Pių informatica in carcere

Almeno in quello di Treviso, il Santa Bona, dove si č attivata la onlus di Informatici Senza Frontiere. In arrivo un programma di formazione per i detenuti

Treviso - Sono 80 soci in tutta Italia, sono membri del Club Bit di Unindustria e da poco più di un anno sono i motori della onlus Informatici Senza Frontiere, la cui attività ha ora raggiunto il carcere trevigiano di Santa Bona grazie anche alla collaborazione del Centro Territoriale Permanente che si occupa della formazione scolastica all'interno del carcere.

Lo annuncia la stessa onlus che spiega come, con l'appoggio degli educatori dell'Amministrazione Penitenziaria, dalla fine dello scorso anno si è iniziata la riorganizzazione informatica delle due biblioteche, una per ciascuna sezione del carcere, e si è dato vita a qualche intervento di sistemazione dei computer utilizzati dagli insegnanti del Centro Territoriale per le loro attività.

"In particolare - spiega la onlus - un volontario dell'associazione Informatici Senza Frontiere ha prestato per mesi il proprio lavoro e la propria esperienza per ricatalogare i circa 3mila libri delle biblioteche, dall'etichettatura di ogni singolo volume alla sistemazione del database in Access. Č stato, inoltre, installato un gruppo di continuità per computer nella biblioteca del Penale, mentre quella del Giudiziario è stata dotata sia di un pc, sia di un gruppo di continuità, nonché della necessaria formazione all'utilizzo del database dell'addetto al servizio".
Si tratta di una iniziativa autofinanziata dalla onlus che entro fine anno dovrebbe concludersi con il completamento della catalogazione. Si sta già peraltro progettando un programma di formazione dei detenuti, finalizzato al reinserimento nel mondo del lavoro, per il quale l'utilizzo dell'informatica è un requisito fondamentale.

"Informatici Senza Frontiere, che ha anche donato un pc a un giovane uscito dal carcere minorile trevigiano - conclude la nota - è impegnata con la realizzazione di altri progetti di informatizzazione in Congo, in Uganda, in Kenya, alla Casa dell'Ospitalità di Mestre per persone senza fissa dimora e altri ancora che hanno bisogno di finanziatori e di persone convinte che anche un computer possa migliorare la qualità della vita di persone e di comunità".
44 Commenti alla Notizia Pių informatica in carcere
Ordina
  • Il titolo dice tutto, diamo più carcere ai carcerati, invece di pensare all'informatica e vederli correre beatamente liberi per le strade con indulti, sconti di pena, buona condotta...
    Se sei condannato a 10 anni ti fai 10 anni, poi se produci e ti ripaghi la permanenza, allora ti becchi il corso di informatica e tante altre belle cose, se non fai niente non ti becchi niente, punto.

    Un aiuto andrebbe dato SOLO a chi non è colpevole di reati di violenza, chi ha commesso violenza a qualsiasi livello non dovrebbe MAI avere sconti di nessun tipo.

    Smettiamola di confondere chi è dentro con chi è fuori, escludendo i pochi casi di errato giudizio e di custodia cautelare preventiva, chi è dentro ha commesso un crimine per cui DEVE pagare. Evitiamo i discorsi ipocriti, potevano e dovevano pensarci prima.
    non+autenticato
  • - Scritto da: mak77

    > Smettiamola di confondere chi è dentro con chi è
    > fuori, escludendo i pochi casi di errato giudizio
    > e di custodia cautelare preventiva, chi è dentro
    > ha commesso un crimine per cui DEVE pagare.
    > Evitiamo i discorsi ipocriti, potevano e dovevano
    > pensarci
    > prima.


    Ma un po' di pragmatismo non farebbe male.
    Se tu sai che un condannato un giorno tornerà libero può anche convenirti insegnarli un mestiere.
    Se torna dentro sono costi anche per la società, non dico che sia certo ma magari funziona e alla fine ti fa risparmiare dei soldi.

    E anche un altro tipo di pragmatismo.. forse fanno corsi di informatica perchè vedono meno pericoloso un detenuto davanti a un Pc che un detenuto con un martello da 10 chili per spaccare pietre... non vi pare?
    2678
  • Cosi i poveri e bravi detenuti potranno rilassarsi con massaggi, solarium, e trattamenti di aromaterapia...
    e perchè non fare un carcere itinerante che fa rotta tra le maggiori isole dei caraibi sulla QueenMary II ?
    Ma si dai... i poveri detenuti mica devono soffrire dietro le sbarre per i crimini commessi... il carcere è una vacanza dalla vita reale pagata dallo stato...
    non+autenticato
  • > Ma si dai... i poveri detenuti mica devono
    > soffrire dietro le sbarre per i crimini
    > commessi... il carcere è una vacanza dalla vita
    > reale pagata dallo
    > stato...

    Crimini?
    Lo sai che una buona fetta di carcerati è dentro in attesa di processo?
    Lo sai che una percentuale minore, ma non insignificante, è probabilmente dentro per errori giudiziari?
    Lo sai che un'enorme fetta di carcerati è dentro per "reati" che sarebbero comodamente depenalizzabili, legati alla droga o alla prostituzione?
    non+autenticato
  • Lo sai che vedere un pedofilo o un assassino o un terrorista o qualcuno che è venuto qui OSPITE si è comportato in maniera REPROVEVOLE ed ora si sta pure godendo una vacanza in carcere a spese NOSTRE che guardano la tv, fanno palestra gratis, leggono libri e vanno pure su internet tutto gratis quando io PAGO per OGNUNA di queste singole cosa mi fa venire una rabbia assurda ?

    Dovrebbero tutti andare a mettere giu le pietre per le ferrovie... senza dispositivi di protezione.
    non+autenticato
  • E lo sai che sei un razzista della peggior specie?
    Si, che lo sai. E te ne vanti pure...
    Triste
    non+autenticato
  • - Scritto da: No Razzisti
    > E lo sai che sei un razzista della peggior specie?
    > Si, che lo sai. E te ne vanti pure...
    > Triste

    Razzista sei tu che pretendi che siano le persone oneste a spaccarsi la schiena con lavori pesanti. E te ne vanti pure!
    non+autenticato
  • Se saranno giudicati innocenti verranno risarciti diversamente hanno già scontato una dose.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Tsukishiro Yukito
    [CUT]
    > Lo sai che una buona fetta di carcerati è dentro
    > in attesa di
    > processo?
    > Lo sai che una percentuale minore, ma non
    > insignificante, è probabilmente dentro per errori
    > giudiziari?
    > Lo sai che un'enorme fetta di carcerati è dentro
    > per "reati" che sarebbero comodamente
    > depenalizzabili, legati alla droga o alla
    > prostituzione?

    Perché ripeti? Basta applicare la pena ai condannati in via definitiva. Non è difficile, esistono delle cose che si chiamano sentenze che ti dicono chi sono questi condannati.
    non+autenticato
  • Ca--- nn ci vado io alla spa...
    non+autenticato
  • La funzione del carcere è quella di rieducare le persone (e su questo forum ce ne sono parecchie che ne hanno bisogno).
    Se non lo fa, queste appena uscite commetteranno di nuovo dei crimini.
    Fare delle attività che non siano lo spaccio di sigarette o l'incisione dei tatuaggi col coltello di plastica, non può che fare dle bene. Quindi ben vengano corsi per imparare a usare il computer, corsi di teatro, corsi di lingua, etc. Tanto più che in questo caso ad esempio sono pure offerti da volontari.
    La maggior parte di quelli che sono dentro, vorrebbe fare qualcos'altro...
    IMHO
    J.J.
    non+autenticato
  • è sbagliata. il carcere deve PUNIRE.
    non+autenticato
  • Se prendi un criminale che rubando incassa 10000 euro al mese (quando gli va male) che razza di educazione pensi di trasmettergli mettendolo di fronte alla scelta di una vita da operaio a 1000 euro al mese e nessun futuro garantito ?
    Certa gente va presa, buttata in galera per tutto il tempo necessario (è ora di finirla con sta cazzata di fare condanne esemplari che tra uno sconto e l'altro si riducono a 0) e messa a lavorare coattivamente. Se si rifiutano, invece delle legnate (e se ne meriterebbero tante) in quanto incivili gli si sostituiscono il piatto di pasta e la caraffa di tavernello con una manciata di pane secco ed un bicchiere d'acqua nel quale bagnarlo.
    Questo trattamento per tutti gli anni della loro condanna e vedi come dopo ci pensano non una ma infinite volte prima di rifare qualcosa di illegale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Joliet Jake
    > La funzione del carcere è quella di rieducare le
    > persone (e su questo forum ce ne sono parecchie
    > che ne hanno
    [CUT]

    Tentare di far capire a dei detenuti che andando in carcere si imparano lavori poco faticosi non è educativo, semmai diseducativo.
    Si vede che non hai mai fatto un lavoro faticoso, altrimenti non parleresti così.
    Vai a lavorare, guadagnati il pane e ritorna un po' più educato dopo questa esperienza.
    non+autenticato
  • gia' il mercato dell'informatica e' inflazionato , se proprio volete formare i rumeni pardon.. i detenuti puntate su mestieri faticosi e che nessuno vuole piu' fare. Detenuti con la ZAPPA, detenuti usati come BUOI per arare i campi e detenuti che corrono su RUOTA per attivare il mulino o produrre energia
    non+autenticato
  • Dalle modalità con cui ti esprimi, direi che hai semplicemente elencato i lavori che TU quotidianamente compi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Andrea
    > Dalle modalità con cui ti esprimi, direi che hai
    > semplicemente elencato i lavori che TU
    > quotidianamente
    > compi.

    Forse, ma almeno lui è onesto e gente come te vedo che non si lamenta, ma lo fa quando si vogliono far fare lavori pesanti a dei criminali.
    non+autenticato
  • - Scritto da: rocco tanica
    > gia' il mercato dell'informatica e' inflazionato
    > , se proprio volete formare i rumeni pardon.. i
    > detenuti puntate su mestieri faticosi e che
    > nessuno vuole piu' fare. Detenuti con la ZAPPA,
    > detenuti usati come BUOI per arare i campi e
    > detenuti che corrono su RUOTA per attivare il
    > mulino o produrre
    > energia


    MITICUS!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: rocco tanica
    > gia' il mercato dell'informatica e' inflazionato
    > , se proprio volete formare i rumeni pardon.. i
    > detenuti puntate su mestieri faticosi e che
    > nessuno vuole piu' fare. Detenuti con la ZAPPA,
    > detenuti usati come BUOI per arare i campi e
    > detenuti che corrono su RUOTA per attivare il
    > mulino o produrre
    > energia

    ritengo che la perdità della libertà sia una punizione anche troppo severa per chiunque. quindi smettila di infierire su 'sta gente e se hai voglia di fare qualcosa di buono vai a montecitorio e fai quello che devi fare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nec
    [CUT]
    > ritengo che la perdità della libertà sia una
    > punizione anche troppo severa per chiunque.

    Vallo a dire alle vittime.
    non+autenticato
  • - Scritto da: rocco tanica
    > gia' il mercato dell'informatica e' inflazionato
    > , se proprio volete formare i rumeni pardon.. i
    > detenuti puntate su mestieri faticosi e che
    > nessuno vuole piu' fare. Detenuti con la ZAPPA,
    > detenuti usati come BUOI per arare i campi e
    > detenuti che corrono su RUOTA per attivare il
    > mulino o produrre
    > energia

    Lo sai che una buona fetta di carcerati è dentro in attesa di processo?
    Lo sai che una percentuale minore, ma non insignificante, è probabilmente dentro per errori giudiziari?
    Lo sai che un'enorme fetta di carcerati è dentro per "reati" che sarebbero comodamente depenalizzabili, legati alla droga o alla prostituzione?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Tsukishiro Yukito
    [CUT]
    > Lo sai che una buona fetta di carcerati è dentro
    > in attesa di
    > processo?
    > Lo sai che una percentuale minore, ma non
    > insignificante, è probabilmente dentro per errori
    > giudiziari?
    > Lo sai che un'enorme fetta di carcerati è dentro
    > per "reati" che sarebbero comodamente
    > depenalizzabili, legati alla droga o alla
    > prostituzione?

    E' sufficiente far fare i lavori forzati ai condannati in via definitiva.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pinco Pallino

    > E' sufficiente far fare i lavori forzati ai
    > condannati in via
    > definitiva.

    secondo me sottovalutate una cosa.

    Se io fossi un direttore di carcere preferirei vedere i detenuti davanti a dei PC che con un martello da 10 chili in mano.
    In lavori forzati sono in un certo senso più costosi, perchè devi anche prevedere un regime di sorveglianza più stretto e più pericolo per i sorveglianti.
    2678
  • No no, quella per i nostri laureati. A quelli invece un bel posto da manager, dirigenti... politici e/o professori all'uni se ex terroristi e 68tiini in prima linea con la molotov...
    non+autenticato
  • Ma no cosa dico....perchè non anche una pizzeria e un centro commerciale all'interno? Un solarium e minigolf....non saranno camere d'albergo ma in galera hanno tutti vitto, alloggio, riscaldamento, televisione, sala pesi, biblioteche, ora diamogli pure un corso su internet, php, flash e vattelapesca...e chi non infrange le leggi e non riesce a campare vive nelle stazioni centrali, pregando di riuscire a mangiare almeno un panino il giorno dopo, o di non morire il prossimo inverno per il gelo! In Italia il crimine paga!
    non+autenticato
  • Se paga perche' non vai in carcere?
    Se e' cosi' bello... ma evidentemente non e' bello come la vuoi far figurare.
    non+autenticato
  • però in carcere ti spaccano il cuxetto...
    se te lo fai spaccare fuori dal carcere qualche soldo lo prendi lo stesso...
    quindi cuxo spaccato per cuxo spaccato tanto vale prosituirsi.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)