lunga.
    >
    > Continuate così!
    > E mi racomando onorate i morti e curate i feriti.

    Fortuna che c'è gente che combatte anche per te, codardo !
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione

    > > Fortuna che c'è gente che combatte anche per te,
    > > codardo
    > > !
    >
    > bravo!
    > Quanti nemici hai ucciso?
    > Sei un eroe!

    Per te è tutto scontato, vero ? Pensa a chi si è fatto il culo (e chi ancora se lo fa) per garantire il tuo benessere e la tua libertà.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione

    > > Per te è tutto scontato, vero ? Pensa a chi si è
    > > fatto il culo (e chi ancora se lo fa) per
    > > garantire il tuo benessere e la tua
    > > libertà.
    >
    > ma che diavolo starà dicendo? Newbie, inesperto

    Dov'eri quando si combatteva contro i brevetti software ?
    Sei alleato di EOLAS ?
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile