Amazon lancia il suo Amazon MP3

Come previsto da tempo, il megastore si lancia anche nella musica, proponendola senza DRM e cercando di inseguire iTunes

Roma - Lo aveva preannunciato da un certo tempo, gli osservatori coltivavano con una certa passione la dolce attesa ed ecco che ieri è stata presentata al mondo ufficialmente la beta dello store di Amazon per la musica digitale. Un servizio con un nome particolarmente innovativo: Amazon MP3.

Battute a parte, Amazon si è fatta i conti per tentare di offrire agli utenti una reale alternativa ad iTunes di Apple che, come noto, gestisce da solo la grande maggioranza del download legale di musica su Internet.

Per tentare di riuscire nell'impresa non solo ha messo insieme un catalogo di 2 milioni di brani, ma si tratta anche di musica venduta senza alcuna protezione DRM: l'idea è che chi la compra possa goderne sui dispositivi che preferisce senza limitazioni di sorta. Come noto iTunes solo di recente, peraltro tra le polemiche di Apple con le major, ha aperto i battenti alla diffusione di musica senza DRM.
In verità è proprio la scelta no-DRM di Amazon a rendere il suo catalogo meno ampio del blasonato concorrente: sono i produttori a dettare le regole per la distribuzione della loro musica. E né Sony né Warner Music sembrano ancora pronte a percorrere la via del DRM-free.

I brani di Amazon vengono offerti ad un bitrate di 256 Kbps, costano una cifra variabile tra gli 89 e i 99 centesimi di dollaro (contro l'1,29 dollari per brano DRM-free di iTunes). Gli album variano tra i 5,99 e i 9,99 dollari.

Secondo alcuni osservatori, nel mirino di Amazon potrebbe finire più che iTunes, che regge solidamente il timone del mercato, uno store come eMusic, che da sempre si concentra sulla musica indipendente e, soprattutto, sulla vendita di brani senza protezioni DRM.

La public beta del nuovo store americano è a questo indirizzo
6 Commenti alla Notizia Amazon lancia il suo Amazon MP3
Ordina
  • Ci sono stato ieri, e il sito diceva che i brani sono vendibili solo per chi risiede negli USA.
    Ho tentato un acquisto e sono arrivato fino a visualizzare il tasto "conferma" (che non ho cliccato), il che mi fa supporre che non ci siano blocchi a livello IP.

    Ma se compro un brano, poi mi trovo la finanza a casa?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Wiseman
    > Ci sono stato ieri, e il sito diceva che i brani
    > sono vendibili solo per chi risiede negli
    > USA.

    balle ho comprato tre brani

    Order Summary:
    Details:
    Order #:     XXX-XXXXXXXX-XXXXXXX
    Subtotal of items:     $ 0.89
        ------
    Total before tax:     $ 0.89
    Tax:     $ 0.00
        ------
    Total:     $ 0.89
        ------
    Total for this Order:     $ 0.89

    The following item was ordered:

        What A Wonderful World [MP3 Download], Price: $0.89
    From the album What A Wonderful World
    By: Louis Armstrong

    > Ho tentato un acquisto e sono arrivato fino a
    > visualizzare il tasto "conferma" (che non ho
    > cliccato), il che mi fa supporre che non ci siano
    > blocchi a livello
    > IP.

    devi compilare i tuoi dati personali sul sito di amazon scrivendo un indirizzo inventato negli USA.

    > Ma se compro un brano, poi mi trovo la finanza a
    > casa?


    Si con l'iPod e le cuffie sotto la divisa per testare i brani che hai comprato
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 27 settembre 2007 00.08
    -----------------------------------------------------------
  • ciao!
    sarebbe carino che d'ora in poi quando si parla di "senza drm" ci fosse un approfondimento:

    con o senza watermarking?

    :)

    il test si può fare facendo un doppio acquisto da due utenti diversi in due parti diverse del mondo, ancheSorride

    dato l'interesse per l'argomento, sarebbe un approfondimento molto serio ed interessante: fareste persino da fonte per testate internazionlali, credo!Sorride
    non+autenticato
  • Ultimamente mi è venuta la passione per la musica classica e non credo che ci sia niente di meglio del CD per apprezzarla. Gli mp3 sul p2p e questi di amazon vanno bene per chi ascolta il pop, il rock e altre schifezze con quei player con le cuffiette.
    Unica nota positiva è che non hanno il drm.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Von Rompiglion
    > Ultimamente mi è venuta la passione per la musica
    > classica e non credo che ci sia niente di meglio
    > del CD per apprezzarla. Gli mp3 sul p2p e questi
    > di amazon vanno bene per chi ascolta il pop, il
    > rock e altre schifezze con quei player con le
    > cuffiette.
    > Unica nota positiva è che non hanno il drm.

    Questo post puzza come un pesce di una settimana, oltre ad avere una carica di vetusto snobismo.

    La musica classica è belissima, ma definire il rock una schifezza dimostra una gran bella chiusura mentale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Caronte
    > definire il
    > rock una schifezza dimostra una gran bella
    > chiusura
    > mentale.

    Non te l'hanno detto che il rock è morto? Lunga vita alla musica classica!
    non+autenticato