Alfonso Maruccia

RBN: ma quale mafia? Noi che denunciamo tutti

Uno dei responsabili della famigerata rete russa accusata di essere la Spectre del crimine telematico esce allo scoperto: voi non ci capite, sostiene, i nostri business sono legali e denunceremo chiunque dica il contrario

Roma - Russian Business Network è universalmente considerato come il paradiso più esclusivo e profittevole del cybercrimine. Ma l'opinione diffusa di società che si occupano di sicurezza e forze di polizia internazionali è sbagliata, almeno secondo i responsabili della pseudosocietà di San Pietroburgo, che in una intervista via email di cui dà notizia Wired comunicano per la prima volta con la stampa occidentale. E ne hanno per tutti.

"Davvero non riusciamo a capire su quali basi queste organizzazioni abbiano una tale opinione sulla nostra società", scrive Tim Jaret per conto di RBN, riferendosi a società quali Symantec, Kaspersky, VeriSign e Spamhaus, tutte concordi nell'assegnare al network il primato fra quelle realtà che si focalizzano totalmente su quanto c'è di più illegale e malevolo su Internet.

"Abbiamo provato a cooperare con una di queste organizzazioni chiamata Spamhaus - dice ancora l'impavido Jaret - e questa esperienza ci ha fatto capire che tale cooperazione non era costruttiva". Vero è che la reputazione di "peggiore delle peggiori", come proprio Spamhaus ha definito RBN, inserendo tutti e 2.048 gli indirizzi di rete da essa controllati nelle sue blacklist anti-spam, la società se l'è conquistata sul campo, offrendo riparo e hosting a-prova-di-proiettile e cybercop ai diffusori di schifezzaware&co. sin dal lontano giugno del 2006.
Jaret sostiene, "incidentalmente" proprio ora che i maggiori organi di stampa cominciano a sollevare il velo sull'operato degli scammer russi, che alla sua società non va giù l'idea di essere definita "tra i peggiori spammer del mondo, un network che ospita pornografia infantile, malware, phishing e cybercrimine", ragion per cui stanno "considerando l'idea delle denunce per risolvere il problema".

RBN è insomma un network pulito, che ospita attività criminali tanto quanto gli altri servizi di hosting sparsi in giro per il mondo. Non solo, al contrario di quanto sostenuto dal Washington Post, dall'Economist e dal gotha delle società che si occupano di sicurezza informatica, Jaret dice che RBN chiude un sito segnalato come nocivo o truffaldino entro 24 ore dalla segnalazione. Peccato che lo stesso sito, riportano le suddette security enterprise, venga riaperto altrove nel mondo nello stesso lasso di tempo. Bulletproof hosting, appunto.

Secondo Jaret non vi è poi alcun mistero riguardo lo status legale di RBN: RBN è gestita da una società off-shore - termine che evoca ancora una volta l'idea di paradiso fiscale - denominata First Connect Telecom Limited Inc.. Eppure il legale non fornisce alcun dettaglio circa gli uomini in carne ed ossa che muovono le fila dei business di San Pietroburgo. Né dice alcunché sul fatto che non esista, ad oggi, alcuna front-page sul web riconducibile a RBN.

I clienti vengono in contatto con l'organizzazione attraverso i reseller, risponde a tal riguardo Jaret, che annuncia lavori in corso su un nuovo sito web, a fare da parafulmine centro di informazioni riguardo le attività di RBN. Alla richiesta di fornire una URL che fosse di operatori web responsabili di attività pienamente legittime, il dirigente ha risposto negativamente, adducendo motivazioni legali e ragioni di contratto.

"I nostri clienti sono provider regionali, entità legali e persone fisiche" scrive Jaret. "Non vi forniremo i loro nomi e brand poiché i contratti stipulati lo proibiscono. Possiamo fornire tali informazioni solo in risposta ad una richiesta formale da parte degli ufficiali di polizia" conclude il russo. E guarda caso, secondo i report finora disponibili su RBN, la corrotta polizia locale, ben oliata dalle mazzette, è proprio uno dei motivi per i quali questa sorta di protettorato del cybercrimine prospera nell'antica città fondata da Pietro il Grande.

Alfonso Maruccia
24 Commenti alla Notizia RBN: ma quale mafia? Noi che denunciamo tutti
Ordina
  • La terza guerra mondiale è vicina... L'euro è troppo forte e l'europa di conseguenza, grazie alle vendite di Cina ed India con moneta europea.

    Il dollaro precipita sempre più, l'immissione di liquido nell'economia americana per i recenti problemi sui mutui creerà problemi tra un annetto-due.. Dall'altra parte dell'oceano, non si vuole perdere il titolo di "unica super potenza"...

    Si fa rifornire l'Iran come fu col Giappone, per inventare una nuova Pearl Harbour e quindi creare un pretesto...

    Bah i presupposti ci sono tutti... come le nuove micce (vedi l'incontro Dalai Lama di oggi) che alla fine creeranno un grande fuoco..

    Pronti per la sfida?

    Russia, Iran, Cina VS America, Inghilterra, Spagna ed India

    Poi tutti gli altri...

    Non ci sarà più petrolio.. nè gas... e tutto ricomincierà (se le armi nucleari non ci avranno distrutto completamente), dall'Africa.. ancora ricchissima nel sottosuolo di energia Fossile, diamanti, oro, ecc...

    L'africa la si è lasciata sempre priva di "tecnologia" per questo motivo... preservare quelle risorse energetiche necessarie "per il futuro".

    La tecnologia si sa.. ha due faccie: quella per uso civile e quella per uso militare. Per non rischiare.. in quel continente la tecnologia non è stata mai esportata..

    Poi non ditemi che non ve l'avevo detto!!! Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: VE LO DICO IO
    > La terza guerra mondiale è vicina... L'euro è
    > troppo forte e l'europa di conseguenza, grazie
    > alle vendite di Cina ed India con moneta
    > europea.
    >
    > Il dollaro precipita sempre più, l'immissione di
    > liquido nell'economia americana per i recenti
    > problemi sui mutui creerà problemi tra un
    > annetto-due.. Dall'altra parte dell'oceano, non
    > si vuole perdere il titolo di "unica super
    > potenza"...
    >
    > Si fa rifornire l'Iran come fu col Giappone, per
    > inventare una nuova Pearl Harbour e quindi creare
    > un
    > pretesto...
    >
    > Bah i presupposti ci sono tutti... come le nuove
    > micce (vedi l'incontro Dalai Lama di oggi) che
    > alla fine creeranno un grande
    > fuoco..
    >
    > Pronti per la sfida?
    >
    > Russia, Iran, Cina VS America, Inghilterra,
    > Spagna ed
    > India
    >

    stai farneticando
    non+autenticato
  • - Scritto da: VE LO DICO IO
    > La terza guerra mondiale è vicina...

    Interessante, ma io non ci credo; molto meglio continuare a creare piccoli conflitti ad-hoc e conseguenti azioni mirate "di polizia" (o chiamatele anche operazioni di "esportazione della democrazia", come volete...). Questi conflitti generano ricchezza e proventi enormi per le multinazionali e per i governi, senza il problema di dover gestire una guerra globale.

    Fino a che tutta la popolazione mondiale rimarrà indebitata e le potenze si combatteranno a suon di cambi, materie prime, servizi e prodotti "made in", attraverso le multinazionali, nessuno ha vantaggi nel creare un conflitto globale.

    Concordo invece sullo scossone ai mercati entro un paio d'anni, ma del resto ogni tanto accade, per un motivo o per l'altro, la cosa è ciclica.

    > Pronti per la sfida?
    >
    > Russia, Iran, Cina VS America, Inghilterra,
    > Spagna ed India

    !! eccos'è, un inconro di lotta libera?

    Sorride
    non+autenticato
  • > La terza guerra mondiale è vicina...

    La terza guerra mondiale non si farà mai per un semplice motivo: ai ricchi/potenti non conviene... troppe devastazioni anche "in casa loro" (leggasi distruzione delle "loro cose")
    non+autenticato
  • - Scritto da: VE LO DICO IO
    > La terza guerra mondiale è vicina... L'euro è
    > troppo forte e l'europa di conseguenza, grazie
    > alle vendite di Cina ed India con moneta
    > europea.

    La terza guerra mondiale non ci sara' mai perche' gli americani hanno impianti antimissile in tutta europa e in tutto il mondo quindi se uno stato europeo tentasse di attaccarli saremmo noi stessi a fermarlo, mica stupidi. E' per questo che a loro piacciono tanto le guerre, non ne hanno mai avuta una sul loro territorio a parte il piccolo episodio di pearl harbor al quale hanno risposto con la bomba atomica (lol). A loro piace portare distruzione negli altri paesi per guadagnare con la ricostruzione e renderli di fatto dipendenti dai loro prestiti.
    non+autenticato
  • Uhé, speriamo che ti sbagli, no? Non lo speri anche tu di sbagliarti, dicci di sí....
    non+autenticato
  • diciamo invece che l'incontro di putin col primo ministro araniano ha segnato il vero inizio del terzo conflitto mondiale.
    i fatti parlano chiaro, gli usa sono al tracollo finanziario, i cinesi sono tanti, i russi vogliono bene i vicini di casa.. ma io mi chiedo cosa pretendono di ottenere gli americani?!?!
    russia-cina-iran, potrebbe essere una lotta impari.
    non+autenticato
  • andateci tutti .... a quel ... paese
            ----i'm myself----
    non+autenticato
  • ma che novita': aziende americane che parlano male dei russi, e i motivi usati come scusa sono sempre gli stessi.
    Mi sembra che in questo articolo e nel precedente si stia parlando con troppa leggerezza di mazzette e corruzione senza nessuna prova quando alla luce dei fatti gli usa sono uno dei principali stati che proteggono criminali di guerra e assassini dall'estrazione (vedere lo speciale di report per chi ha la memoria corta).
    Come possono pretendere la collaborazione della polizia locale quando sono loro i primi a non collaborare con gli altri stati? (vedi uccisione calipari)
    stati uniti: mavaff...
    non+autenticato
  • - Scritto da: cognome nominale
    > ma che novita': aziende americane che parlano
    > male dei russi, e i motivi usati come scusa sono
    > sempre gli stessi

    Bla bla bla... peccato che siano I FATTI a parlare. E' veramente triste vedere gente come te che si mette a sindacare su cose che non conosce assolutamente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: rotfl
    > - Scritto da: cognome nominale
    > > ma che novita': aziende americane che parlano
    > > male dei russi, e i motivi usati come scusa sono
    > > sempre gli stessi
    >
    > Bla bla bla... peccato che siano I FATTI a
    > parlare. E' veramente triste vedere gente come te
    > che si mette a sindacare su cose che non conosce
    > assolutamente

    Ah, e aggiungo: ne hanno parlato anche F-Secure (Finlandia), Kaspersky (Russia), SpamHaus (UK)... ma a te non interessa, ti piace solo sparlare degli americani in generale tirando fuori Calipari, che non c'entra assolutamente niente... vergogna...
    non+autenticato
  • - Scritto da: rotfl
    > Ah, e aggiungo: ne hanno parlato anche F-Secure
    > (Finlandia), Kaspersky (Russia), SpamHaus (UK)...
    > ma a te non interessa, ti piace solo sparlare
    > degli americani in generale tirando fuori
    > Calipari, che non c'entra assolutamente niente...
    > vergogna...

    non c'entra? sbaglio o hanno negato l'estradizione del colpevole che di conseguenza non siamo riusciti a processare?
    sbaglio o nell'articolo precedente si lamentavano della mancata collaborazione della polizia russa definendola corrotta? ragionando come fanno loro anche noi ora dovremmo definire corrotta la polizia americana perche' si e' rifiutata di collaborare.
    vergogna...
    non+autenticato
  • - Scritto da: cognome nominale
    > - Scritto da: rotfl
    > > Ah, e aggiungo: ne hanno parlato anche F-Secure
    > > (Finlandia), Kaspersky (Russia), SpamHaus
    > (UK)...
    > > ma a te non interessa, ti piace solo sparlare
    > > degli americani in generale tirando fuori
    > > Calipari, che non c'entra assolutamente
    > niente...
    > > vergogna...
    >
    > non c'entra? sbaglio o hanno negato
    > l'estradizione del colpevole che di conseguenza
    > non siamo riusciti a processare?

    COSA c'entra con la notizia? Niente. Ma non capisci proprio eh? Il tuo odio evidentemente ti ha bruciato il cervello.

    > sbaglio o nell'articolo precedente si lamentavano
    > della mancata collaborazione della polizia russa
    > definendola corrotta?

    Non mi sembra proprio che venga citata da NESSUNA parte la mancata collaborazione con le forze di polizia AMERICANE. Il problema del RBN tocca TUTTO il mondo di Internet, e la mancata persecuzione di chi vi sta dietro e' palese. Ma tu pur di dar addosso agli americani per un fatto che non c'entra assolutamente niente sei pronto a prendere le difese di chi ruba, inganna, e sfrutta i minori... complimenti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: rotfl
    > Il problema del RBN tocca
    > TUTTO il mondo di Internet, e la mancata
    > persecuzione di chi vi sta dietro e' palese

    come ho commentato nell'articolo antecedente a questo commento allo stesso modo questo articolo quotandoti.

    la colpa non è di RBN, che è una società con lo scopo di fare soldi. ha trovato il modo lecito o no di farli, come altri in casa nostra li hanno fatti e l'hanno passata liscia e continuano a passarla liscia.

    il problema è dell'utonto che apre "banco posta online: dammi il tuo user e pass" "poste italiane: dammi user e pass"

    è un giocare sull'ignoranza. invece di puntare il dito su chi come kaspersky\symantec\che_ne_so lavora per produrre liquidi, puntino il dito a quei pirloni dei propri utenti dicendo
    "ao, se apri pamela_anderso_nude.exe ti prendi un virus che ti frulla il pc"

    ma ovviamente dare dell'idiota al proprio cliente non è produttivo, come non lo è dirgli cosa accettare e cosa no visto che tu vendi un prodotto che sceglie per lui...

    allora punto il dito a chi ha host e mi paro il sedere perchè "io combatto sti malviventi russi che fanno le cose tutte di nascosto!!" ma senza russi symantec\kaspersky\che_ne_so sarebbe morta da un pezzo...
    non+autenticato
  • > è un giocare sull'ignoranza. invece di puntare il
    > dito su chi come kaspersky\symantec\che_ne_so
    > lavora per produrre liquidi, puntino il dito a
    > quei pirloni dei propri utenti
    > dicendo
    > "ao, se apri pamela_anderso_nude.exe ti prendi un
    > virus che ti frulla il
    > pc"
    >
    > ma ovviamente dare dell'idiota al proprio cliente
    > non è produttivo, come non lo è dirgli cosa
    > accettare e cosa no visto che tu vendi un
    > prodotto che sceglie per
    > lui...
    >
    > allora punto il dito a chi ha host e mi paro il
    > sedere perchè "io combatto sti malviventi russi
    > che fanno le cose tutte di nascosto!!" ma senza
    > russi symantec\kaspersky\che_ne_so sarebbe morta
    > da un
    > pezzo...

    Questi ragionamenti non sono molto dissimili da sostenere che i medici parlano della pericolosita' dei tumori per poter tenersi il posto di lavoro, tipo:
    Invece di dare dell'idiota ai pazienti che bevono, fumano e non fanno sport, puntano il dito contro cancro e infarto e si parano il sedere.

    Di fatto pero' tumori e infarti sono davvero fonti di decessi. E poco serve ai medici di dire "limitate i comportamenti pericolori, non bevete, no fumate, non mangiate troppo". La gente fa quello che crede meglio in base alle proprie scarse conoscenze, cosi' come si lascia ingannare da pamela_nude.exe.
    Se non si riesce a insegnare alle persone di badare ala salute, cosa vuoi pretendere in merito agli inganni informatici?

    Se anzicche' accusare symantec\kaspersky\che_ne_so di essere allarmisti, tu guardassi i fatti, vedresti davvero il tumore coperto da RBN e le tonnellate di schifezze che questo network ospita allegramente.
    Invece sei volutamente cieco e quindi di parte. Quando symantec\kaspersky\che_ne_so puntano il dito sul tumore, tu guardi il dito. Perche' hanno la colpa di lavorare per produrre liquidi: orrore, lavorare e guadagnare e' un crimine peggiore che truffare le persone con spyware!Sorride Per favore smetti di intascare lo stipendio.
    Cosi' passano in secondo piano i siti incriminati e ti accanisci su chi li indica.
    non+autenticato
  • - Scritto da: rotfl
    > COSA c'entra con la notizia? Niente. Ma non
    > capisci proprio eh? Il tuo odio evidentemente ti
    > ha bruciato il
    > cervello.

    c'entra eccome dato che questa notizia e' solo la risposta di rbn alle critiche di cui si parla qui: http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2088250

    sveglia...
    non+autenticato
  • - Scritto da: cognome nominale
    > - Scritto da: rotfl
    > > COSA c'entra con la notizia? Niente. Ma non
    > > capisci proprio eh? Il tuo odio evidentemente ti
    > > ha bruciato il
    > > cervello.
    >
    > c'entra eccome dato che questa notizia e' solo la
    > risposta di rbn alle critiche di cui si parla
    > qui:
    > http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2088250

    Sai una cosa straordinaria?
    Non si fa cenno a Calipari nemmeno qui. Quindi non puoi dire "c'entra dato che".
    E anzi proprio qui si legge che a criticare questa societa', non sono mica solo gli americani, ma anche i russi:
    "Fanno soldi sul servizio che offrono", sottolinea l'analista Alexander Gostev della ben nota società di antivirus moscovita Kaspersky

    Quindi ha ragione rotfl.
    Calipari e' gli USA cattivi sono argomenti OT.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Solenne
    > Sai una cosa straordinaria?
    > Non si fa cenno a Calipari nemmeno qui. Quindi
    > non puoi dire "c'entra dato che".
    >
    > E anzi proprio qui si legge che a criticare
    > questa societa', non sono mica solo gli
    > americani, ma anche i
    > russi:
    > "Fanno soldi sul servizio che offrono",
    > sottolinea l'analista Alexander Gostev della ben
    > nota società di antivirus moscovita
    > Kaspersky

    >
    > Quindi ha ragione rotfl.
    > Calipari e' gli USA cattivi sono argomenti OT.

    a me sembra abbia ragione invece, negli articoli il network russo e la russia stessa vengono accusati di mancata collaborazione e di conseguenza di corruzione e lui ha fatto un esempio di mancata collaborazione degli americani dimostrando che si tratta di ipocriti. Inoltre quella frase di kaspersky non mi sembra proprio una critica: tutti i servizi di hosting fanno soldi sui servizi che offrono.

    Comunque mi sembra chiaro che questi due articoli siano smaccatamente di parte perche' frasi come "Occorre poi conquistarsi la fiducia dei gestori, dimostrando di essere a tutti gli effetti un criminale alla ricerca di protezione e supporto" sono talmente irrealistiche e prive di fondamento da risultare mera propaganda.

    Aggiungo un'ultima cosa
    "RBN chiude un sito segnalato come nocivo o truffaldino entro 24 ore dalla segnalazione. Peccato che lo stesso sito, riportano le suddette security enterprise, venga riaperto altrove nel mondo nello stesso lasso di tempo."

    Fatemi capire, adesso e' colpa di rbn se questi delinquenti si spostano su un altro servizio di hosting? A me pare che si sia scelto un colpevole e non si vogliano sentire ragioni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: marco babbi

    > a me sembra abbia ragione invece, negli articoli
    > il network russo e la russia stessa vengono
    > accusati di mancata collaborazione e di
    > conseguenza di corruzione e lui ha fatto un
    > esempio di mancata collaborazione degli americani

    Ancora. Ma che cazzo c'entrano "gli americani"? Qui si parla di mancata collaborazione della polizia russa all'arrivo di segnalazioni internazionali (e mica americane). Svegliati. Della vostra propaganda idiota di partito alla gente non frega piu' nulla.
    non+autenticato