Alfonso Maruccia

Cina, divieto di giocare con un sesso diverso

Giocare di ruolo non implica, anzi non deve implicare, il cambiamento virtuale di sesso. Che gli uomini facciano gli uomini, e che le donne si identifichino mostrando il loro faccino in webcam. Le Ultime del Popolo

Roma - Aurora Technology, sussidiaria dell'iperpotenza del gaming telematico cinese Shanda Entertainment (460 milioni di utenti registrati al 2005), ha messo al bando gli account dei giocatori di sesso maschile che hanno osato impersonificare personaggi virtuali di sesso opposto.

A quanto pare, però, il divieto di cambiare sesso nelle partite online non riguarda invece le ragazze: queste ultime dovranno comunque provare la propria identità con un test... via webcam.

Il bando ha interessato gli account del MMORPG King of the World, e solleva dubbi e critiche, sia per le motivazioni che lo hanno prodotto sia per lo scetticismo circa la possibilità di implementare queste misure. C'è chi parla del possibile tentativo di mettere un freno al dilagare del cybersex, percepito dalle autorità quale problema di ordine sociale, ma c'è anche chi sottolinea la preoccupata percezione da parte delle autorità delle implicazioni culturali della variante omosessuale del suddetto sesso virtuale.
I dubbi non mancano poi su quanto, e per quanto tempo, Aurora Technology sarà disposta a perdere clientela, se il divieto le si ritorcesse contro: dopotutto, "giocare di ruolo" implica soprattutto la possibilità di essere qualcun altro - o qualcos'altro - all'interno di un mondo che esiste solo sul monitor. Negare la fondamentale libertà di scegliere il sesso del proprio personaggio non è certo una gran pubblicità per King of the World.

E che dire delle problematiche inerenti alla privacy sollevate dal controllo obbligatorio del sesso con la webcam? Al di là delle difficoltà tecniche nella gestione del test - chi verificherà, per centinaia di migliaia di volte, che davanti all'obiettivo c'è una donna? Un computer? Un impiegato preposto allo scopo? Le giocatrici potrebbero benissimo perdere interesse nell'esperienza online, se per accedervi fosse necessario passare un posto di blocco che fa differenze di sesso.

Alfonso Maruccia
18 Commenti alla Notizia Cina, divieto di giocare con un sesso diverso
Ordina
  • Oggi in Cina domani qua!
    Oramai e' questa la tendenza.
    La privacy e la liberta', piano a piano vanno a farsi fottere, se lasciamo fare.
  • sinceramente tra tutte le news che mi capita di leggere sulla cina questa la trovo la meno preoccupante. forse è preoccupante pensare che una società "privata" (leggi controllata dalla mafia, in cina non esiste l'imprenditoria, le ditte o sono pubbliche o sono della mafia, i committenti occidentali trattano con la mafia cinese per poter aprire le fabbriche facendo finta di non sapere con chi hanno a che fare) sia arrivata all'autocensura preventiva riguardo un argomento che solo alla lontana può sembrare scabroso (in fondo non si tratta nemmeno di immagini, sono solo avatar)

    cmq sono sessuofobi, almeno quanto lo eravamo noi ai tempi di don camillo....
    non+autenticato
  • Eccolo un altro generalizzatore che la Cina la vista solo col binocolo e per sentito dire...
    non+autenticato
  • ...fossi nei giocatori boicotterei quel gioco passando alla concorrenza, cosi' da farlo fallire e allo stesso tempo eludere il controllo soffocante della dittatura comunista, visto che in cina i mmorpg sono una marea.
    non+autenticato
  • che tristezza... cina=alcatraz, tra un po stabiliranno gli orari ai cinesi per andare a cagare e pisciare...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Realista
    > che tristezza... cina=alcatraz, tra un po
    > stabiliranno gli orari ai cinesi per andare a
    > cagare e
    > pisciare...

    Sì, quello sì lo decideranno. Regolamentare, invece, il lavoro, no.
    E meno male che è comunista.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonymous
    > - Scritto da: Realista
    > > che tristezza... cina=alcatraz, tra un po
    > > stabiliranno gli orari ai cinesi per andare a
    > > cagare e
    > > pisciare...
    >
    > Sì, quello sì lo decideranno. Regolamentare,
    > invece, il lavoro,
    > no.
    > E meno male che è comunista.

    Una delle ultime rivolte in una fabbrica è stata causata da un imprenditore ITALIANO che voleva sottrarsi all'ira della delegazione di suoi dipendenti a cui aveva rifiutato di concedere riposo domenicale (formalmente un diritto)e ha chiamato la polizia.

    Certo il regime che lascia i dipendenti in ostaggio delle imprese sbaglia, ma gli occidentalissimi commitenti ?
    Attenti perché la cina è vicina, non guardate a oriente, guardatevi le spalle!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Realista
    > che tristezza... cina=alcatraz, tra un po
    > stabiliranno gli orari ai cinesi per andare a
    > cagare e
    > pisciare...

    mmm in Ialia non è molto differente eh
    non+autenticato
  • Non sai quel che dici...
    non+autenticato
  • Sisi, hai proprio ragione, allora fai un piacere a tutti, vai a lavorare in Cina poi ci racconti eh
    non+autenticato
  • - Scritto da: Loris Batacchi
    > Sisi, hai proprio ragione, allora fai un piacere
    > a tutti, vai a lavorare in Cina poi ci racconti
    > eh

    a parte che il focus era sull'identificazione nelle reti ludiche e che come si può vedere dai tentativi di normare le community ed altro in questo campo non siamo messi meglio, fai un favore tu, butta via tutto quello che hai che è stato prodotto in cina affamando i cinesi (e tutti gli stati con condizioni di lavoro simili anche se filooccidentali che però non disturbano nessuno, naturalmente) e ingrassando le aziende occidentali e dando la colpa solo al governo cinese, compra solo roba prodotta in occidente pagando stipendi che consentano uno stile di vita dignitoso, poi dopo aver ricomprato auto, bici, cellulare,pc, moto, tv, vcr,videocamera, orologio,stereo, ipod, scarpe e vestiti, dimmi quanti italiani potrebbero permettersi uno stile di vita dignitoso
    non+autenticato
  • - Scritto da: Micchan
    > ...fossi nei giocatori boicotterei quel gioco
    > passando alla concorrenza, cosi' da farlo fallire
    > e allo stesso tempo eludere il controllo
    > soffocante della dittatura comunista, visto che
    > in cina i mmorpg sono una
    > marea.

    Anche tu ti spacci per femmina nelle chat e i mmorpg online come il sottoscritto eh? Sorride

    Che sia tutto per via di quella volta in cui ho incontrato un arrapatissimo funzionario cinese... come si chiamava... hmmm mi pare... HU Jintao credo. Oppure quella volta con ZENG Qinghong.
    Sono permalosini. Non sai quanto si sono incazzati. Vabbé, pazienza su, il mondo è grande.

    Ho appena conosciuto un certo George Bush Jr. ha detto di essere americano Sorride
  • E poi è solo grazie a SL o altri MMORPG che tanti maschietti hanno scoperto, loro malgrado, quanto è più gioiosa e "facile" la vita delle donne (o almeno di quelle belle...) rispetto al grigiore della nostra! Sorride
    non+autenticato
  • Per la miseria, si, io uso sempre personaggi femminili, ma mica per far colpo sui maschi (-.-), semplicemente perche' sono realizzati meglio e le armature sono fenomenali (lineage 2 insegna). E poi che diamine, se io voglio identificarmi con quell'avatar perche' non dovrei farlo?
    non+autenticato