I nuovi Sirius e Shift di HTC

Il produttore taiwanese presenta anche per il mercato italiano due nuovi dispositivi portatili, che definire smartphone sarebbe decisamente riduttivo

Milano - Dopo aver presentato il nuovo modello S730/Wings, HTC presenta - anche per l'Italia - i preannunciati P6500/Sirius e Shift.

il dispositivoIl P6500 è un PDA-phone HSDPA con un ampio display da 3,5 pollici, una fotocamera da 3 Megapixel con autofocus e scanner per impronte digitali e codici a barre. Due caratteristiche che lo rendono adatto ad applicazioni particolari (come l'accesso mobile a dati riservati o a soluzioni di logistica), cui si aggiunge il supporto di una memoria interna di 256 MB (espandibile grazie a due slot per schede SD) e un modulo GPS.

Tutt'altro strumento è lo Shift, che più che un UMPC sembra un vero e proprio pc tascabile con funzionalità telefoniche. A bordo infatti c'è il sistema operativo Windows, disponibile nelle due versioni Mobile 6 e Vista Business, e due processori (un Intel Santa Rosa A110 e un Qualcomm da 400 MHz). L'interfaccia Windows si manifesta su un display da 7 pollici che sovrasta una tastiera estesa di tipo QWERTY (staccabile). All'interno non manca un hard disk da 40 GB, per memorizzare tutto ciò che serve. Telefonicamente parlando, lo shift è un terminale allo stato dell'arte UMTS/HSDPA con connettività Bluetooth e WiFi.
Le sue dimensioni sono di 19x13,5x3 cm, il peso è di 800 grammi e il prezzo a cui sarà venduto (probabilmente a partire dal mese prossimo) è di circa 1.200 euro.