L'ICT italiano cresce, più o meno

Secondo Aitech-Assinform l'IT sale dell'1,7 per cento e le TLC dello 0,5, secondo Assintel l'ICT nel suo complesso vola, si fa per dire, a +2,1 per cento. Numeri a parte, l'ottimismo non manca

Roma - Si respira un'aria nuova tra gli esperti che si occupano dei numeri dell'ICT italiano, dell'andamento dei mercati dell'informatica, dei servizi e delle telecomunicazioni. Superato il buio degli anni passati, i segnali di ripresa vanno consolidandosi pur tra alti e bassi e giudizi diversi sulla solidità dell'attuale fase di crescita. Una crescita che, peraltro, rimane modesta.

Ne ha parlato ieri AITech-Assinform anticipando alcune delle cifre che saranno presentate l'8 novembre prossimo insieme al consueto Rapporto Annuale. Cifre che disegnano un quadro di sintesi dei primi sei mesi del 2007 per l'industria di settore. Secondo l'associazione delle aziende ICT nel 2007 il settore informatico "si conferma alla testa della ripresa dell'economia, segnalando la rinascita della domanda di innovazione tecnologica nel paese".

I numeri duri e crudi parlano di una crescita dell'1,7 per cento, contro il +1,1 per cento del primo semestre 2006 e dell'ancor più contenuto +0,4 per cento del 2005. "Senza particolari incentivi - osserva l'Associazione - industria e servizi stanno aumentando gli investimenti in informatica a un ritmo superiore a quelli indirizzati all'acquisto di macchinari e attrezzature, attestati nello stesso periodo a +1,3 per cento".

Il settore IT italiano a fine giugno ha raggiunto 9.921 milioni di euro di fatturato, mentre il mercato aggregato (IT e TLC) ha totalizzato 31.971 milioni di euro, con un incremento dello 0,8% rispetto al primo semestre 2006.
Il mercato TLC (apparati, terminali e servizi per reti fisse e mobili), pur registrando l'aumento dei servizi innovativi, secondo AITech-Assinform continua a evidenziare un rallentamento del trend di crescita (+0,5 per cento rispetto al +0,6 per cento dell'anno prima) in connessione con l'abbassamento dei costi per gli utenti, attestandosi a quota 22.050 milioni di euro.

I dati Assintel
Ma ieri anche Assintel ha reso pubblici i numeri dell'Assintel Report sul mercato del software e dei servizi, numeri secondo cui nel 2007 l'ICT italiano cresce del 2,1 per cento, portando il fatturato a 21,4 miliardi di euro.

Secondo Assintel l'ICT si dimostra quindi vitale nonostante sia "inserito in un contesto strutturale, normativo e finanziario, che ne penalizza lo sviluppo rispetto agli altri player internazionali".

Secondo lo studio, la spesa per il software conta per 4 miliardi e cresce del +3,4 per cento. L'hardware, invece, assorbe circa 7,5 miliardi e cresce del +2,1 per cento. Salgono anche servizi IT, a quota 9,9 miliardi, con un incremento dell'1,5 per cento.

"Il nostro mercato - ha sottolineato ieri Giorgio Rapari, presidente Assintel - è penalizzato dalla dimensione aziendale ridotta, da una vocazione manifatturiera ancora prevalente, e da un carico fiscale che intacca in misura eccessiva le redditività delle attività produttive". "Occorrono - ha detto - misure sistemiche di contesto, capaci di liberare risorse per l'Innovazione e per il rischio d'impresa: questa sarà una delle sfide imprescindibili della Politica del futuro prossimo".
31 Commenti alla Notizia L'ICT italiano cresce, più o meno
Ordina
  • Ma solo i segnali, pero'... come da 6 anni a questa parte.A bocca aperta
    non+autenticato
  • Il mercato ICT in Italia si sta finalmente riprendendo, anche se questa ripresa non è evidente, alcuni ancora non se ne rendono conto.
    Per esempio i miei lavoranti IT, che mi guardano con guardo perplesso ogni volta che esclamo "Allegria Giovani!!! Il mercato ICT è in ripresa!!!1! Fra poco potrete garantirmi l'acquisto della seconda porsche!!!!uno!!11!!"...

    Mah, capisco sempre meno i miei dipendenti... sempre con quegli sguardi perplessi... persino quando, a fine mese, si beccano il loro grasso assegno da 1000 euri...invece di dimostrare riconoscenza...
    Mah, gente strana, che si diverte a schiacciare i bottoni sotto copertura, invece di scorrazzare per la provincia in porsche a respirare l'aria buona della brianza...
    non+autenticato
  • Tu sei fuori...1000 euro? parli bene tu ke sei ricco sfondato...con 1000 euro non si può tirare avanti una famiglia...fanno bene i tuoi dipendenti ad avere il muso lungo, auguro a tutti loro di trovare un lavoro migliore, più redditizio...e a te auguro un garage pieno di porche, ma frutto del sudore della tua fronte! sfruttatore!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Imprenditor e ITalico
    > Il mercato ICT in Italia si sta finalmente
    > riprendendo, anche se questa ripresa non è
    > evidente, alcuni ancora non se ne rendono
    > conto.
    > Per esempio i miei lavoranti IT, che mi guardano
    > con guardo perplesso ogni volta che esclamo
    > "Allegria Giovani!!! Il mercato ICT è in
    > ripresa!!!1! Fra poco potrete garantirmi
    > l'acquisto della seconda
    > porsche!!!!uno!!11!!"...
    >
    > Mah, capisco sempre meno i miei dipendenti...
    > sempre con quegli sguardi perplessi... persino
    > quando, a fine mese, si beccano il loro grasso
    > assegno da 1000 euri...invece di dimostrare
    > riconoscenza...
    > Mah, gente strana, che si diverte a schiacciare i
    > bottoni sotto copertura, invece di scorrazzare
    > per la provincia in porsche a respirare l'aria
    > buona della
    > brianza...


    Se emigriamo tutti ci dovrai mandare la tua amante a installare prodotti e server
    con la porche o con le porche quando dovrai installare una blade o una sun le risate che mi faro' da qua!
    Guarda gia' sto ridendo
    non+autenticato
  • Imprenditò me sa che capisci male mi spieghi come ca**o fa una persona che magari ha da tirare avanti la famiglia a guadagnare 1000 euro al mese? e poi rimani perplesso se i tuoi dipendenti ti guardano male........GRAZIE TANTE imprenditò
    non+autenticato
  • Stamattina, mentre facevo colazione, stavo seguendo la rassegna stampa di DISinformazione quotidiana su la 7 - in tal modo posso confrontare criticamente le campagne di disinformazione di stato con quello che e' il senso comune della gente.
    Ad un certo punto prende la parola Enrico Vaime, per il consuento editoriale mattutino: stavo quasi per spegnere la TV, poiche' ormai la colazione era finita e in genere trovo che i suoi interventi non siano altro che considerazioni trite e ritrite su fatti di cronaca o costume: mi alzo per avvicinarmi alla TV, ma mi blocco; sono basito da quello che sento:
    Vaime si lancia in una spassionata critica nei confronti di TV e giornali, e dei suoi colleghi 'giornalai', in merito ai titoloni riguardanti il premio Nobel per la Medicina conferito a Mario Capecchi, il quale, a detta degli scribacchini di regime, sarebbe un italo-americano.

    Ma quale italo!!! Vaime ha detto oggi chiaramente che:
    1. Capecchi di itagliano ha soltanto il nome, per sua fortuna!
    2. Se Capecchi fosse rimasto qui in itaglia il Nobel se lo sarebbe sognato!
    3. Non prendiamoci per il kul0 e diciamo le cose come stanno: in itaglia la Ricerca e' affondata e i giovani di talento DEVONO EMIGRARE!
    4. Chi, dopo essere emigrato, pensa di tornare in itaglia sta commettendo una gran k@$$ata!

    Sono stato colpito soprattutto dagli ultimi due punti: e' stata la prima volta che ho sentito un giornalista dire chiaramente certe cose, con veemenza, quasi con rabbia.

    Un plauso quindi a Vaime: lo contattero' via mail per esprimergli la mia gratitudine per aver espresso un sentimento ormai comune, per aver detto chiaro e tondo in TV cio' che ormai e' da un pezzo sotto gli occhi di tutti, e che soltanto la DISinformazione di stato si ostina a non vedere.
    non+autenticato
  • Caro ttt ttt,
    con le sue menzogne cariche di odio, ferisce il mio orgoglio di italiota.
    L'Italia è una nazione meravigliosa, c'è il countryside,seaside, eastside, westside,ecc... e mi stupisce che gente come lei non se ne renda conto.

    E' ora di finirla con il pessimismo ad ogni costo, siamo italiani, dobbiamo esserne orgogliosi.
    E' quando un VERO ITALIANO AL 100% vince un nobel, l'unica cosa che dobbiamo fare è cantare a squarciagola l'inno italiano!!!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Imprenditor e ITalico

    > L'Italia è una nazione meravigliosa, c'è il
    > countryside,seaside, eastside, westside,ecc... e
    > mi stupisce che gente come lei non se ne renda
    > conto.

    ..tra un po' avremo anche il FAR WEST A bocca aperta
    non+autenticato
  • se ti beccavi la trasmissione stamattina di rosanna sapori su tne sentivi cose migliori
    non+autenticato
  • - Scritto da: nordest
    > se ti beccavi la trasmissione stamattina di
    > rosanna sapori su tne sentivi cose
    > migliori

    che cosa ha detto?
    non+autenticato
  • finquando pagano da fame si che crescono i profitti

    pure io se avessi il gasolio di contabbando a poco prezzo metterei su una bella ditta di trasporti
    non+autenticato
  • - Scritto da: nordest
    > finquando pagano da fame si che crescono i
    > profitti
    >
    > pure io se avessi il gasolio di contabbando a
    > poco prezzo metterei su una bella ditta di
    > trasporti

    il precariato è stata la manna per i capoccioni
    figurati se tornano indietro
    piuttosto forniscono lavoro a un extracomunitario che si accontenta per meno e con più ore di lavoro

    il bello che questi capoccioni hanno pure il coraggio di lamentarsi per le tasse
    non+autenticato
  • Ma cosa vuol dire mercato in ricrescita? Se andiamo a vedere una qualsiasi azienda italiana ci saranno anni dove cambia server, anni dove compra software ed anni dove non fa altro che mantenere quello che ha. Perchè il mercato dovrebbe essere SEMPRE in crescita? io credo che inflazione a parte mi sembra normale avere delle stasi nel mercato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lemon
    > Perchè il mercato
    > dovrebbe essere SEMPRE in crescita? io credo che
    > inflazione a parte mi sembra normale avere delle
    > stasi nel
    > mercato.

    Occhiolino
    consiglio di lettura: "La decrescita felice" di Maurizio Pallante.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)