Vodafone per chiamare Second Life

L'operatore ha avviato un servizio che consente ai residenti SL di mantenere contatti telefonici ed SMS con gli utenti conosciuti in rete

Roma - Per socializzare e mantenere contatti su Second Life è necessario rimanere attaccati al computer? No, da quando la business unit tedesca di Vodafone ha lanciato InsideOut un servizio pensato per consentire a chi risiede in Second Life di mantenere i contatti con gli altri utenti Second Life.

InsideOut permette in pratica di proseguire le relazioni sociali intrattenute con i titolari degli avatar, telefonicamente o via SMS.

Per telefonare ci vuole però un telefonino che Vodafone fornisce ad hoc a chi visita l'isola di InsideOut: dopo essersi registrato e identificato, l'utente vedrà il proprio numero di cellulare associato all'account, anche se il numero verrà mantenuto riservato. Fatto ciò, non resterà che procedere all'attivazione del display HUD (Heads-Up-Display), inserendo la lista dei contatti che si vorrà mantenere anche al di fuori di Second Life, a computer scollegato.
Il servizio è attualmente disponibile in beta version ed è offerto senza costi aggiuntivi ai beta-tester per il traffico in uscita da SL.