Myanmar, la rete c'è

Nonostante un clima politico pesantissimo, condito da clamorose operazioni di polizia, si apre qualche timido spiraglio. Internet ora sembra funzionare

Roma - C'è qualche ora di coprifuoco in meno e qualche accesso ad Internet in più a Myanmar. Lo racconta tra gli altri Voice of America, che parla di un minimo "allentamento" della morsa della giunta militare che spadroneggia sul paese.

Da quanto si è saputo dalle agenzie internazionali, a Rangoon è tornato l'accesso ad Internet, un accesso peraltro limitato e controllato che in passato è però servito agli attivisti locali per far sapere al mondo cosa accadeva nel paese.

A queste novità, però, non si accompagna alcun rallentamento nella politica di arresti e fermi ai danni di chi manifesta in qualsiasi modo la non completa adesione alla linea del governo militare.
1 Commenti alla Notizia Myanmar, la rete c'è
Ordina