MS.NET, pezzi di codice messi a nudo

Microsoft ha promesso ai suoi sviluppatori che molto presto potranno vedere senza modificare il codice sorgente di buona parte delle librerie alla base di MS.NET Framework. Una risorsa con cui Visual Studio 2008 interagirÓ nativamente

Redmond (USA) - Entro la fine dell'anno gli sviluppatori potranno spiare sotto le vesti di MS.NET Framework, cuore della piattaforma di Microsoft per lo sviluppo di applicazioni e web service, e visionare il codice di buona parte delle sue librerie. L'obiettivo, secondo quanto spiegato in questo post da Scott Guthrie, general manager di Microsoft, è quello di semplificare il debugging delle applicazioni.

Entro la fine dell'anno BigM aprirà il codice di MS.NET Base Class Libraries, ASP.NET, Windows Forms, ADO.NET, XML e WPF, ed in seguito anche quello di altre librerie come WCF, Workflow e LINQ.

La licenza che accompagnerà i sorgenti è la Microsoft Reference License, MS-RL), la più restrittiva tra le licenze Shared Source: impone la regola del "guardare ma non toccare", consentendo la visione del codice ma non la sua modifica e ridistribuzione. Del resto, l'intenzione di Microsoft non è certo quella di dar vita ad un progetto open source: il suo scopo, come detto, è quello di facilitare il processo di debugging delle applicazioni basate sul proprio framework, soprattutto in congiunzione con le nuove funzionalità di Visual Studio 2008.
Come illustrato da Guthrie nel proprio blog, la versione finale di Visual Studio 2008 introdurrà la possibilità di configurare il debugger per scaricare dinamicamente da Internet i simboli di debug - ed il relativo codice sorgente - del MS.NET Framework: ciò fornirà agli sviluppatori un importante aiuto nell'analizzare il comportamento delle proprie applicazioni.

"Potersi avvalere dell'accesso al codice sorgente e dell'integrazione del debugger con le librerie di MS.NET Framework sarà davvero prezioso per gli sviluppatori di MS.NET", ha commentato Guthrie. "La possibilità di esaminare il codice e di seguirne il flusso d'esecuzione dovrebbe fornire una comprensione molto più profonda di come le librerie di MS.NET Framework siano implementate, consentendo così agli sviluppatori di creare applicazioni migliori e farne altresì un uso migliore".
40 Commenti alla Notizia MS.NET, pezzi di codice messi a nudo
Ordina
  • L'open source normale è una specie di contratto in cui uno mette a disposizione degli altri il proprio codice (potenziale svantaggio), mette a disposizione degli altri le idee con cui ha risolto i problemi (potenziale svantaggio) per avere in cambio debug e patches dalla comunità (potenziale vantaggio) e per avere diritto a distribuire il codice libero che ha usato (vantaggio immediato).

    Con questa licenza, Microsoft cancella lo svantaggio perche' si tiene il codice, e ha anzi piu' margine per fare causa verso chi ha scaricato il sorgente. E si tiene il vantaggio di avere gli sviluppatori che ti fanno il debug !
    LOL poveri winari!

    Magari riescono pure a tirare la corda: in pratica basta ritardare il piu' possibile la risoluzione dei problemi che sono stati segnalati senza patch e risolvere subito quelli che arrivano con patch. In questo modo gli schiavetti .NET capiranno presto che se vogliono avere risolto subito un problema dovranno andarsi loro a scartabellare il source.
    non+autenticato
  • ... ma io continuo a preferire Delphi e il vecchio ADO... anche se sicuramente C#come linguaggio proprio schifo non fa, ma l'IDE propinato da Microsoft è - a mio avviso- adatto a programmatori "punta e clicca" e non a sviluppatori che necessitano di qualche click in più ma di funzioni vermante utili.

    Naturalmente è solo una mia opinione.
    non+autenticato
  • Sull'ide non nascondo che è abbastanza mediocre, ma ricordo a tutti che si può utilizzare ad esempio eclipse..o blocco note..
    Per quanto riguarda c# è un ottima sintesi tra java e c, grande potenza dei delegate degli eventi..
    Per il web e non.. con l'introduzione di XAML si passa proprio di livello..senza contare il supporto nativo a tecnologia ajax o handler asincroni..
    La parte di datalayer è stata ridisegnata e supportata con linq. Copiato dalla filosofia Hibernate..ma migliorato
    Poi nonostante apprezzi tantissimo asp.net non nascondo che come potenzialità forse Ruby è superiore.. ma è tutto un'altro discorso
    non+autenticato
  • Visual Studio 2005 è il miglior IDE che sia mai stato scritto. Delphi non regge il confronto per non parlare di #Devlop.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome
    > Visual Studio 2005 è il miglior IDE che sia mai
    > stato scritto.

    Eclipse si mangia VS2005. La versione 1.beta di Eclipse, intendo
    non+autenticato
  • - Scritto da: capoccione
    > - Scritto da: Nome
    > > Visual Studio 2005 è il miglior IDE che sia mai
    > > stato scritto.
    >
    > Eclipse si mangia VS2005. La versione 1.beta di
    > Eclipse,
    > intendo

    Rotola dal ridere tu si che te ne intendi
    non+autenticato
  • I ce l'ho più lungo!
    Ognuno è abituato con il suo ambiente. VS ha dei vantaggi non indifferenti. Eclipse ha i suoi.
    Se esistesse un VS con tutte le funzinalità che possiede che fosse free probabilmente tutti direbbero che è il miglior IDE.

    Riguardo a Delphi.. se parliamo dell'ultima versione di Delphi, beh.. non saprei dirti se è meglio VS, sono molto molto simili (c'è anche una teoria, che rimane solo teoria cospiratoria riguardo a influenze varie).
    Certo che si paragona Delphi 7 a VS 2005, è normale che la seconda sia più avanzata.. sono di due EPOCHE diverse.

    Un saluto festoso a tutti! E non arrugginitevi/fossilizzatevi sulle vostre idee, cambiare e provare (soprattutto in informatica, ma anche nella vita) è bello. (Mi riferisco ad entrambi gli schiaramenti!)
    non+autenticato
  • ... che fornisce il codice delle sue librerie/framework da almeno TurboPascal 7.0. Probabilmente dopo aver copiato a bizzeffe dagli altri si sono accorti che se lo forniscono agli sviluppatori è meglio...
    non+autenticato
  • Qualcuno ha detto che tra il 2.0 e il 3.0 non ci sono differenze??
    A parte che il 3.0 non è un nuovo framework ma è un implementazione del 2.0 in quanto il CLR non cambia..
    E poi nessuno a sentito parlare di WPF?? XAML/XBAP o per quanto riguarda il datalayer di Linq???
    Per non parlare delle novità del 3.5 con ASTORIA..
    non+autenticato
  • io penso invece che di una trappola ne abbia le caratteristiche, indipendentemente se la scarichi o no, (bisogna poi vedere se funzionera per ms, ovviamente):

    se una cosa e' protetta da SEGRETO come win ( o tipo la cocacola), non e' infringment se tu usi una struttura simile, dimostrando facilemnte di non essendone venuto a conoscenza. (Il brevetto e' infatti pubblicare una cosa appunto con lo scopo di poter perseguire chi la copia, perche l'hai resa nota, e chi fa cose nuove deve leggere lo stato dell'arte noto) Col metodo del SEGRETO quindi Ms puo' pero continuare ad usare la sua struttura simile a quella da ta trovata indipendentemente e forse impedire a te di brevettarla dimostrando che nel suo codice segreto precedente la usava gia.

    Con questa forma di "messa a disposizione limitata", (al di la di averla fatta per affrontare il problema CEE) ms puo sostenere che tu ahi copiato la sua roba, stara a te dire che e' magari e' stata lei a copiare qualcosa di pubblico precedente, non credo potrai dire che non avendolo scaricato non l'hai visto: era non piu proprio segreto, quindi possibilmente disponibile, magari scaricato dal tuo amico e tu l'hai visto (dicono che lo devi tenere segreto una volta scaricato? al massimo diranno che non puoi darlo a terzi, ma da li al segreto ce ne passa)
    se poi lo scarichi anche, nome e cognome...

    non si tratta di paranoie di nerd, le cause per software viaggiano sui miliardi di $ VERI, nemmeno lindon.

    roberto
    non+autenticato
  • l'idea è buona per farne un film di fantascienza
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)