Via i domini URSS

ICANN prende la via che porterà alla cancellazione dei domini sovietici, registrati fin qui a migliaia

Roma - I domini con suffisso "Unione Sovietica", ovvero le estensioni.su, non solo sono attivi da anni ma in questo tempo ne sono stati registrati a migliaia. Una situazione che ICANN, l'ente di supervisione sul sistema dei domini, sembra intenzionato a "sanare".

Non che sia semplice: ci sono circa 10mila domini registrati con l'estensione.su e nell'ultimo anno se ne sono aggiunti altri 1.500, segno che in molti cercano questo genere di "desinenza". C'è infatti un certo numero di utenti, in particolare russi, che trovano in quel dominio un significato storico e intendono difenderlo dalla cancellazione.

Per ICANN le cose sono invece chiare: così come le estensioni cecoslovacche,.cs, sono state cancellate quando il paese si è separato in Repubblica Slovacca e Repubblica Ceca, allo stesso modo le desinenze.su sarebbero superate. La loro cancellazione contribuirebbe, nell'ottica di ICANN, a mantenere la stabilità della rete.
Come la cancellazione possa avvenire, e in quali tempi, è ancora tutto da decidere, ma sul sito di IANA, i domini.su vengono considerati ufficialmente obsoleti.
5 Commenti alla Notizia Via i domini URSS
Ordina