Reznor: la musica va rubata

Il leader dei Nine Inch Nails all'attacco in Australia di Universal Music, definita avida. Si appella ai fan: rubate la musica, diffondetela

Roma - Trent Reznor, il frontman della celeberrima band Nine Inch Nails, non ha usato mezzi termini durante un concerto in Australia per descrivere la propria etichetta discografica: a suo dire Universal Music è una impresa avida che non si merita niente, i suoi prezzi sono "ridicoli".

"Rubate (la musica, ndr.), rubatela - si è appellato ai fan - Rubatela, rubatela e fatela girare ai vostri amici, e continuate a rubare. Perché in un modo o nell'altro questi c***** devono farsi entrare in testa che stanno truffando la gente e questo non è giusto

Il discorso di Reznor è finito su YouTube, eccolo qui:
50 Commenti alla Notizia Reznor: la musica va rubata
Ordina
  • I gruppi, musicisti,cantanti, artisti musicali in genere dovrebbero poter guadagnare dalle proprie performances artistiche, i concerti, i 'Live', per intenderci...

    I dischi, cd, album, dvd e singoli dovrebbero essere materiale pubblicitario per quelle "performances artistiche dal vivo", sarebbero come delle 'anteprime audiovideo' di cio' che i fans vedranno dal vero; in pratica una sorta di 'brochure multimediale' (gratuita) dello spettacolo artistico (a pagamento)...

    E non viceversa (come attualmente impongono le majors): Bands che fanno concerti con date a ripetizione (spesso 'in perdita' o al massimo 'in pari') per anni consecutivi in tournee' mondiali per pubblicizzare un 'Prodotto' venduto con margini di guadagno esorbitanti, da una ditta (il produttore) che (economicamente) ha poco o niente da spartire coi musicisti...

    Aprire gli occhi, prego!!
    non+autenticato
  • Concordo in pieno, finchè si parla di gruppi "noti".
    Per gli "emergenti" ho qualche perplessità.

    Ciao,
    Massimo
  • A memoria nail = chiodo e non bullone

    E poi non mi sembra una band propriamente metal, il genere è più particolare.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 settembre 2007 15.05
    -----------------------------------------------------------
  • "Nine Inch Nails" in inglese può significare sia "chiodi" che "unghie"... Lo stesso Reznor non ha mai chiarito davvero il significato del nome.

    Qualcuno ha speculato dicendo che i "chiodi da ventitrè centimetri" furono quelli usati per crocefiggere Cristo.
    Qualcun'altro dice che le "lunghe unghie" sono quelle di Freddy Krueger.

    In ultimo, i NIN con il Metal c'entrano davvero pochino...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 settembre 2007 16.41
    -----------------------------------------------------------
  • Il genere di musica dei nine inch nails effettivamente centra non molto con il metal classico, si tratta di industrial rock.
    Come è già stato detto si è speculato molto, e molto a sproposito sul significato del nome, forse l'unica nota importante da riportare sul nome della band è che è stato scelto da Trent da una lista di più di 200 nomi che gli erano stati proposti, verità o leggenda è quello che si sente in giro!
    non+autenticato
  • cge razza di nome per uan band di metal
    non+autenticato
  • Premetto che i NIN mi piacciono molto e ho sempre pensato che Reznor fosse un grande, pero' vorrei solo fare due considerazioni. (Visto che da qualche mese gestisco un'etichetta indipendente che pubblica musica solo in rete)
    Il discorso di Reznor ha perfettamente senso per gruppi gia' famosi: la musica puo' tranquillamente essere distribuita gratis in rete, o in altro modo, perche' tanto loro guadagnano molto dai concerti, dal merchandising, dai diritti, ecc.
    Il discorso pero' e' un po' diverso per gruppi "emergenti", che non hanno altri "introiti"; e' "pericolosa", secondo me, l'idea che la musica debba sempre essere distribuita gratis: un gruppo passa ore e ore in sala prove, si compra gli strumenti, paga uno studio o si compra la strumentazione per registrare...un minimo di "rimborso" mi sembra eticamente corretto che gli sia corrisposto.

    Massimo Necchi
    Niegazowana.net Web Label
    http://www.niegazowana.net
  • Un gruppo "emergente", come quelli che descrivi tu, non pubblica il proprio demo con Universal Music.

    E comunque il discorso di Reznor è piuttosto preciso: le majors vendono i dischi a prezzi gonfiati e per questo il pubblico deve "punirle", piratando la musica da esse distribuita.

    Non ha detto in alcun modo "piratate tutta la musica di tutti gli autori".
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 settembre 2007 12.28
    -----------------------------------------------------------
  • Calma, calma, non ho mai detto che il discorso di Reznor fosse sbagliato. Ho solo detto che potrebbe contribuire a rafforzare l'idea (gia' ben presente) che "tutta" la musica debba essere gratis.

    > Un gruppo "emergente", come quelli che descrivi tu, non > pubblica il proprio demo con Universal Music.

    Difficile dire che un gruppo sia "emergente" se pubblica per la Universal. Io non l'ho mai detto...e men che meno penso che i NIN siano un gruppo emergente!!! Sorride)

    > E comunque il discorso di Reznor è piuttosto preciso: le
    > majors vendono i dischi a prezzi gonfiati e per questo
    > il pubblico deve "punirle", piratando la musica da esse
    > distribuita.

    E su questo posso anche concordare. Finche' si parla di major.
    Pero' ho anche un domanda: perche' Reznor non ha stracciato il contratto con una major e non ha pubblicato per conto suo su internet? La sua popolarita' glielo avrebbe permesso. E forse avrebbe anche fatto parlare di piu' dell'argomento che non qualche migliaio o milione di utente che scaricano dai p2p...tanto ci sarebbero stati comunque.
    Sarebbe stato un gesto simbolico (e non solo) molto piu' importante.

    > Non ha detto in alcun modo "piratate tutta la musica di
    > tutti gli autori".

    Lo so. Stavo solo dicendo che queste uscite, seppur condivisibili, potrebbero essere "pericolose" per quanto ho scritto prima.

    Ribadisco che non e' un attacco a Reznor, che mi piace e stimo...tra l'altro ora sto proprio ascoltando Year Zero, ovviamente "rubato" Sorride

    Ciao,
    Massimo
  • > Pero' ho anche un domanda: perche' Reznor non ha
    > stracciato il contratto con una major e non ha
    > pubblicato per conto suo su internet? La sua
    > popolarita' glielo avrebbe permesso. E forse
    > avrebbe anche fatto parlare di piu'
    > dell'argomento che non qualche migliaio o milione
    > di utente che scaricano dai p2p...tanto ci
    > sarebbero stati
    > comunque.
    > Sarebbe stato un gesto simbolico (e non solo)
    > molto piu'
    > importante.

    E' quello che sta facendo: gia' ora si possono scaricare gratuitamente diversi suoi brani, e il prossimo album sara' acquistabile su internet a 4 (quattro) euro (o dollari ? non ricordo bene).
    non+autenticato
  • Grande! Non lo sapevo.
  • Faccio anche notare che :

    1) Lo và sbandierando d mesi sul sito che le major sono loro i ladri

    2)I 4 € del cd non escono fuori così, a casso di cane....ma è
    +/- il prezzo che dovrebbe avere un cd, aprite sti cavolo di occhi una buona volta
  • - Scritto da: niegazowana
    > Premetto che i NIN mi piacciono molto e ho sempre
    > pensato che Reznor fosse un grande, pero' vorrei
    > solo fare due considerazioni. (Visto che da
    > qualche mese gestisco un'etichetta indipendente
    > che pubblica musica solo in
    > rete)
    > Il discorso di Reznor ha perfettamente senso per
    > gruppi gia' famosi: la musica puo'
    > tranquillamente essere distribuita gratis in
    > rete, o in altro modo, perche' tanto loro
    > guadagnano molto dai concerti, dal merchandising,
    > dai diritti,
    > ecc.
    > Il discorso pero' e' un po' diverso per gruppi
    > "emergenti", che non hanno altri "introiti"; e'
    > "pericolosa", secondo me, l'idea che la musica
    > debba sempre essere distribuita gratis: un gruppo
    > passa ore e ore in sala prove, si compra gli
    > strumenti, paga uno studio o si compra la
    > strumentazione per registrare...un minimo di
    > "rimborso" mi sembra eticamente corretto che gli
    > sia
    > corrisposto.

    usi i gruppi emergenti come scudo, ma in fondo stai solo pensando alla tua casa discografica.
    Quando non si è famosi, le case discografiche tengono per le palle gli artisti, letteralmente, tipo schiavisti.

    >
    > Massimo Necchi
    > Niegazowana.net Web Label
    > http://www.niegazowana.net


    a proposito di musica gratis che trovi poco giusta e corretta.
    Ti sembra corretto firmarti facendo pubblicità gratuita alla tua casa discografica?
    Predichi bene e razzoli male, Solita italianata.
  • > usi i gruppi emergenti come scudo, ma in fondo
    > stai solo pensando alla tua casa
    > discografica.
    > Quando non si è famosi, le case discografiche
    > tengono per le palle gli artisti, letteralmente,
    > tipo
    > schiavisti.

    Ti inviterei a conoscere meglio la scena musicale indipendente prima di sparare sentenze.
    Pensi davvero che si possa fare soldi producendo musica indipendente?
    "Tenere per le palle"? Se parli delle major ti posso dare ragione, ma per le indie il discorso e' molto molto diverso.
    Vuoi leggere il contratto che proponiamo alle nostre band? Nessuna "clausola di prelazione" e il 50% degli incassi vuol dire "tenere per le palle"?
    Sono stato per 14 anni in un gruppo prodotto da una indie e non mi sono mai sentito "tenuto per le palle"...e adesso non ci tengo ad agire diversamente.

    > Ti sembra corretto firmarti facendo pubblicità
    > gratuita alla tua casa
    > discografica?

    Ma che pubblicita'!
    Le etichette indipendenti non sono, nella maggior parte dei casi, delle societa' sono dei semplici obbio mossi solo da passione e totalmente in perdita economica...
    E poi mi faccio pubblicita' su un sito non-musicale? Un bel cretino! Sorride

    > Predichi bene e razzoli male, Solita italianata.

    Parlare senza cognizione di causa. Questo si' che e' da italiano medio.

    Ciao,
    Massimo
  • Sono interessato al cd "House of Wax" mi piace molto la musica strumentale...
    scusa non è che potresti rilasciarlo su emule o bittorrent ? xche costa troppo peri miei gusti...

    Grazie. poi mi passi il torrent o l'ed2k
    non+autenticato
  • LOL Rotola dal ridereRotola dal ridere
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 settembre 2007 16.48
    -----------------------------------------------------------
  • Un tipo ti ha chiesto:

    >Sono interessato al cd che produci..
    >scusa non è che potresti rilasciarlo su emule o >bittorrent ?

    Tu hai risposto con una bella risata.

    e fai bene a ridere!!!
    se come dici tu, il 50% dei ricavi te lo spartisci con la band.
    Facciamo due conti:
    tutte le spese di sala di incisione strumenti musicali e via dicendo, se li spippa la band.
    Tu prendi il cd così prodotto, lo pubblichi su iTunes con tanto di DRM e bassa qualità audio. E tutto quello che ci guadagni lo spartisci in mimima parte con Steve (Jobs) e magari qualche briciola va anche alla band.

    6 canzoni che compongono l'album 9,90euri.
    Deh! al posto tuo pure io mi metterei a ridere!
    Te lo giuro!
    Diciamo che nella catena produttiva, sei quello che in proporzione rischia il meno e guadagna il massimo.

    Eh si, fai proprio bene a ridere!!
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 settembre 2007 19.07
    -----------------------------------------------------------
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 settembre 2007 19.08
    -----------------------------------------------------------
  • Non so se sia più finto lui o i suoi fan... intanto i soldini dalla sua etichetta discografica se li intasca senza problemi.
    Perchè invece di fare casino ai concerti non si mette a pubblicare qualcosa con licenza CC?
    mmmh, forse prima dovrebbe imparare a cantare...Indiavolato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)