OLPC, la CPU la fa Intel

Dopo la stretta di mano tra le due entità arriva il prevedibile annuncio: dall'anno prossimo il motore del laptop di Negroponte lo fornirà sua maestà il chipmaker

Roma - Qualcuno lo aveva previsto, altri lo avevano annusato, altri ancora non lo credevano possibile: ma ora è chiaro che lo scetticismo di Intel verso il laptop super-economico di matrice negropontiana che va diffondendosi nel mondo in via di sviluppo è del tutto svanito. Alle infauste prese di posizione del passato si sostituisce ora un'alleanza di sicuro interesse per entrambe le entità.

L'annuncio di di queste ore, infatti, conferma che la futura CPU del portatile sarà made in Intel.

Le premesse ormai da qualche tempo c'erano tutte e ora Intel spiega che se inizialmente il chipmaker aveva pensato di agire modificando le attuali CPU di OLPC, le richieste di contenimento dei consumi per i futuri sviluppi del dispositivo impongono invece un completo re-design dell'architettura. Il prossimo aprile dovrebbe essere "svelato" il nuovo "cuore" del laptop.