Diffamazione, chiude un sito comunale

Gestito da volontari, per anni ha raccontato i fatti di Santa Croce di Magliano, in Molise, ma ora chiude in risposta ad una querela sporta dal Sindaco per le lettere pubblicate dal sito. Una versione dei fatti

Diffamazione, chiude un sito comunaleRoma - Il sito non è quello ufficiale del comune ma è un sito che il Comune di Santa Croce di Magliano conosce bene e con cui ha inizialmente persino collaborato, un sito che ora i responsabili hanno deciso di chiudere per la clamorosa decisione del Sindaco del paese molisano di denunciarli, a quanto pare, per aver pubblicato alcune lettere polemiche sulle scelte dell'amministrazione.

SantaCroceOnline è un sito che nasce il 30 giugno del 2000, realizzato da volontari per parlare del proprio paese e gestito in collaborazione con il Comune che, a ottobre 2000, decide di assegnare ai curatori del sito anche la realizzazione dello spazio web ufficiale, lavoro che si comincia a fare in attesa di una delibera ufficiale che assegni l'incarico. Tra il 2000 e il 2002 il sito produce 3mila pagine, quasi 5mila foto e offerto spazio gratuito ad enti e organizzazioni locali.

I responsabili del sito, però, sono ora stati querelati dal Sindaco del paese, un'azione legale che sarebbe dovuta alla mancata chiusura del guest-book sul sito, uno spazio dove alcuni messaggi secondo il Sindaco lo avrebbero diffamato polemizzando sulle sue scelte in merito a chi e come affidare la realizzazione del sito ufficiale del comune.
Nella ricostruzione fornita a Punto Informatico dal webmaster del sito, la querela è arrivata dopo una piccola "escalation" di tensione con l'amministrazione comunale, a partire da giugno di quest'anno quando il sito ha pubblicato un servizio fotografico sullo stato di un centro sportivo e nei giorni successivi ha cancellato una news su richiesta di un assessore.

"L'11 luglio 2002 - scrivono a PI i responsabili del sito - il sindaco convoca Bario (curatore degli aggiornamenti, ndr.) al Comune lamentandosi che a suo avviso SantaCroceOnLine opera contro l'amministrazione comunale. Inoltre chiede di dare un'immagine positiva del paese". Il 30 luglio con una delibera la Giunta comunale affida a terzi la realizzazione del sito ufficiale del comune nonostante i precedenti impegni con SantaCroceOnline.

Nella ricostruzione del webmaster del sito, l'8 settembre, quando erano già scaduti i termini per un eventuale ricorso al TAR contro la delibera sulla realizzazione del sito ufficiale, il Sindaco ha sporto querela per diffamazione. Il giorno dopo il webmaster e gli altri responsabili di SantaCroceOnline hanno deciso di chiudere il sito.

"Dal nostro punto di vista - spiegano a Punto Informatico - si tratta di una ritorsione e di un tentativo di imbavagliare una struttura indipendente, specchio della realtà santacrocese che lascia spazio alle opinioni e alle attività di tutti i santacrocesi. Sempre più scoraggiati, delusi, amareggiati e demoralizzati per l'atteggiamento estremamente scorretto e ingiusto dell' attuale amministrazione comunale abbiamo deciso di chiudere il sito. Oltre ad impegnare il nostro tempo ed il nostro denaro per un iniziativa utile alla comunità, non abbiamo nessuna intenzione di rimetterci anche da un punto di vista legale. Da qui la decisione di chiudere il sito. Anche la nostra pazienza ha un limite!"

Ieri Punto Informatico ha più volte inutilmente tentato di mettersi in contatto con gli uffici del Comune di Santa Croce di Magliano.
TAG: censura
107 Commenti alla Notizia Diffamazione, chiude un sito comunale
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 35 discussioni)