Tecnologie dimenticate

Un carpentiere scova un modo per sollevare enormi pietre con tecnologie antiche

Roma - Nell'era dell'elettronica, della robotica e delle strutture di sollevamento industriali, può far sorridere che qualcuno lavori su tecnologie antiche per spostare enormi pietroni. Ma sono sistemi che possono gettare luce su come un tempo venivano sollevati certi pesi.

Ad indagare è un carpentiere in pensione, l'inglese Wally Wallington, che per l'occasione ha messo su un sito web dal titolo emblematico, La tecnologia dimenticata. Un sito nel quale racconta come "dodici anni fa dovevo rimuovere blocchi di cemento da 1200 libbre da un pavimento da esposizione. Il problema è che non avevamo una macchina che poteva raggiungere alcuni di questi blocchi (...) Utilizzando alcune rocce e ponendole in equlibrio, ho rimosso i blocchi da sotto la pavimentazione fino ad una posizione nella quale potevano essere raggiunti e rimossi".

Secondo Wallington, che presenta sul suo sito un filmato Quicktime sulla sua "antica tecnologia", questo genere di strumenti, fatti di mezzi disponibili da millenni, potrebbero essere alla base di alcune costruzioni antiche, come Stonhenge, sulla cui realizzazione permangono ancora dubbi da parte degli storici.
Qui sotto il video:

3 Commenti alla Notizia Tecnologie dimenticate
Ordina