Agcom: Bitstream cambierÓ

L'Authority TLC annuncia l'approvazione, con modifiche, delle condizioni dell'offerta Bitstream formulata da Telecom Italia

Roma - Novità istituzionali sul fronte Bitstream: ieri l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, "su proposta dei Commissari relatori Nicola D'Angelo e Stefano Mannoni", ha approvato - con modifiche - le condizioni tecniche e amministrative dell'offerta di riferimento di Telecom Italia per i servizi all'ingrosso a larga banda (ADSL bitstream).

"Le condizioni economiche, così come formulate nell'offerta di riferimento - spiega l'Authority - saranno applicate in via provvisoria, in attesa della loro approvazione definitiva che avverrà entro trenta giorni con efficacia retroattiva".

"Le condizioni tecniche e amministrative approvate oggi - annuncia l'autorità presieduta da Corrado Calabrò - consentiranno agli operatori concorrenti di Telecom di usufruire dei nuovi servizi all'ingrosso bitstream, che hanno caratteristiche migliorative rispetto alle attuali offerte all'ingrosso di Telecom Italia (ADSL wholesale). Attraverso l'offerta di riferimento bitstream gli operatori concorrenti potranno ampliare la gamma dei servizi offerti ai consumatori, con significativi risparmi per quanto riguarda l'acquisto dei servizi all'ingrosso da Telecom Italia".
Al momento non sono stati resi noti i dettagli delle modifiche che l'Authority ha dichiarato di aver apportato. Come noto, i provider alternativi all'incumbent non avevano visto con favore l'introduzione dell'offerta bitstream, che prevedeva condizioni ritenute onerose che avevano provocato malumori condivisi dagli utenti.