Dario Bonacina

Toh! C'è anche l'ADSL che va lenta

La Confindustria calabrese denuncia la scadente qualità del broad band disponibile in provincia di Vibo Valentia e la parlamentare Angela Napoli si rivolge al ministro delle Comunicazioni. Un'interrogazione che brucia

Catanzaro - Si è rivolta al Ministro delle Comunicazioni l'onorevole Angela Napoli, componente della Commissione Antimafia, con un'interrogazione relativa alla connettività broad band nel vibonese, evidenziando la "bassa qualità e le non agevoli linee veloci web in quel territorio".

Sono stati i dirigenti della Confindustria di Vibo Valentia a denunciare il livello scadente del broad band del territorio in cui operano le imprese. L'onorevole Napoli ha così chiesto al ministro Gentiloni "se non ritenga necessario ed urgente avviare gli opportuni interventi presso il gestore affinché il territorio vibonese venga garantito da un servizio efficiente e qualitativamente competitivo con quello delle altre realtà nazionali".

"Le potenzialità tecniche delle linee veloci web - si legge nell'interrogazione - dovrebbero essere efficienti affinché il loro utilizzo raggiunga l'obiettivo di una reale crescita della società e lo sviluppo del territorio; purtroppo nel territorio vibonese, ed in particolare nelle zone sedi di maggiore attività industriale, nonostante gli altissimi costi per ottenere il servizio delle linee veloci, risulta impossibile effettuare qualsiasi tipo di connessione".
"La cattiva qualità delle linee veloci - sottolinea Napoli - si riversa negativamente anche nel settore turistico, giacché gli operatori turistici della zona costiera vibonese non riescono ad essere competitivi con quelle di altre regioni che possono utilizzare le prenotazioni via web e le vetrine virtuali per presentare le strutture ricettive (...) Sembrerebbe che nonostante la corresponsione del canone, il gestore del servizio disattenda, ormai da tempo, l'impegno alla risoluzione del problema".

La Confindustria Vibonese, in un comunicato stampa di alcuni giorni fa, si era espressa senza mezzi termini: "Altro che super velocità e banda larga. Le comunicazioni sia voce che dati delle aree industriali vibonesi, viaggiano ancora su una littorina a vapore di borbonica memoria" ha scritto l'associazione, che spiega di aver effettuato "un monitoraggio che ha confermato una quadro estremamente allarmante fatto di quotidiana impossibilità di effettuare una semplice connessione o trasmettere una email dalle aree industriali, ma anche da tanti comuni della provincia".

"Alla luce dei dati raccolti - prosegue - sostenere che il servizio è di bassa qualità è un puro eufemismo e qualche impresa riceve, dopo aver avviato un tedioso contenzioso, la beffa di qualche mini-rimborso da Telecom Italia, come se poche centinaia di euro bastassero a riparare i danni provocati dal blocco totale delle attività di decine di dipendenti per giorni e giorni, per non parlare delle incomprensioni con clienti e fornitori che immaginano nella migliore delle ipotesi una Calabria ancora chiusa nel suo isolamento. Tutto ciò si verifica nell'anno 2007 nelle principali aree industriali che ospitano la quasi totalità delle imprese vibonesi". C'è spazio anche per constatazioni di situazioni dal sapore beffardo: "Gli imprenditori lamentano costi altissimi per ottenere sulla carta linee internet veloci, mentre i ragazzini in centro città giocano on line alla velocità della luce con pochi spiccioli".

La Confindustria locale punta il dito contro l'incumbent, Telecom Italia: "La visione dell'azienda ha lasciato intuire che in assenza di interessanti ritorni commerciali non intende effettuare almeno nel breve periodo, investimenti concreti. Una logica imprenditoriale sotto alcuni aspetti condivisibile se non si trattasse di un fondamentale servizio di pubblica utilità, indispensabile per la vita stessa delle imprese. A questo si aggiunge - conclude il comunicato - il fatto che i canoni e le tariffe che vengono corrisposti da chi il servizio lo acquista ma non lo riceve, sono identici a quelle di chi gode effettivamente del servizio".

Il rilevo dell'associazione di imprenditori richiama alla considerazione del broad band come servizio universale. Un concetto ben noto oltre confine, che il Ministero delle Comunicazioni ha dichiarato di condividere e do vpòer promuovere fissando un traguardo che se tutto va liscio sarà raggiunto, però, non prima del 2011.

Dario Bonacina
40 Commenti alla Notizia Toh! C'è anche l'ADSL che va lenta
Ordina
  • HIT PARADE
    OLTRE 150 km di rete wireless per collegamenti ADSL nella sola provincia di Vibo Valentia realizzata in poco più di un anno. Altri 50 km fuori provincia.
    OLTRE 30 comuni della sola provincia di Vibo Valentia coperti dal servizio ADSL.

    CLASSIFICAZIONE DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI VIBO VALENTIA PER NUMERO DI UTENTI
    1° posto: San Calogero
    2° posto: Limbadi
    3° posto: Mesiano
    4° posto: Filandari
    5° posto: Vazzano
    6° posto: Cessaniti/Pannaconi
    7° posto: Rombiolo
    8° posto: Ionadi
    9° posto: Vibo Valentia
    10° posto: Capo Vaticano
    11° posto: San Costantino
    12° posto: Soriano e Sorianello
    13° posto: Zungri
    14° posto: Nicotera - Nicotera Marina
    15° posto: Monte Poro
    16° posto: Spilinga

    Comuni della Provincia di Vibo Valentia serviti dal WI.FI.:
    CLASSIFICAZIONE Wi.Fi

    (AAA) COMUNE CON TOTALE COPERTURA DEL SERVIZIO WI.FI TRAMITE HOT SPOTS LOCALI PER LA FRUIBILITA' DI INTERNET DIRETTAMENTE TRAMITE PORTATILE, PALMARE ETC.

    (AA) COMUNE CON SERVIZIO WI.FI CON ALMENO UN HOT SPOT LOCALE IN POSIZIONE CENTRALE DEL COMUNE PER LA FRUIBILITA' DI INTERNET DIRETTAMENTE TRAMITE PORTATILE, PALMARE ETC.

    (A) COMUNE CON SERVIZIO WI.FI CON ALMENO UN HOT SPOT LOCALE SUL TERRITORIO COMUNALE (FRAZIONI, LOCALITA') PER LA FRUIBILITA' DI INTERNET DIRETTAMENTE TRAMITE PORTATILE, PALMARE ETC.

    (B) COMUNE SENZA SERVIZIO WI.FI MA CON POSSIBILITA' DI USUFRUIRE DEL SERVIZIO INTERNET TRAMITE L'INSTALLAZIONE DI UNA ANTENNA RICEVENTE (CPE).

    (C) COMUNE SENZA BANDA LARGA TRAMITE NUOVE TECNOLOGIE.

    1 Vibo Valentia (AA)
    2 Pizzo (C)
    3 Mileto (B)
    4 Serra San Bruno (C)
    5 Tropea (B)
    6 Nicotera (B)
    7 Filadelfia (B)
    8 Rombiolo (B)
    9 San Calogero (AA)
    10 Ricadi (A)
    11 Briatico (B)
    12 Cessaniti (A)
    13 Limbadi (A)
    14 Dinami (B)
    15 Sant'Onofrio (C)
    16 Soriano Calabro (B)
    17 Acquaro (B)
    18 Fabrizia (B)
    19 Jonadi (B)
    20 Gerocarne (B)
    21 Stefanaconi (B)
    22 Francavilla Ang. (B)
    23 San Gregorio d'Ipp.(B)
    24 San Costantino Cal.(A)
    25 Joppolo (B)
    26 Maierato (B)
    27 Drapia (A)
    28 Zungri (B)
    29 Monterosso Calabro (B)
    30 Filandari (AA)
    31 Arena (B)
    32 Zambrone (B)
    33 Francica (B)
    34 Spilinga (B)
    35 San Nicola da Cr. (B)
    36 Sorianello (AA)
    37 Nardodipace (C)
    38 Filogaso (C)
    39 Parghelia (C)
    40 Pizzoni (B)
    41 Polia (C)
    42 Dasà (B)
    43 Vazzano (AAA)
    44 Capistrano (C)
    45 Simbario (C)
    46 Zaccanopoli (C)
    47 Mongiana (C)
    48 Spadola (C)
    49 Brognaturo (C)
    50 Vallelonga (C)

    Strutture pubbliche della provincia di Vibo Valentia connesse al sistema WIC:
    - Comune di Filandari
    - Comune di Limbadi
    - Comune di Sorianello
    - Scuole di San Calogero
    - Scuola Materna San Calogero
    - Scuole di Rombiolo fraz. Moladi
    - Scuole di Soriano

    Altre Strutture connesse alla rete wic
    - Rete Kalabria
    - Costa degli Dei (Capo Vaticano)
    - Santa Monica (Capo Vaticano)
    - Auto Tassone srl
    - Impresa Restuccia Prefabbricati S.p.A.
    - Gruppo Restuccia Calcestruzzi
    - Agriturismo Cally Cally (Nicotera)
    - Vivaio Santacroce (Francavilla/Curinga)
    - Ingrosso Santacroce Srl (Francavilla/Curinga)
    - Feudo Montalto Golf Club - Limbadi
    - Centro Servizi Contabili (Mesiano)
    - Assicurazione Groupama (Mesiano)


    Le amministrazioni comunali che hanno patrocinato l'iniziativa sono:
    -FILANDARI il comune risulta completamente coperto tramite i ripetitori di Mesiano e di Casalello.
    -LIMBADI il comune risulta completamente coperto tramite il ripetitore di Motta Santa Croce e Montalto.
    -CESSANITI il comune risulta completamente coperto tramite i ripetitori di Mesiano e di San Marco.
    -SAN CALOGERO il comune risulta completamente coperto tramite i ripetitori di San Calogero, Piana delle querce, Casalello.
    -SORIANELLO. il comune risulta completamente coperto tramite il ripetitore di Sorianello.
    -VAZZANO. il comune risulta completamente coperto tramite i ripetitori di Vazzano.

    Altri comuni Coperti dal servizio:
    -SORIANO. il comune risulta completamente coperto tramite il ripetitori di Sorianello.
    -ROMBIOLO il comune risulta completamente coperto tramite i ripetitori di Mesiano, Casalello e San Calogero.
    -IONADI il comune risulta completamente coperto tramite il ripetitore di Casalello.
    -SAN COSTANTINO il comune risulta coperto tramite il ripetitori di San Costantino.
    -MILETO. il comune risulta completamente coperto tramite il ripetitori di Casalello.
    -VIBO VALENTIA. il comune risulta completamente coperto tramite i ripetitori di Vibo Valentia.
    -ZAMBRONE. il comune risulta completamente coperto tramite il ripetitori di San Marco.
    -ZUNGRI il comune risulta completamente coperto tramite i ripetitori di Mesiano e di San Marco.
    -SPILINGA il comune risulta completamente coperto tramite i ripetitori di Monte Poro e di Caria.
    -DRAPIA il comune risulta coperto tramite i ripetitori di Monte Poro e di Caria.
    -IOPPOLO il comune risulta coperto tramite il ripetitore di Caria.
    -CAPO VATICANO la zona risulta completamente coperta tramite i ripetitori di San Nicolò, Caria e Monte Poro

    Nuove adesioni:
    Altri comuni che hanno manifestato l'interesse per la copertura:

    -Dasà. rif. Amministrazione Comunale.
    non+autenticato
  • Se venite a Latisana (UD) scoprirete che l'ADSL del gestore Libero vi fa viaggiare a velocità da modem analogico.Ripetuti SPeedtest mostrano come a qualsiasi ora della giornata la velocità di navigazione oscilli tra 10 e 14 kbps! Eppure si paga una cifra per avere la 4 MB ma siccome tutto passa per mamma Telecom si viaggia a 1,2 sebbene Libero ti dica sulla pubblicità che nelle zone non raggiunte dalla rete Infostrada si viaggerà a 2 Mb! Per l'ennesima volta gli Italiani lo prendono nel c..o da queste compagnie che guardano solo ed esclusivamente ai loro bilanci.Ma la cosa che fa più incazzare che basta spostarsi in Francia, ove esiste France Telecom la sorella omonima di Telecom Italia,per vedere come i servizi ADSL siano nettamente superiori.Oppure basta andare in Repubblica Ceca dove pagandole nsotre tariffe, viaggiano al doppio di velocità! Già, ma sono paesi dell'Est, sottosviluppati! Sono stufo,stufo di questa Italia di burattini! Sono stufo di pagare per non avere niente in mano se non un pugni di mosche! Ma possibile che solo qua in Italia si debba avere la feccia più feccia ? Boh!
    non+autenticato
  • Ma a questi signori gliel'ha spiegato nessuno che l'hosting della propria vetrina virtuale o dei servizi di prenotazione non ha niente da condividere con la propria connessione al web ?

    Vivo in una zona non coperta dall'adsl... e pure gestisco vari siti ecommerce senza problemi che risiedono su server ben distanti da qui !!

    Mah.... i politici...
    non+autenticato
  • Ma cosa pensa questa questo onorevole..che lo stato faccia leggi contro la Telecom?...ma per favore..
    Accadrà solo quando ci sarà una VERA concorrenza e i politici non avranno più interessi a difenderla oppure qualcuno, stufo, mettere una bomba nella sede principale (Ops!! ho usato un termine che non piace a Frattini..chiedo venia..)
    Se pensano che al nord ci sia una connessione ottimale faccio presente che noi qui il liguria per esempio non riusciamo ad ad andare mai oltre 1 mega di velocità (nei giorni buoni esclusa Savona e Genova) e se ti sposti un minimo, ma proprio un minimo(tipo 10 Km) nell'interno ti devi arrangiare con la 56K.
    Poi non sto qui a parlarvi di tutte le volte che non si riesce a mandare nemmeno una mail o che ti alzi un attimo dalla scrivania e ti cade la connessione e telefonando alla Telecom ti dicono che "..da loro è tutto a posto e che il problema deve essere nel tuo PC!!"
    E a neanche 50 Km da casa mia appena superi il confine con la francia si sparano a medie di 8/9 mega di velocità con l'Adsl+2...
    Poi io vorrei tanto che qualcuno mi spieghi il perchè, anni fa, ci hanno fatto venire l'esaurimento nervoso con il piazzamento delle fibre ottiche lungo tutta la statale principale per poi scoprire che è economicamente impossibile allacciarsi ad aziende e privati!!
    Naturalmente è una domanda retorica..
    non+autenticato
  • Versione contemporanea dello storico "Cristo di è fermato ad Eboli".
    Senza scherzarci troppo, il meridione continua ad essere il fanalino di coda (tecnologico e culturale) dell'Italia.
    non+autenticato
  • E, aggiungerei, non per colpa del solo Sud, almeno della gente onesta e che lavora: chi conosce la storia sà benissimo lo stato di abbandono in cui è stato lasciato il sud dai politici, un gap da colmare necessariamente, ma che al nord passa per assistenzialismo......lo sanno che mancano porti, alberghi, strutture idrauliche (per non parlare dell'acqua), autostrade, linee ferroviarie non fatiscenti, non esistono proprio (la Ionica calabrese ha un solo binario....)diamo la colpa alla mafia e risolviamo moralmente il problema. NO, la colpa non è solo della mafia, 'ndrangheta o quel che si vuole, ribellarsi in una zona del paese in cui già saprai che se parli finisci morto perchè LO STATO NON ESISTE, NON E' PRESENTE E NON TI PROTEGGE non è facile e vorrei vedere chi ci riuscirebbe....se paghi il pizzo la migliore delle ipotesi che ti possa capitare se parli è il cambio di attività , indovinate come, perchè perdi quella che avevi e lo stato non ti aiuta a rimetterti in piedi, nonostante quello che ti dicano in tv i nostri politici "televisivi"...figurarsi denunciare i mafiosi, chi pensa il contrario è fuori....
    non+autenticato
  • Beh la risposta è semplice: basta annullare le schede elettorali!!

    Solo che il 90% degli elettori del sud ha votato comunque questi politici...

    Non è questione del Nord, Centro o Sud d'italia..il problema sta nella testa della gente, che deve cambiare, punto.

    Il sud è una terra benedetta da Dio, ma maledetta dagli uomini!!

    Dal centro al Nord le regioni che hanno subito incendi hanno immediatamente fatto il catasto delle aree briciate, limitando così gli incendi dolosi. Al Sud questa normativa i comuni non la applicano: un motivo ci sarà no? se l'avessero fatto, il gargano e molte altre zone verdi si sarebbero salvate...
    non+autenticato
  • è facile che il sud sia dimaneticato dai politici dato che il 90 % dei politici proviene dalla provincia di bolzano e disntorni o ... mi sbaglio...
    non+autenticato
  • > Senza scherzarci troppo, il meridione continua ad
    > essere il fanalino di coda (tecnologico e
    > culturale)
    > dell'Italia.

    macchè, il meridione è anche in ampie zone della Toscana dove l'ADSL non esiste...

    LA RETE DEVE TORNARE PUBBLICA, un Internet accessibile e veloce è un diritto di tutti.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)