NordCorea, la censura dovuta

Il leader della Corea del Nord spiega che, come esperto di Internet, sa che meglio se l'accesso non si diffonde

Roma - Si può notare un certo qual sarcasmo nelle prime reazioni in rete alle dichiarazioni di sua maestà il presidente nord coreano Kim Jong-II che, uso a censurare media e Internet, ha spiegato di essere un "esperto di Internet".

Lo ha dichiarato, riportano le cronache, nel corso di un incontro tra le due Coree, e lo ha detto per spiegare che proprio in qualità di esperto lui sa che è meglio non diffondere l'accesso ad Internet.

"Sono un esperto di Internet - ha affermato il dittatore - Molti problemi emergerebbero se Internet fosse connessa ad altre parti del Nord".
Come noto in Corea del Nord, paese considerato nemico di Internet da Reporters sans frontieres, esiste un sistema di connettività telematico, una sorta di intranet governativa di cui viene controllata l'operatività e alla quale non tutti possono accedere.
5 Commenti alla Notizia NordCorea, la censura dovuta
Ordina