KOffice cresce a fa 1.2

La popolare suite per l'ufficio open source integrata in KDE raggiunge la versione 1.2 e porta con sé una cospicua serie di novità e migliorie, fra cui la possibilità di esportare documenti in formato PDF

KOffice cresce a fa 1.2Roma - Il KDE Project ha recentemente annunciato il rilascio della terza major release di KOffice, la 1.2, una nuova versione della popolare suite per l'ufficio free che, come tradizione, si basa su standard aperti e offre una grande varietà di filtri per interoperare con altri applicativi. KOffice 1.2 fa da complemento ideale alla recente versione 3.0.3 di KDE, rilasciata lo scorso mese.

"Questa nuova versione di KOffice offre un incredibile numero di miglioramenti rispetto a KOffice 1.1", ha spiegato David Faure, uno degli sviluppatori e release coordinator di KOffice.

Fra le numerose novità introdotte dalla nuova versione di KOffice, elencate per intero qui, è possibile citare le nuove funzionalità WYSIWYG, il testo bi-direzionale e il correttore ortografico avanzato ora integrati in KWord e KPresenter; la funzionalità mail merge e la possibilità di inserire note a piè di pagina di KWord; la nuova connettività ai database e le nuove funzionalità di stampa e ordinamento di KSpread; il nuovo motore per la generazione di report e template di Kugar; i nuovi filtri per l'esportazione in PDF e la compatibilità, talvolta però ancora parziale o unidirezionale, ai formati WordPerfect, RTF, Unicode, WML, MSWrite, PalmDoc, Lotus AmiPro, XSLT. Tutti gli altri filtri sono stati ulteriormente migliorati.
"KOffice ha raggiunto un alto livello d'integrazione con il resto di KDE e le sue tecnologie", ha affermato Andreas Pour, chairman della KDE League. "Con l'avanzato sistema di stampa del KDE gli utenti possono facilmente generare documenti PDF cross-platform e in alta qualità. Oltre a questo, il file manager Konqueror include ora un viewer che consente di navigare velocemente fra i documenti di KOffice visualizzandone un'anteprima. Con la tecnologia di scripting DCOP, i documenti di KOffice possono essere creati o modificati utilizzando script o altre applicazioni".

Questa nuova versione di KOffice è disponibile in ben 37 lingue, fra cui l'italiano, ed include componenti ormai tradizionali come il word processor KWord, il programma di presentazioni KPresenter, il foglio di calcolo KSpread, il generatore di grafici a flusso Kivio, il generatore di report aziendali Kugar, il generatore di grafici KChart e l'editor di formule matematiche KFormula.

Il KDE Project sta anche lavorando ad un'applicazione per il disegno vettoriale, Karbon, la cui prima versione stabile dovrebbe essere integrata in KOffice 1.3.

KOffice 1.2 può essere scaricato in versione binaria o codice sorgente da qui.
174 Commenti alla Notizia KOffice cresce a fa 1.2
Ordina
  • http://www.arachnoid.com/boycott/index.html

    Un po' estremista e solo in parte condivisibile, ma alcune delle cose che dice non sono del tutto sbagliate... di sicuro stimola a riflettere!

    Da leggere anche il link (in fondo all'articolo) "What's wrong with product activation".

    bye, Andrea
    non+autenticato

  • Ma basta, ma che c'entra con la notizia?
    non+autenticato
  • - Scritto da: CHEPPALLE
    > Ma basta, ma che c'entra con la notizia?

    Scusa, hai ragione... mi sono lasciato prendere dal tono del forum... un [OT] non ci stava male...

    sorry, Andrea
    non+autenticato
  • L'ultimo mattone della mia demicrosoftizzazione è stato il JDeveloper di Oracle, grazie al quale posso evitare di usare il SQLNavigator su windows.
    non+autenticato


  • - Scritto da: FDG
    > L'ultimo mattone della mia
    > demicrosoftizzazione è stato il JDeveloper
    > di Oracle, grazie al quale posso evitare di
    > usare il SQLNavigator su windows.

    aspetto solo un paio di porting e butto windows.
    non+autenticato
  • Deve per forza scaricarsi e installarsi tutto il paccone?

    Cosi` mi e` parso su www.koffice.org ma spero
    vivamente di sbagliare
    non+autenticato

  • > Deve per forza scaricarsi e installarsi
    > tutto il paccone?

    Immaginati se microsoft facesse una cosa del genere... le reazioni... "le solite merde", "come si fa ad essere cosi' stupidi", "non ti puoi nemmeno scegliere il SW da installare", etc etc etc etc etc etc
    non+autenticato
  • > Immaginati se microsoft facesse una cosa del
    > genere... le reazioni... "le solite merde",
    > "come si fa ad essere cosi' stupidi", "non
    > ti puoi nemmeno scegliere il SW da
    > installare", etc etc etc etc etc etc

    infatti vedrai che si potra installare solo kword, ma che scherziamo? gia adesso posso farlo con la versione precedente...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ZioBill
    > Torta in basso a destra

    google = internet ?

    oppure: google = motori di ricerca ?

    o ancora: motori di ricerca = internet ?

    da dove ti viene la logica deduzione:

    accessi a google con linux = 1% => quota di mercato client di linux = 1% ?

    sono curioso
    non+autenticato
  • >
    > da dove ti viene la logica deduzione:
    >
    > accessi a google con linux = 1% => quota di
    > mercato client di linux = 1% ?
    >
    > sono curioso

    Che google non è un sito specifico è molto generalista...
    Su cosa vorresti verificare gli accessi su www.kernel.org? o su il sito di windows update?

    Quindi secondo me può essere
    Accessi a Google con Linux 1% =>persone che navigano con linux 1%
    NB quindi non significa che Linux ha l'uno per cento del mercato ma che, probabilmente linux ha l'1 del mercato home.
    non+autenticato
  • presumi che tali browser si identifichino come diversi da IE e che l'OS sia GNU/Linux, ai web server di google. Chi lo assicura questo? Personalmente so'per certo che tantissime persone che usano GNU/Linux configurino il loro browser per identificarsi come IE per i squallidi motivi che tutti conosciamo, IMHO quelle statistiche sono molto falsate.
    non+autenticato
  • > Su cosa vorresti verificare gli accessi su
    > www.kernel.org? o su il sito di windows
    > update?
    su www.debian.orgSorride
    >
    > Quindi secondo me può essere
    > Accessi a Google con Linux 1% =>persone che
    > navigano con linux 1%
    > NB quindi non significa che Linux ha l'uno
    > per cento del mercato ma che, probabilmente
    > linux ha l'1 del mercato home.

    mettila cosi`: io vado nel sito di google si` e no 4 volte a settimana: c'e` gente che per fare una ricerca deve provare 40 volte (prima che mi saltiate addosso, non voglio dire che gli utonti non sanno neanche usare un motore di ricerca). non mi sembra una statistica significativa: al limite bisognerebbe vedere quelli degli internet provider.
    non+autenticato

  • > mettila cosi`: io vado nel sito di google
    > si` e no 4 volte a settimana: c'e` gente che
    > per fare una ricerca deve provare 40 volte
    > (prima che mi saltiate addosso, non voglio
    > dire che gli utonti non sanno neanche usare
    > un motore di ricerca). non mi sembra una
    > statistica significativa: al limite
    > bisognerebbe vedere quelli degli internet
    > provider.

    Statistiche esaustive riguardo queste argomentazioni penso non ce ne siano.
    Penso comunque che questa sia una buona approssimazione.
    non+autenticato
  • > Statistiche esaustive riguardo queste
    > argomentazioni penso non ce ne siano.
    > Penso comunque che questa sia una buona
    > approssimazione.

    converrai con me che con i "penso che" non si va molto lontano nel campo delle statistiche, vero?
    con questa approssimazione non ci sarebbe da stupirsi se la percentuale vera fosse 4 o 5%: pochissimo, dira` qualcuno, abbastanza, dico io, tenendo conto di qualche anno fa.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Raistlin
    > > Statistiche esaustive riguardo queste
    > > argomentazioni penso non ce ne siano.
    > > Penso comunque che questa sia una buona
    > > approssimazione.
    >
    > converrai con me che con i "penso che" non
    > si va molto lontano nel campo delle
    > statistiche, vero?

    Certo...infatti voleva solo essere una mia riflessione sulle validità delle statistiche degli accessi...

    > con questa approssimazione non ci sarebbe da
    > stupirsi se la percentuale vera fosse 4 o
    > 5%: pochissimo, dira` qualcuno, abbastanza,
    > dico io, tenendo conto di qualche anno fa.

    Certo la tolleranza deve essere altissima...

    non+autenticato


  • - Scritto da: Raistlin
    > > Statistiche esaustive riguardo queste
    > > argomentazioni penso non ce ne siano.
    > > Penso comunque che questa sia una buona
    > > approssimazione.
    >
    > converrai con me che con i "penso che" non
    > si va molto lontano nel campo delle
    > statistiche, vero?

    Certo...infatti voleva solo essere una mia riflessione sulle validità delle statistiche degli accessi...

    > con questa approssimazione non ci sarebbe da
    > stupirsi se la percentuale vera fosse 4 o
    > 5%: pochissimo, dira` qualcuno, abbastanza,
    > dico io, tenendo conto di qualche anno fa.

    Certo la tolleranza deve essere altissima...

    non+autenticato
  • Ragazzuoli,

    ma è molto più semplice di quanto crediate!
    La percentuale maggiore di gente che usa internet (durante la giornata soprattutto, cioè nelle fatidiche 8 ore lavorative) sono persone che scroccano dal lavora (o da scuola). Nei posti di lavoro windows copiato è il sistema più usato => la percentuale di ricerche google indica questo fatto. Se poi analizziamo la % di ricerca di siti porno, vedremo anche questa altissima, ciò non vuol dire che si usa internet solo per cercare porno.
    Significa che lavoratori annoiati che possono scroccare internet fanno migliaia di ricerche su google per passare il tempo.
    Quindi mi sembra assolutamente insignificante come statistica riguardo l'uso di un OS o l'altro. Perdipiù i sistemi server non fanno ricerche e sono di gran lunga i più pesanti percentualmente sul mercato linux.




    - Scritto da: Raistlin
    > > Su cosa vorresti verificare gli accessi su
    > > www.kernel.org? o su il sito di windows
    > > update?
    > su www.debian.orgSorride
    > >
    > > Quindi secondo me può essere
    > > Accessi a Google con Linux 1% =>persone
    > che
    > > navigano con linux 1%
    > > NB quindi non significa che Linux ha l'uno
    > > per cento del mercato ma che,
    > probabilmente
    > > linux ha l'1 del mercato home.
    >
    > mettila cosi`: io vado nel sito di google
    > si` e no 4 volte a settimana: c'e` gente che
    > per fare una ricerca deve provare 40 volte
    > (prima che mi saltiate addosso, non voglio
    > dire che gli utonti non sanno neanche usare
    > un motore di ricerca). non mi sembra una
    > statistica significativa: al limite
    > bisognerebbe vedere quelli degli internet
    > provider.
    non+autenticato


  • E' semplice. Questi dati concordano e confermano le statistiche di tutti gli altri siti che ho visto (PI in primis). Vuoi una tolleranza su questi dati per qualche motivo strano? Quanto vuoi? 2%? 5%? Ok... ma non puoi chiedere il 100%.
    (si parla di 95% a 1%, non di 49% a 51%).
    non+autenticato
  • Non capisco tutto questo entusiasmo...

    Leggo le caratteristiche di Kspread(il programma che a me interessa di più)

    multiple tables/sheets per document;
    Fogli multipli...ok

    templates;
    Modelli ok

    multiple chart formats for displaying data
    graphically;
    Fa i grafici...

    headers and footers;
    Va bene...

    over 100 formulas, including standard deviation, variance, present value of annuities and much more;
    Solo 100 formule???

    scripting;
    Interessante...

    conditional coloring of cells;
    hyperlinks;
    row and column customization (size, show/hide, font type, style and size, etc.);
    cell customization (data/number format, precision, border, alignment, rotation, background color and pattern, font type, style and size, etc.).

    Queste sono tutte caratteristiche presenti in Excel4 circa 6 anni fà
    Lo stesso OpenOffice ha queste feature ed in più ha il grandissimo vantaggio di essere multipiattaforma.
    Non è che gli sviluppatori di Koffice stiano perderdo un po il loro tempo a tentare di inseguire due prodotti che sono avanti di almeno un lustro?
    non sarebbe meglio concentrarsi tutti su OO che è già adesso un buonissimo prodotto?

    Se non ci fossero tutte queste dispersioni di risorse....


    non+autenticato
  • per non parlare delle note a piè di pagina: capperi, l'ultimo word processor che ho usato che non faceva le note a piè di pagina era SpeedScript su Commodore 64!
    non+autenticato
  • Sono d'accordo.
    Io ho Kivio perchè mi è utilissimo altrimenti non avrei KOffice installato.
    Salverei anche qualche caratteristica di KWrite.
    non+autenticato


  • - Scritto da: gsam
    > Sono d'accordo.

    Suonino la campane....
    E' la prima volta che siamo d'accordo...
    non+autenticato
  • A me delle caratteristiche megagalattiche di componenti office importa abbastanza poco (lo stesso oo per me e' troppo); l'unica cosa su cui koffice deve lavorare sono i filtri di import/export dei documenti.
    Chi e' interessato a qualcosa di piu' impegnativo (in ambito open source si rivolga ad oo).
    E' giusto che tutti e due i tipi di esigenze siano soddisfatti
    non+autenticato
  • Non hai torto, OpenOffice (la variante free di StarOffice) è più avanti.
    Non hai torto, le risorse non sono molte ed è un peccato sprecarle.

    Però ognuno ha il diritto di dire "i progetti esistenti hanno dei difetti, voglio scrivere un programma che faccia quello che voglio io". Koffice è più leggero di OpenOffice (con meno chincaglieria + o - utile), è ben integrato in KDE e (W l'open source) può attingere codice da OpenOffice o da altri progetti simili, velocizzando lo sviluppo. Se rimanesse in piedi una sola office suite per Linux non ci sarebbe + il diritto di scelta.
    KOffice permette di usare un word processor ed un foglio elettronico decente (quello che l'utente casalingo vuole) senza aggiungere troppa roba inutile (come quella aggiunta dai programmi commerciali per vendere una nuova release del prodotto, dato che la precedente ha già saturato il mercato... molte persone della release 9 di un prodotto usa le stesse features della versione 2! Questo è vero soprattutto per i word processors ed i fogli elettronici!).

    Ciao
    non+autenticato
  • Ti sfugge un particolare... tre anni fa MS SQL server era un cesso fetente ora rivaleggia con Oracle DB. Cosa vuol dire? Che se tutti si dessero per vinti oggi esisterebbe solo windows e nessuno avrebbe sviluppato Linux. Avrebbero tutti lavorato in microsoft per non "disperdere le risorse" come dici tu. Insomma, quelli di Koffice saranno indietro ma col tempo potrebbero produrre una ottima alternativa innovativa. Quindi lasciali lavorare che fanno bene a voler dare il loro contributo personale! Questa è la base del progresso: inventiva e tocco personale.

    - Scritto da: matteooooo
    > Non capisco tutto questo entusiasmo...
    >
    > Leggo le caratteristiche di Kspread(il
    > programma che a me interessa di più)
    >
    > multiple tables/sheets per document;
    > Fogli multipli...ok
    >
    > templates;
    > Modelli ok
    >
    > multiple chart formats for displaying data
    > graphically;
    > Fa i grafici...
    >
    > headers and footers;
    > Va bene...
    >
    > over 100 formulas, including standard
    > deviation, variance, present value of
    > annuities and much more;
    > Solo 100 formule???
    >
    > scripting;
    > Interessante...
    >
    > conditional coloring of cells;
    > hyperlinks;
    > row and column customization (size,
    > show/hide, font type, style and size, etc.);
    >
    > cell customization (data/number format,
    > precision, border, alignment, rotation,
    > background color and pattern, font type,
    > style and size, etc.).
    >
    > Queste sono tutte caratteristiche presenti
    > in Excel4 circa 6 anni fà
    > Lo stesso OpenOffice ha queste feature ed in
    > più ha il grandissimo vantaggio di essere
    > multipiattaforma.
    > Non è che gli sviluppatori di Koffice stiano
    > perderdo un po il loro tempo a tentare di
    > inseguire due prodotti che sono avanti di
    > almeno un lustro?
    > non sarebbe meglio concentrarsi tutti su OO
    > che è già adesso un buonissimo prodotto?
    >
    > Se non ci fossero tutte queste dispersioni
    > di risorse....
    >
    >
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)