Dario Bonacina

Navigare col telefonino. Senza Internet

In alcune città USA è disponibile un servizio per avere indicazioni stradali via SMS, anche senza GPS o connettività

Roma - È possibile ottenere indicazioni stradali da un cellulare che non dispone di ricevitore GPS, né di connessione ad Internet? Sì, perlomeno laddove esiste un servizio come Directions, disponibile negli USA in nove aree metropolitane, che indica la retta via attraverso messaggi di testo.

Il Wall Street Journal spiega che è sufficiente chiamare il servizio - digitando sul cellulare la parola DIRECTIONS (che corrisponde alla composizione del numero 347-328-4667) - e comunicare la propria posizione (località di partenza) e dove si intende andare (località di destinazione). L'interlocutore di Directions è in pratica un sistema di riconoscimento vocale, che riceve i due dati geografici ed elabora il percorso che li unisce. Al termine dell'elaborazione, Directions invia all'utente un SMS che riporta le indicazioni stradali da seguire passo passo per arrivare a destinazione.

Ovviamente - segnala il WSJ - il servizio non sostituisce i recenti sistemi di navigazione, soprattutto per l'assenza di informazioni fornite graficamente su mappa. Ma è molto meglio che procedere alla cieca, anche perché - vantaggio non trascurabile - il servizio non richiede abbonamento o altri costi, ad eccezione della chiamata iniziale e dell'SMS (anche se ricevuto). Il piccolo scotto da pagare per questa semi-gratuità si materializza dopo i primi 30 giorni di utilizzo del servizio, in un annuncio pubblicitario che compare in calce all'ultimo SMS ricevuto (se il percorso viene spiegato in tre SMS, il piccolo ad comparirà al termine del terzo messaggio di testo ricevuto).
Piccoli plus del servizio: Directions chiede all'utente se già conosce, ad esempio, il percorso per arrivare all'autostrada. In caso affermativo, nelle indicazioni via SMS non si dilunga e fornisce spiegazioni solo per i percorsi non conosciuti. Il test effettuato dall'inviato del WSJ è positivo, sebbene il sistema di riconoscimento vocale - in alcuni casi - abbia frainteso alcune località (scambiando ad esempio "New York City" con "Newark, N.J.,"), costringendo ad un riavvio della procedura.

Le città in cui è possibile utilizzare Directions sono New York, Washington, Chicago, Dallas, Denver, Los Angeles, San Francisco, San Diego e Sacramento. Da ottobre saranno incluse nuove aree metropolitane (tra cui Boston e Philadelphia) con l'obiettivo di espandere la disponibilità del servizio a tutta la nazione e integrandolo con punti di interesse.

È quantomai opportuno ricordare che in alcuni stati come la California, questo servizio è da utilizzare cum grano salis, evitando di tenere in mano il cellulare per leggere le indicazioni mentre si è alla guida della propria auto. In primo luogo per mantenere una condotta di guida sicura, secondariamente per non incorrere nelle ire del governatore Arnold Schwarzenegger.

Dario Bonacina