Flash Player 5 approda su Linux

Macromedia punta anche sugli utenti Linux e Solaris, due piattaforme che da oggi possono disporre dell'ultima versione del Flash Player, un software ormai diffusissimo presso siti e utenti Web

San Francisco (USA) - A pochi mesi di distanza dal rilascio delle versioni per Windows e Mac, Macromedia annuncia ora la disponibilità di Flash Player 5 anche per le piattaforme Linux e Solaris.

Macromedia sostiene che sono gli stessi suoi clienti a spingere perché Flash possa continuare ad essere uno standard cross-platform, così che i loro siti Web possano avere l'audience più ampia possibile.

L'azienda pensa che Linux rappresenti ormai una quota di mercato non più marginale e che sia quindi importante portare la compatibilità flash anche sui desktop del Pinguino.
Flash Player 5 è pienamente integrato con tecnologie come l'XML e Macromedia Generator, inoltre è in grado di mantenere una connessione persistente fra client e server per condividere informazioni XML real-time per le applicazioni business mission critical.

Entrambe le versioni di Flash Player 5, sia per Linux che per Solaris, posso essere scaricate da qui.
8 Commenti alla Notizia Flash Player 5 approda su Linux
Ordina
  • A dire il vero esisteva già il Plug-in per Flash 4 per Linux. Perfettamente funzionante su Netscape (io uso il 4.75)... Non trovo motivo di fare tante feste al Plug-in di Flash 5.0! La vera rivoluzione sarebbe il rilascio di Tools quali Director, Fireworks, Dreamweaver, Flash MAKER (non il player!) per Linux! Qui al momento non esistono alternative: vuoi lavorare con Director? Installalo sotto Windows o Machintosh. Macromedia è sempre stata fuori dal mondo Linux rilasciando solo i plug-in per i 'players'. Forse si avvicina il momento di Director for Linux?
    non+autenticato


  • - Scritto da: Alessio Cecchin
    > A dire il vero esisteva già il Plug-in per
    > Flash 4 per Linux. Perfettamente funzionante

    > Forse si avvicina il momento di
    > Director for Linux?

    sarebbe l'ora!

    e direi che forse qualcosa si comincia a svegliare davvero:

    1) Microsoft ora ha veramente paura
    2) molte aziende HW e SW si stanno precipitando a scrivere driver e software per Linux
    3) tutte le riviste di informatica hanno la sua brava sezione Linux +/- interessante e +/- utile
    4) lo spazio riservato a linux sulle sopra citate riviste e' in continua espansione...
    non+autenticato
  • > e direi che forse qualcosa si comincia a
    > svegliare davvero:
    >
    > 1) Microsoft ora ha veramente paura
    > 2) molte aziende HW e SW si stanno
    > precipitando a scrivere driver e software
    > per Linux
    > 3) tutte le riviste di informatica hanno la
    > sua brava sezione Linux +/- interessante e
    > +/- utile
    > 4) lo spazio riservato a linux sulle sopra
    > citate riviste e' in continua espansione...

    Banalità: viviamo in un periodo di passaggio e di evoluzione.

    Constatazione: un po' come per il VHS anni addietro o per i DVD oggi si è innescato un processo che tende ad affrmare un prodotto (non uno standard in questo caso!). La convivenza di Sistemi Operativi diversi è possibile ed auspicabili. Ciò che si riscontra è un 'passaggio alla maturità' di un SO che si affaccia sempre più anche verso i Clients migliorandosi, nel contempo, per i Servers.
    non+autenticato
  • Got the first message...muahahaha :>
    non+autenticato


  • - Scritto da: RafUSA
    > Got the first message...muahahaha :>

    FIRST POST.

    dai ceffo... non siamo su slashdot.
    non+autenticato

  • Vi si potrebbe riconoscere ovunque... ahahahah!


    - Scritto da: munehiro
    >
    >
    > - Scritto da: RafUSA
    > > Got the first message...muahahaha :>
    >
    > FIRST POST.
    >
    > dai ceffo... non siamo su slashdot.
    non+autenticato
  • - Scritto da: munehiro
    >
    >
    > - Scritto da: RafUSA
    > > Got the first message...muahahaha :>
    >
    > FIRST POST.
    >
    > dai ceffo... non siamo su slashdot.

    Scusate la curiosità: cosa state dicendo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: spiritum
    > Scusate la curiosità: cosa state dicendo?

    su slashdot.org, noto sito di notizie + commenti (analogo a pi, ma in inglese) Il motore dei commenti e' capace di vedere 500 o piu' commenti in poche ore. Non solo. Le notizie vengono aggiunte via via, man mano che arrivano in redazione. Questo comporta che si scatena una vera gara (da parte degli idioti) ad accaparrarsi il First Post, ovvero il primo commento in allegato alla notizia. Ovviamente, il motore di moderazione di slashdot (che e' tenuto dagli stessi utenti che leggono) sbatte subito come off-topic il first post, ma cio' nonostante la "gara" vive da anni.
    non+autenticato